Cerca: Atti FORUM PA 2007, partnership pubblico-privato

Risultati 1 - 10 di 65

Risultati

Strategie prevenzionistiche e nuove tecnologie

La partnership di ENI nel progetto SNSTMP si inserisce con l’obiettivo di creare una rete di informazioni relativa ai veicoli che trasportano merce pericolosa, e condivisa dai vari operatori del settore al fine di poter ottimizzare la qualità dei servizi sotto il profilo tecnologico, e di poter provvedere in tempo reale alla gestione delle criticità ambientali che si possono presentare sulla rete viaria.Leggi tutto

L’evoluzione dell’utilizzo del leasing da parte della Pubblica Amministrazione

Renato Clarizia ricorda come il leasing pubblico sia una tipologia di locazione finanziaria tra le prime sperimentate in Italia. La stessa definizione di locazione finanziaria, contenuta nell’art. 17 della Legge 183/76, riguardava gli interventi straordinari nel Mezzogiorno, e sollevò un dibattito nel mondo pubblico, che cominciò ad interessarsi a questo fenomeno come possibilità nuova per le Amministrazioni.

Leggi tutto

L'innovazione e una migliore organizzazione per una Pubblica Amministrazione moderna, efficace ed efficiente

Secondo Marco Bonamico i dati contenuti nella Ricerca Giannini dimostrano una Pubblica Amministrazione in forte fermento grazie anche all’intervento del Dipartimento della Funzione Pubblica come supporto alla crescita dell’attività delle amministrazioni sia locali che centrali. Il Formez ha avuto un ruolo importante soprattutto nell’attività di sostegno delle Regioni del Mezzogiorno.

Leggi tutto

Maggiore concorrenza e riconoscimenti per merito per una Pubblica Amministrazione più vicina al cittadino

Secondo Maurizio Beretta la Ricerca Giannini riesce a mettere a fuoco il problema dell’efficienza e dell’efficacia dell’Amministrazione, fattore determinante per lo sviluppo di un Paese e delle imprese. Oggi in Italia il sistema imprenditoriale non riesce a posizionarsi allo stesso livello delle aziende concorrenti e in tal senso sono necessari interventi a largo raggio. Due elementi devono essere presi in considerazione: più concorrenza in una logica di sussidiarietà tra pubblico e privato e maggiori riconoscimenti per merito all’interno della Pubblica Amministrazione.Leggi tutto

Il ruolo di Confindustria per un sistema sanitario migliore

Riccardo Fatarella, invitato da Giorgio Banchieri ad intervenire sull’argomento, spiega quale ruolo può avere Confindustria e quale contributo può dare per migliorare il sistema sanitario partendo dal mettere insieme le esperienze sia del settore pubblico che di quello privato. Secondo Fatarella è necessario partire non solo dalle buone pratiche ma anche dai fallimenti dei processi in sanità.

Il partenariato pubblico-privato: dalla decisione Eurostat al public sector comparator

Per Massimo Coltellacci, il project financing può essere utilizzato anche per quelle opere nelle quali è la Pubblica Amministrazione ad essere utente, direttamente o indirettamente, dei servizi forniti; per ospedali, scuole ed uffici pubblici, infatti, potrebbe essere vantaggioso passare dal modello tradizionale, che prevede un appalto per la costruzione dell’opera, ad un partenariato pubblico-privato. Il Relatore, quindi, spiega in che modo debba essere strutturato tale modello, ed illustra un metodo per il calcolo della convenienza di questa nuova procedura: il public sector comparator.

La "contaminazione" tra pubblico e privato nella formazione

Luigi Pieraccioni propone il concetto di contaminazione tra pubblico e privato quale fattore necessario per una maggiore crescita nel settore della formazione. Il coordinamento non deve essere svolto solo da Scuole o Istituti pubblici ma per la crescita del Paese, per una maggiore competitività delle imprese o una presenza capillare dell’Italia a livello internazionale, si rende necessaria una formazione erogata anche dalle imprese private.

Nuovi strumenti per la gestione dei progetti urbani: perequazione, diritti edificatori, accordi con i privati

Secondo Giordano Conti il problema è come guidare i processi trasformazione, facendo chiarezza sul ruolo dei soggetti pubblici e dei soggetti privati. Il privato può giocare una carta determinante nel processo di riqualificazione urbana. A Cesena è stato usato il metodo della perequazione, sono stati fatti degli accordi di programma con i privati, è stato utilizzato il project financing per realizzare il cimitero urbano, sono state istituite le società di trasformazione urbana.Leggi tutto

Il quadro normativo alla luce del progetto di riforma della legge urbanistica

Carlo Alberto Barbieri introduce il tema della trasformazione e riqualificazione urbana declinato sotto l’aspetto del processo. La trasformazione urbana non è un prodotto: concepirla, progettarla, coglierne le potenzialità e viverne i possibili esiti ha, infatti, natura processuale. Le occasioni per “trasformare” nella città contemporanea sono moltissime: aree industriali dismesse, caserme militari ormai obsolete, ospedali psichiatrici, grandi quartieri di edilizia economica e popolare costruiti per durare poco.Leggi tutto

Le STU come esempio di partnership pubblico privato

Ezio Micelli illustra che modo è possibile per l’amministrazione acquisire le aree necessarie senza ricorrere all’esproprio, spesso inefficace per ragioni finanziarie e procedimentali. La perequazione, per esempio, è uno strumento di politica fondiaria molto utile per recuperare le aree necessarie a promuovere il progetto di “città pubblica”. Altri mezzi possono essere la programmazione complessa, il project financing .Leggi tutto