Cerca: Atti FORUM PA 2007, ricerca e sviluppo

Risultati 1 - 10 di 45

Risultati

Sotware libero per le P.P. A.A. utopia o opportunità?

Michele Marchesi presenta il software libero (open source) come valida alternativa ai software monopolistici e chiusi in uso nelle P.P. A.A.. Lo sviluppo del modello FLOSS è stato reso possibile e facilitato da Internet. Oggi, con la Finanziaria 2007, lo Stato ha posto particolare attenzione al software libero incentivando il suo utilizzo. Secondo Marchesi i vantaggi del sw. libero sono numerosi e vede per la PA un’ottima chance di sviluppo.

Il sistema conferencing. Esperienze a confronto

Simon Pietro Romano presenta un’applicazione di conferencing sottolineando l’approccio originale con cui si è proceduto mantenendo la compatibilità con gli standard e la possibilità di riuso del software libero. Romano fa un quadro generale dell’attività che riguarda due tipi diversi di piattaforme: la prima di gestione di conferenze di tipo centralizzato; la seconda, un’evoluzione rispetto a quella precedente, si basa su un sistema di distribuzione delle informazioni attraverso la presenza e la messaggistica istantanea.

Leggi tutto

Dematerializzazione e gestione documentale nel CNR. Una esperienza su scala nazionale

Mauro Vitale affronta la questione legata alla dematerializzazione e alla gestione documentale all’interno del CNR. Il sistema informativo era costituito da applicazioni verticali a seguito delle quali c’è stata un’evoluzione che ha portato prima ad una integrazione maggiore tra le varie applicazioni poi alla gestione dei processi attraverso il sistema Open Source. Il CNR partecipa al Focus Group Open Source del CNIPA con l’obiettivo di promuovere l’utilizzo e lo sviluppo del software Open Source nell’ambito della Pubblica Amministrazione.

La Pubblica Amministrazione "consumatore" di software Open Source

Paola Tarquini presenta l’Open Source come uno strumento valido nella Pubblica Amministrazione per raggiungere gli obiettivi che essa stessa si è prefissata. In particolare incentra il suo intervento sulle varie iniziative intraprese, tra cui emergono il fascicolo sanitario elettronico, le strategie per la diffusione del software Open Source e le azioni future per lo sviluppo e utilizzo dello stesso.

Le risposte adattive allo stress negli anziani

Salvatore Rinaldi nel suo intervento affronta il tema dei disturbi neurovegetativi i cui sintomi nel passato erano di difficile identificazione. Tali disturbi, successivamente chiamati disturbi psicosomatici, depressivi o dell’adattamento, si manifestano già dai primi anni di vita ma sono più evidenti in età avanzata. Fondamentalmente si tratta di un’alterazione dei meccanismi di sopravvivenza.

Leggi tutto

Ruolo ed evidenze cliniche della CRM terapia

Vania Fontani presenta le attività di ricerca e i progetti realizzati dall’Istituto Rinaldo Fontani, struttura convenzionata con l’Università di Firenze nell’ambito della formazione e della ricerca, che in questi anni si è concentrata sui problemi degli anziani studiando nuove terapie e tecniche di cura, come la CRM terapia, che potessero migliorare e ottimizzare lo stato psico-fisico del paziente.

La ricerca scientifica e gli alimenti addizionati con steroli vegetali (novel food)

L’argomento principale su cui verte l’intervento di Andrea Poli è l’ipercolesterolemia e l’alimentazione corretta (novel food) per prevenire disturbi o malattie nell’età avanzata. Rispetto al passato, in cui l’aspettativa di vita era decisamente più breve, oggi, grazie anche alla tecnologia e all’innovazione, la vita si è allungata notevolmente ma anche i problemi ad essa legati. In uno scenario come questo l’alimentazione ricopre un ruolo importante.

Programmazione e strategie di lungo periodo per la ricerca e l’innovazione

Andrea Bonaccorsi parla delle politiche di programmazione e dell’importanza di investimenti nei settori della ricerca scientifica. Le politiche della ricerca e dell’innovazione devono tener conto di ritorni economici molto alti in tempi molto lunghi, per questo motivo occorre una visione strategica di lungo periodo. Sottolinea la necessità di opportune verifiche che impediscano la sostituzione della spesa privata con finanziamenti pubblici.Leggi tutto

La foresta: una risorsa ambientale ed economica

Francesco Vaccaio ribadisce la necessità di considerare le variazioni climatiche come elemento fondamentale per la definizione di corrette politiche di gestione del territorio. Propone di operare scelte funzionali alle necessità del paese facendosi guidare dalla ricerca e sviluppando nuovi campi di ricerca. Sottolinea che il ruolo delle foreste è centrale per la depurazione delle acque fognarie, il trattamento dei rifiuti e il depuramento dell’aria.Leggi tutto

Tecnologia e innovazione a servizio della cultura. L'impegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

La cultura e il turismo rappresentano per l’Italia un volano per l’economia e lo sviluppo del Paese; tuttavia manca ancora un impegno concreto per investire in questo comparto.

Leggi tutto