Cerca: Atti FORUM PA 2007, outsourcing

6 risultati

Risultati

Il Sistema di Monitoraggio dell’Agenzia delle Entrate

Marco Di Capua porta nel dibattito la testimonianza sul lavoro svolto dall’Agenzia delle Entrate in relazione al sistema di monitoraggio dei progetti informatici affidati a Sogei.Tale rapporto di full outsourcing presenta delle opportunità ma anche dei rischi. I vantaggi derivano dalla possibilità di creare una completa “sinergia operativa” informatizzando i processi di pianificazione, consuntivazione e rilevazione di stato avanzamento dei risultati e dei costi.

Leggi tutto

Innovativi modelli di governance dell’ICT in ambito pubblico

Per Marco Gentili la Pubblica Amministrazione non si innova a colpi di norme, né con il push tecnologico ma con il contributo delle migliaia di dipendenti e dirigenti pubblici. Un intervento costante sulle risorse umane è quindi un fattore abilitante per una visione corretta di governance. Un altro aspetto trattato dall’intervento riguarda l’analisi costi/benefici che l’amministrazione deve operare nell’outsourcing delle attività ICT.

Leggi tutto

Soluzioni di cruscotto informativo per servizi in outsourcing

Silvio Galazzo presenta l’attività e le soluzioni del cruscotto informativo per l’outsourcing ed in particolare il progetto Ref-Monitor dell’azienda IN & IN per la ULSS di Asolo e Centostazioni. La mission dell’azienda è di offrire un servizio di consulenza, di controllo e monitoraggio di tutti quei processi collegati al patrimonio immobiliare (adempimenti contrattuali, prestazioni ecc…).

La Guardia di Finanza: nuove infrastrutture tecnologiche e esternalizzazioni dei servizi logistici

Maurizio Muscarà illustra l’articolato programma di rivisitazione dei processi e dei sistemi informativi intrapreso all’interno della Guardia di Finanza. Si tratta di soluzioni tecnologiche e organizzative che consentiranno di disporre di un’infrastruttura tecnologica integrata per le esigenze di formazione, gestione e trasmissione delle informazioni. Presenta il nuovo sistema che prevede un documento unico matricolare, un protocollo informatico, e uno strumento di raccolta della documentazione finalizzato all’attività di analisi ed intelligence.Leggi tutto

Condizioni e monitoraggio dell’outsourcing nella gestione documentale: il caso del Ministero per i beni e le attività culturali

Giovanna Tosatti sottolinea la “volubilità” dell’assetto istituzionale interno al Ministero che, assieme alla sua complessità organizzativa, rende complicata l’adozione di un protocollo informatico. Tosatti spiega i motivi che hanno portato ad una scelta di outsourcing completa e le fasi operative del progetto ESPI partito nel 1998. Aggiunge che il progetto è coordinato da un gruppo di lavoro in cui sono rappresentate tutte le direzioni generali. Tosatti descrive il livello e il contenuto di outsourcing, i costi e le criticità di ESPI.

L’outsourcing e le sue variabili. La gestione documentale nella pubblica amministrazione

Rosanna Alterisio sostiene che bisogna realizzare una pianificazione oculata dell’ampiezza dell’outsourcing da realizzare tenendo conto delle specifiche esigenze dell’amministrazione. Ritiene necessario predisporre le condizioni contrattuali e organizzative tali per cui l’amministrazione abbia la visione di tutto ciò che accade e abbia poi gli strumenti operativi per incidere nel processo laddove ce ne sia bisogno. Nell’ambito della gestione documentale queste caratteristiche diventano ancora più centrali perché si tratta di un processo estremamente pervasivo.Leggi tutto