Cerca: Atti FORUM PA 2007, partecipazione

5 risultati

Risultati

L’esperienza di pianificazione di area vasta del Comune di Cesena

Per Giordano Conti la pianificazione strategica implica la capacità delle amministrazioni di passare dalla gestione quotidiana ad una visione più ampia del governo del territorio, affrontando la complessità dei problemi ed inserendoli in un quadro unitario. Tutto ciò passa attraverso un coinvolgimento nella governance, non episodico ma strutturale, dei cittadini e della società civile.Leggi tutto

Le politiche del Dipartimento della Funzione Pubblica sul benessere organizzativo

“Andare a lavorare con piacere” significa, per Stancanelli, andare a lavorare con motivazione e soddisfazione in un luogo piacevole, sia in termini di relazioni umane, sia in termini di infrastrutture in un ambiente, quindi, accogliente e confortevole. Quando si fa un piano industriale di riorganizzazione nella Pubblica Amministrazione il ruolo fondamentale deve essere dato al benessere psico-fisico del lavoratore.Leggi tutto

Sviluppare la convivenza per far crescere l’organizzazione

Paola Piva introduce la seconda parte della Giornata degli Innovatori presentando i casi concreti di gestione e cambiamento organizzativo messi in atto non solo in funzione del benessere, ma per un miglioramento della qualità e dei risultati dell’organizzazione. Da una logica psicosociale si passa, dunque, ad un approccio prettamente organizzativo, dove si vogliono evidenziare gli interventi ed i modi di gestione finalizzati ad aumentare il potere organizzativo degli individui, ovvero la percezione e la realtà di poter partecipare attivamente alla creazione delle regole.

Le competenze per l'ascolto organizzativo

La progettazione di una metodologia, sperimentata oggi in molte amministrazioni e definita con il nome di “Circoli di ascolto organizzativo”, nasce dal bisogno di rendere tangibile e concreto il benessere organizzativo. La priorità del progetto, afferma Rinaldi, è stata quella di valorizzare la dimensione delle relazioni delle amministrazioni e dei suoi dipendenti nel percorso di una convivenza organizzativa.Leggi tutto

Le competenze per l'ascolto organizzativo

L’adesione al progetto dei “Circoli di ascolto organizzativo” dell’Agenzia delle Entrate della Regione Lombardia nasce dal comune dell’ideale di convivenza organizzata che si respirava nell’organizzazione. Già da tempo, infatti, si è puntato sulla condivisione tra capo e collaboratore dell’idea di un percorso di sviluppo sulla consapevolezza, prima di tutto del collaboratore, delle proprie aree di miglioramento e dei propri punti di forza. Molto spesso le idee migliori arrivano dal basso; è importante che chi sta più in alto si metta, quindi, in una dimensione di apertura e di ascolto.