Cerca: Atti FORUM PA 2008, ricerca e sviluppo

Risultati 1 - 10 di 26

Risultati

Inclusione sociale nella società dell’informazione

La e-inclusion è un importante obiettivo socio-economico degli sviluppi della ICT in Europa, il suo focus è la partecipazione di tutti gli individui e le comunità in tutti gli aspetti della società dell’informazione. Le politiche di e-inclusion, perciò, mirano a ridurre le differenze nell’uso dell’ICT e a promuovere il suo uso per abbattere l’esclusione e migliorare la situazione economica, le opportunità di lavoro, la qualità della vita, la partecipazione e la coesione sociale.

Leggi tutto

Il deposito elettronico e la rete

L’ultimo aggiornamento significativo nel sistema delle tasse brevettali risale al 2005, quando con l’abrogazione delle tasse si pensava di dare un contributo per il Paese, un aiuto alle imprese per investire, innovare, proteggere le loro invenzioni e le innovazioni tecnologiche. Si parla oggi della reintroduzione del pagamento di tasse, non solo per competenze puramente fiscali, ma fondamentalmente per realizzare progetti.Leggi tutto

ICI Caldaie e FP7

ICI Caldaie opera dal 58 nel settore delle caldaie per riscaldamento ad uso civile e dei generatori di vapore ad uso industriale ed ha una posizione di leadership nelle caldaie della fascia di media-alta potenza.Leggi tutto

Distretti tecnologici: l’esperienza della Regione Lazio

Il settore delle Bioscienze riveste un’importanza strategica nell’economia del territorio laziale, in virtù di questo la Regione Lazio intende attivare una rete strutturata di rapporti e collaborazioni tecnico-scientifiche tra gli operatori della ricerca e il sistema delle imprese laziali, agevolando gli investimenti in infrastrutture tecnologiche e tecnico-scientifiche dedicate, con priorità per le collaborazioni tra pubblico e privato.Leggi tutto

Distretti tecnologici: l'esperienza della regione Campania

La creazione di Distretti Tecnologici in Italia è una risposta possibile per incrementare l’innovazione, avviando strutture che abbiano l’obiettivo di creare a livello regionale un sistema sinergico di sviluppo puntando sulla vocazione tecnologica specifica. La Regione Campania ha scelto la tecnologia relativa all’ingegneria dei materiali polimerici e compositi per le potenzialità che la caratterizzano, per le competenze scientifiche attive, per gli interessi industriali evidenziate.Leggi tutto

Knowledge Clusters in Japan

Ludovico Ciferri ha illustrato come è stato impostato in Giappone lo sviluppo dell’iniziativa Knowledge Cluster: dal ruolo determinante della Science Technology, attraverso una descrizione più dettagliata di come si è sviluppata l’iniziativa, che in Giappone produce principalmente conoscenza, è giunto ad esaminare l’incisività del ruolo che hanno i cluster industriali.Leggi tutto

ICAR. Un laboratorio di e-government per cooperare

E' il titolo da cui partire per poter affermare come un progetto (ICAR) che ha come suo punto di forza la cooperazione istituzionale, possa favorire il ridisegno, con facilità e coerenza, del modo di interagire tra gli altri attori del sistema che, oltre alla PA (anche come utente) sono i Centri di ricerca, le Società ICT pubbliche e le imprese che producono ed erogano servizi per innovare e crescere nei servizi della PA.

Ricerca ed innovazione: la necessità di programmare il futuro

Per Mario Alì, quando si parla di innovazione nel sistema Paese, l’attenzione deve essere posta sulla crescita qualitativa dell’individuo attraverso la ricerca e la formazione. In passato le maggiori speranze nella globalizzazione erano riposte non tanto sul mercato unico e sullo scambio delle merci, quanto sullo scambio delle conoscenze e delle intelligenze. In Italia ciò non è avvenuto e ci troviamo per questo con una cronica incapacità di programmare il futuro.Leggi tutto

Il ruolo della finanza nella crescità di attrattività del sistema Paese

Scarsa possibilità dei talenti di svilupparsi, gestione burocratica dell’informazione, mancanza di strategia e di internazionalizzazione delle problematiche, queste sono le cause fondamentali della regressione del nostro Paese nella capacità di attrarre ricercatori rispetto a Paesi come la Spagna che, in passato, non erano considerati attrattivi. La ricetta per risalire la china, quindi, deve contenere scelte strategiche e politiche che puntino sulla ricerca, sullo svecchiamento della burocrazia e, soprattutto, sula partecipazione del mondo della finanza alla crescita del sistema Paese.

Le attività di Intesa Sanpaolo per supportare la PA nello sfruttamento delle opportunità del 7° programma quadro

Alessandra Perrazzelli apre il convegno sul 7° programma quadro e la strategia di innovazione del Paese, sottolineando come la Pubblica Amministrazione sia per le aziende un intermediario fondamentale sul territorio per ciò che riguarda le opportunità offerte dalla Comunità europea. La presenza di Intesa Sanpaolo al dibattito dimostra la volontà di fornire alla PA gli strumenti per sfruttare in maniera più efficiente i finanziamenti a disposizione per la ricerca.Leggi tutto