Cerca: Atti FORUM PA 2008, qualità della convivenza

5 risultati

Risultati

Disabilità e convivenza nelle città delle moltitudini

Le nostre città e la società, più in generale, sono pronte a nuove forme di convivenza che non isolino, ma integrino pienamente le persone disabili? Dalla relazione di Pietro Barbieri emerge un quadro ancora pieno di contraddizioni, in cui la strada da percorrere sembra ancora molto lunga anche se punteggiata, qua e là, da esempi virtuosi.Leggi tutto

Città e nuove convivenze: le analisi, il governo, l’impegno e le esperienze per la città delle moltitudini

Le città sono un insieme diverso di soggetti, interessi e singoli più o meno variamente associati; insomma un arcipelago di isole unite da interessi e fortemente in movimento. Carlo Mochi Sismondi, introducendo il convegno "Città e nuove convivenze", sottolinea come negli ultimi anni questo fenomeno di trasformazione e "mobilità" delle città si sia accentuato, anche per via dell'entrata in scena di nuovi soggetti che, sempre più numerosi, stanno influenzando la percezione del quotidiano: basti pensare al fenomeno dell'immigrazione.Leggi tutto

La comunicazione di fronte ai problemi delle nuove convivenze metropolitane

Le nuove convivenze nascono da processi di trasformazione conflittuali, che pongono nuove responsabilità a chi, essendo in grado di leggere e interpretare la realtà, dovrebbe accompagnare i processi decisionali. Bisogna, quindi, guardare a una nuova stagione della comunicazione di pubblica utilità. Appare chiaro come la percezione, ad esempio della sicurezza, spesso non corrisponda ai dati reali sui crimini commessi: è solo colpa dei giornalisti?

Leggi tutto

Sicurezza urbana: l'importanza del confronto tra i diversi attori

Introducendo i lavori della prima Conferenza Regionale sulla Sicurezza nel Lazio, Bruno Manzi sottolinea l'importanza di questa iniziativa, come momento di incontro in cui concertare le politiche per la sicurezza da parte di tutti gli attori che governano e vivono il territorio. Sono molte le sfaccettature del tema sicurezza, che riguardano non solo la repressione, ma anche la percezione e quindi lo stato dei luoghi, la vivibilità e il controllo del territorio anche da parte dei cittadini che lo vivono.Leggi tutto

I contenuti strutturali nel Nuovo Piano e la Metropolizzazione del territorio

Federico Oliva illustra i contenuti strutturali del Nuovo Piano intendendo con esso non il modello della riforma – e cioè l’articolazione del Piano in componente strutturale e componente operativa – ma l’aggiunta a quel modello di nuovi temi e nuove responsabilità che vengono da uno scenario territoriale che nel frattempo si è evoluto a causa della metropolizzazione del territorio, ovvero di quel fenomeno di insostenibile esplosione della città che mette in crisi il concetto di Piano Comunale strettamente riferito ai confini amministrativi tradizionali.