Cerca: Atti FORUM PA 2009, partnership pubblico-privato

Risultati 11 - 20 di 28

Risultati

La standardizzazione al centro dell’innovazione della PA

In questo breve intervento, Augusto Abbarchi richiama il tema della creazione di valore, come obiettivo della collaborazione pubblico-privato nello sviluppo dell’Ict e dell’e-gov, e quello della standardizzazione. Quest’ultimo viene identificato come centrale per l’innovazione nell’amministrazione pubblica, perché potrebbe portare, da un lato una semplificazione organizzativa, dall’altro una razionalizzazione delle piattaforme informatiche e, quindi, degli investimenti.Leggi tutto

Ict, project financing e gare pubbliche

Nel suo intervento, Martucci riprende diversi spunti emersi nel corso della tavola rotonda “Pubblico e privato insieme per uscire dalla crisi con l’innovazione”: le difficoltà nell’applicazione del project financing all’interno del settore Ict, i meccanismi di finanziamento alternativi che possono servire per sostenere progetti pubblici di ampia portata, il risk sharing, il ruolo di controparte forte che dovrebbe avere la PA nella gestione dei contratti con le aziende, la semplificazione nella definizione e gestione delle gare, la necessità di diminuire il numero dei contenziosi improduttivi, Leggi tutto

Generare valore e indirizzare le tecnologie per uscire dalla crisi con l’innovazione

Fare squadra e fare sistema è l’esigenza principale da cui si parte per avviare il discorso del rapporto pubblico-privato e della loro collaborazione per superare la crisi. È necessario mettere in gioco diverse conoscenze, competenze e capacità progettuali. Quando ci troviamo davanti componenti di ampio respiro come quelle rappresentate dal piano di e-gov di cosa abbiamo bisogno? Secondo Sergio Rossi la risposta sta in due fattori: la capacità progettuale della PA, che deve puntare alla generazione di valore aggiunto, e la capacità delle aziende di indirizzare le tecnologie.Leggi tutto

Piano di e-gov 2012: quali spunti per la collaborazione pubblico-privato?

Nel primo intervento Dal Co riassume i punti centrali dell’incontro da lui moderato: la possibilità di utilizzare anche per i servizi Ict nuove forme che fanno riferimento al project financing; la riduzione del contenzioso sugli appalti pubblici; la trasparenza e la semplificazione delle gare, in modo che ci sia una riduzione di oneri, tempi e pesantezza della documentazione che le imprese devono fornire alle amministrazioni; la definizione di standard di interoperabilità che consentano alle amministrazioni di parlare tra loro e con cittadini e imprese.Leggi tutto

Pagamenti e gare: i punti dolenti per le aziende che lavorano con la PA

Il ritardo nei pagamenti da parte della PA e la gestione delle gare sono i due aspetti più problematici sollevati da Alberto Tripi nel presentare il punto di vista delle aziende di Confindustria sulla collaborazione pubblico-privato per uscire dalla crisi.Leggi tutto

Il know how dell’Antitrust per le imprese confiscate alle mafie

Luigi Fiorentino incentra il suo contributo sulla necessità di condizioni che rendano più virtuosi i meccanismi di appalto: proporzione tra bandi e requisiti rispetto agli obbiettivi, trasparenza del sottosoglia, tutela del know how interno alle P.A., protagonismo delle associazioni imprenditoriali, ridimensionamento dell’in house, vigilanza sull’istituto dell’avvalimento e snellimento delle procedure nei rapporti tra i livelli istituzionali.Leggi tutto

Diffondere le best practice per promuovere una cultura della valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico.

Viviamo un momento di crisi globale e del mercato immobiliare in particolare, per questo motivo promuovere casi di eccellenza come quello della valorizzazione del patrimonio della Regione Siciliana, vuol dire contribuire a diffondere strumenti che aiutano a risparmiare e a liberare energie per lo sviluppo. Grazie ad un'attenta e condivisa politica immobiliare, infatti, sarà possibile limitare gli effetti negativi dell'attuale fase economica.Leggi tutto

Adriano Olivetti, imprenditore schumpteriano

Sergio Ristuccia, autore del libro, riporta la sua esperienza di Segretario generale dell Fondazione Olivetti. Nel tracciare i tratti salienti della figura schumpteriana di Adriano Olivetti, ne sottolinea le intuizioni, ancora molto attuali, in campo politico e sociale.

La visione di IBM

Definendo la sua azione attraverso i risultati attesi dalla collettività, il piano E-Government 2012 impone al mercato un’inversione di approccio: il passaggio da una logica dell’offerta ad una logica della domanda.Leggi tutto

Il sito web del Ministero dell’Interno. Il punto di vista di HMS IT – Gruppo Labinf .

La pubblica amministrazione ha una sempre maggiore necessità di avere a disposizione tecnologie che le consentano di comunicare con il pubblico in modo efficiente ed efficace. Tuttavia la tecnologia rimane sempre un mezzo e il mezzo, da solo, non basta. E’ infatti la modalità con cui la tecnologia viene utilizzata che fa la differenza tra un fallimento comunicativo e una comunicazione efficace.Leggi tutto