Cerca: Atti FORUM PA 2009, formazione

Risultati 41 - 50 di 53

Risultati

Introduzione al 12° Rapporto sulla formazione nella PA

Valeria Termini, direttrice SSPA, introduce il 12° Rapporto sulla formazione nella PA. Il rapporto, redatto in collaborazione con ASFOR, FORMEZ, Istituto Tagliacarne, AIF e tutte le amministrazioni direttamente coinvolte, si presenta come un’importante strumento per la programmazione della formazione presso la PA.Leggi tutto

Le Pari opportunità nella Pubblica amministrazione come strumento per il superamento dei divari di conoscenza

Presentazione di un progetto di formazione, realizzato attraverso moduli di e-learning, che ha coinvolto Regione Liguria, Università degli Studi di Genova, ARPAL (Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente Ligure) e DATASIEL come ente esecutore.Leggi tutto

La formazione nella PA. L'esperienza per il Mezzogiorno

Un'importante testimonianza di ex alunni dei corsi 2006-2008 sull'importanza di una formazione adeguata all'interno della PA. Il Programma Empowerment mira allo sviluppo del Mezzogiorno puntando sulla formazione dei dipendenti pubblici.

Presentazione 12° Rapporto sulla formazione nella Pubblica Amministrazione

Massimo De Cristofaro, responsabile Settore Metodologie Innovative per la Formazione della SSPA, presenta il 12° rapporto sulla Formazione della Pubblica Amministrazione. I dati presentati consentono di avere una visione sull’andamento degli investimenti e dei costi per la formazione facendo emergere, con l’analisi incrociata dei dati, criticità e virtù .

La crisi del governo della formazione pubblica: alcune tappe legislative

Anna Armone – UFPPA - indaga l’aspetto prettamente giuridico del “Progetto Competenze”, percorrendo le tappe legislative salienti (dalla direttiva Frattini, al titolo v° della Costituzione; dall’articolo accessorio 165-7bis al decreto legislativo 300) lungo le quali si assiste alla graduale scomparsa della consegna, dagli Enti Locali e dalle Amministrazioni Centrali, dei piani formativi e i relativi piani di investimento.Leggi tutto

Magellano: condivisione della conoscenza e informazione ai cittadini

La realizzazione del progetto Magellano, avviato negli ultimi due anni dal Dipartimento della Funzione Pubblica, implica un grande cambiamento culturale all’interno della Pubblica amministrazione, perché chiede a dirigenti, funzionari e dipendenti di mettere a fattor comune esperienze e informazioni che, in precedenza, ognuno tendeva a tenere per sé.Leggi tutto

Potere di indirizzo e coordinamento per la formazione del personale pubblico

La necessità di assicurare l’efficienza all’azione amministrativa attraverso un’adeguata formazione professionale è strettamente correlata agli sviluppi dell’autonomia. La legge costituzionale 3/2001 e la relativa legislazione attuativa esprimono una forte responsabilità legata alle Pubbliche Amministrazioni. Lungo questo percorso legislativo e per competenza residuale, le Regioni risultano responsabili della formazione dei dipendenti pubblici, dove per formazione si intende la precondizione necessaria per assicurare all’utente della PA il servizio essenziale.Leggi tutto

Introduzione al convegno e presentazione del “Progetto Competenze”

Gianni Agnesa, FORMEZ, presenta il “Progetto Competenze”, un progetto partito nel dicembre 2007 sotto l’indirizzo del Ministro Nicolais e poi fatto proprio nella primavera del 2008 dal Ministro Brunetta. L’obbiettivo del progetto è stato quello di approfondire lo stato della formazione nella funzione pubblica e nelle competenze sotto due direttive: giuridica e professionale.Leggi tutto

Potere di indirizzo e coordinamento per la formazione del personale pubblico

Giovanni Coinu, Università degli Studi di Cagliari, percorre le tappe legislative salienti alla ricerca del soggetto competente in materia legislativa e amministrativa nell’ambito della formazione pubblica e dei pubblici dipendenti.Leggi tutto

Riqualificazione della domanda di Formazione nella PA

Antonio Naddeo, Capo Dipartimento della Funzione Pubblica, pone l’attenzione su un aspetto particolare della formazione: la domanda. Molto spesso, infatti, la richiesta di formazione non proviene dall’amministrazione in funzione ad un programma formativo strategico, redatto a partire da un’analisi dei fabbisogni, ma da una richiesta del singolo funzionario o dirigente, che sceglie personalmente, e spesso non in funzione ad una utilità amministrativa, il corso formativo da frequantare.Leggi tutto