Cerca: Atti FORUM PA 2010

Risultati 51 - 60 di 938

Risultati

La tassazione ai fini ICI delle aree edificabili: l’esperienza del Comune di Cervia

La tassazione delle aree fabbricabili ai fini ICI costituisce da sempre uno degli ambiti applicativi più complessi e particolari dell’Imposta Comunale sugli Immobili e conseguentemente potenzialmente più esposti all’alea del contenzioso.

      In questa consapevolezza, senza pretesa o presunzione alcuna, si inserisce l’esperienza regolamentare, concertata e partecipata, del Comune di Cervia.

Intervento al convegno "Correttezza, trasparenza, efficienza. Una nuova guida operativa per i contratti pubblici"

Ferruccio Sepe esprime alcune considerazioni sul manuale operativo per la gestione dei contratti pubblici nato dall'esigenza di una guida pratica per l'operatore della Presidenza del Consiglio. L’attività contrattuale rappresenta una parte molto significativa dell’attività amministrativa che si svolge all’interno della Presidenza. Ferruccio Sepe si sofferma sulla scarsa attenzione alla standardizzazione dell'attività, sostenendo che in una logica "sartoriale", seppur necessaria per certi aspetti, si corre maggiormente il rischio di sbagliare.

Leggi tutto

Intervento al convegno "Correttezza, trasparenza, efficienza. Una nuova guida operativa per i contratti pubblici"

L'idea di un manuale operativo per i contratti pubblici di servizi e forniture nei settori ordinari nasce in seguito ad un corso di formazione, tenuto presso la SSPA, per i dirigenti ed i funzionari della Presidenza del Consiglio, in un'ottica diversa rispetto ai contributi scientifici già esistenti in materia di appalti pubblici.

Leggi tutto

Linee guida per la redazione dei bandi di gara - lavori pubblici -

Uno degli aspetti più delicati del ciclo di realizzazione dell’appalto pubblico riguarda la fase dell’evidenza pubblica nella quale la stazione appaltante entra in “contatto qualificato” con il mercato e in particolare con gli operatori economici che aspirano all’aggiudicazione delle commesse pubbliche; è questa la fase nella quale la stazione appaltante è tenuta a proteggere il valore della concorrenza mediante la costruzione di regole di selezione del contraente ispirate alla trasparenza, imparzialità e pubblicità.

Leggi tutto

Intervento al convegno "Correttezza, trasparenza, efficienza. Una nuova guida operativa per i contratti pubblici"

Arduino D'anna definisce il manuale operativo per la gestione dei contratti "molto di più di una guida pratica": da un lato può costituire un punto di inizio per chi si accinge allo studio della materia degli appalti e dall'altro lato rappresenta un vademecum valido e utile per tutti gli attori della PA che quotidianamente si confrontano in questa materia.

Leggi tutto

Intervento al convegno "Correttezza, trasparenza, efficienza. Una nuova guida operativa per i contratti pubblici"

Alessandro Botto sostiene che ci sono troppe stazioni appaltanti: più di tredicimila sul territorio nazionale e molte di queste sono di piccole e medie dimensioni che non hanno il know how, la conoscenza e le professionalità e che si trovano ad affrontare una materia oggettivamente molto complessa. Da qui la necessità di un ripensamentento verso una diminuzione delle stazioni appaltanti perchè solo la grande stazione appaltante può permettersi "il lusso" di farsi un manuale operativo come quello presentato in questo convegno, utile e soprattutto di orientamento per gli operatori.

Intervento al convegno "Correttezza, trasparenza, efficienza. Una nuova guida operativa per i contratti pubblici"

Giuseppina Perrozzi presenta il primo volume della Guida pratica del Dipartimento delle risorse umane della Presidenza del Consiglio per la gestione dei contratti pubblici di servizi e di forniture. Il manuale vuole essere un contributo per chi opera all'interno della Presidenza. La scommessa è di dare un significato nuovo alla formazione, "una formazione per l'azione" e non semplicemente un processo formativo culturale e intellettuale del personale. Il manuale operativo è stato realizzato con lo scopo

Leggi tutto

Il Network giovanile contro il razzismo

Paola Di Lazzaro racconta il progetto Network anti discriminazioni razziali che mira ad una possibilità di intervento su target giovani che, come risulta da recenti analisi, è quello più colpito da paura e pregiudizio verso gli  stranieri.

Nasce quindi l'idea di un network di volontariato civico.
 Si partirà con una formazione di livello normativo e dalla realizzazione di iniziative cittadine a forte impatto emotivo e comunicativo con l'obbiettivo di creare delle antenne territoriali che garantiscano un ulteriore aiuto per l'attività dell'UNAR.

Collaborazione tra UNAR e Linea Amica

Linea Amica si avvale molto del sistema territoriale integrato ovvero di una rete tra le varie strutture del territorio per una collaborazione operativa  che dia forza all'intero sistema di risposta al cittadino. Linea Amica rappresenta un punto di riferimento per il cittadino grazie all'attenzione per la qualità del servizio e alla quantità delle opportunità di raggiungerlo.

Leggi tutto

Presentazione del nuovo modello organizzativo UNAR

Giovanni Trovato ricorda le funzioni di UNAR fissate nel D.lgs. 215/03 divise in quattro macroaree:

  1. Prevenire comportamenti che realizzino un effetto discriminatorio
  2. Rimozione delle situazioni che comportano discriminazione
  3. Promozione di azioni positive
  4. Compiti di monitoraggio

A partire dal 2009 si è avviata una nuova fase di sviluppo dell'UNAR con una serie di azioni tendenti a creare reti territoriali di cui l'ufficio centrale è coordinatore, attraverso protocoli di intesa e protocolli operativi.

Leggi tutto