Cerca: Atti FORUM PA 2011, lavoro pubblico

9 risultati

Risultati

Quale formazione per la PA riformata: meno risorse e innovazione dei processi e delle strutture

Come si affronta il taglio delle risorse destinate alla formazione nella pubblica amministrazione? Accettando prima di tutto il fatto che è necessario un cambiamento, anche perché i fondi non verranno ripristinati e, quindi, innovando l’organizzazione interna delle strutture che si occupano di formazione. Questa la riflessione di Giovanni Tria che sottolinea come l’innovazione del processo formativo rientri nel quadro più generale della riforma della PA.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra

Leonello Tronti introduce il convegno su “La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra” lanciando lo spunto centrale di riflessione: la necessità di contemperare due spinte, da una parte la spinta al cambiamento imposta alla riforma, che richiede formazione e sviluppo di nuove competenze, dall’altra la spinta al contenimento dei costi, che si è esercitata in modo drastico con l’articolo 6 comma 13 del d.l. 78/2010 (manovra economica) che ha disposto un taglio del 50% rispetto al 2009 delle spese per la formazione dei dipendenti pubblici.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: quali spunti per garantire economicità ed efficacia

Antonio Naddeo tira le conclusioni del convegno su “La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra” sottolineando come il taglio delle spese per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010 abbia stimolato e favorito l’ingegno dei soggetti impegnati nella formazione. Tante le idee e le esperienze emerse nel corso del convegno.

Leggi tutto

Il contributo dell'INPADP alla stabilizzazione del sistema pensionistico.

Paolo Crescimbeni illustra gli interventi avviati dall’INPDAP per dare il proprio contributo alla stabilità del sistema pensionistico, che per lo più si sono concentrati nell’adeguarsi in maniera rapida ed efficiente alle nuove norme in materia di trattamento pensionistico dei dipendenti pubblici. Nella sua analisi Crescimbeni si sofferma sul fatto che nell’ambito del lavoro pubblico la previdenza complementare non è ancora riuscita a decollare ed è per questo che l’istituto sta avviando una serie di iniziative di comunicazione indirizzate ai propri utenti

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza di ANCI

Annalisa D'Amato sottolinea come il taglio delle spese per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010 si sia inserito in un contesto in cui, al contrario, la domanda di formazione è molto forte, soprattutto da parte degli enti locali. Questi da una parte si trovano impossibilitati a un ricambio generazionale del personale, visto il blocco delle assunzioni, dall'altra devono tenersi al passo con continui cambiamenti normativi. Questo quadro richiede una reingegnerizzazione dei processi interni delle amministrazioni locali.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza dell'UPI

Più responsabilità, date le riforme intervenute negli ultimi anni, e meno risorse, visti i tagli che pesano sugli enti locali: questo il quadro che si presenta al sistema delle province, che ogni anno diminuisce la sua spesa di circa un miliardo di euro rispetto ai 15 miliardi del 2007. Gaetano Palombelli, nel riportare questi dati, sottolinea come i tagli non colpiscano solo gli sprechi ma anche i servizi. Per quanto riguarda la formazione, oltre al taglio delle spese disposto all’articolo 6 comma 13 del decreto legge n.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza della SSPAL

La relazione illustra l’esperienza della SSPAL - Scuola Superiore Pubblica Amministrazione Locale, le cui attività sono rivolte ai Segretari Comunali e Provinciali, agli Amministratori locali e ai Dirigenti dell’Amministrazione locale. In questo ambiente, sottolinea Carlo Garofani, il taglio delle spese per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010 si è fatto sentire in maniera ancora più pesante, dato che gli enti locali avevano già subito tagli alla formazione.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza di Civilscuoladife

Civilscuoladife (Scuola di formazione e perfezionamento del personale civile della Difesa) ha già siglato un accordo con la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (SSPA) per collaborare alla realizzazione di attività formative destinate ai dirigenti e funzionari del Ministero delle Difesa e agli ufficiali delle Forze Armate. È proprio questo sforzo di coordinamento che Massimo Mangani sottolinea parlando di come affrontare il taglio delle spese per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Alessandra Gasparri racconta come ha reagito la Presidenza del Consiglio dei Ministri al taglio delle spese per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010. Dopo l’inevitabile choc iniziale dovuto al taglio drastico, si è cercato di riorganizzare i processi di formazione attraverso una diversa organizzazione interna che consentisse di mantenere elevati standard di qualità. L’amministrazione ha scelto quindi di predisporre un programma di formazione interna vasto e articolato.

Leggi tutto