Cerca: Accountability, valutazione e misurazione

Risultati 31 - 40 di 50

Risultati

Processo di programmazione e controllo

Presso la ASLn.3-Umbria ha preso il via un nuovo processo di Programmazione e Controllo con lo scopo principale di tracciare le linee strategiche aziendali e le priorità di intervento, ponendo attenzione alle direttive di programmazione  e controllo regionale.A tal fine è stata definita ed applicata una nuova metodologiadel processo di budgeting, con attenzione alle politiche per il miglioramento della qualità assistenziale nel suo complesso.

Leggi tutto

Cicli della performance: la riforma Brunetta secondo G.U.R.U.

La nuova disciplina del pubblico impiego introdotta con la legge 15/2009 poggia su alcuni capisaldi che dovrebbero divenire patrimonio fondamentale di ogni Amministrazione: la definizione degli obiettivi della Amministrazione, coerenti con gli obiettivi strategici dettati dalla politica; l’allocazione delle risorse idonee al raggiungimento degli obiettivi; il monitoraggio in itinere del processo; la valutazione dell’organizzazione e delle performance individuali; l’implementazione di sistemi premianti; la  rendicontazione e la trasparenza. Per rispondere a queste specifiche esigenze è nec

Leggi tutto

SAP Performance Management. La soluzione SAP per la Valutazione e per la Gestione delle Risorse Umane

Introdurre nella propria organizzazione modelli di gestione, valutazione e misurazione della performance, mirati alla valorizzazione del merito, all’ottimizzazione della produttività, all’efficienza e alla trasparenza, è diventato un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione, a seguito delle recenti normative in materia (Dlgs.150/09).

Leggi tutto

La catena del merito e i sistemi valutativi in Sanità: G.U.R.U. e la riforma Brunetta

La legge 15/2009 ed i decreti ad essa collegati hanno introdotto con forza anche nella Pubblica Amministrazione, e quindi anche nel mondo della Sanità, concetti come la valutazione del personale basata su indicatori di produttività, misuratori della qualità del rendimento, confronto della produttività, e  richiamato dirigenti e direttori alla concessione di premi e riconoscimenti sulla base anche del merito del singolo dipendente.

Leggi tutto

Valutazione della customer satisfaction attraverso gli emoticons: l’esperienza dell’INPS

L’INPS è il più grande ente erogatore di servizi del Paese, il suo Presidente Mastrapasqua racconta di come abbia, fin dall’inizio, aderito con entusiasmo all’iniziativa degli emoticons per rilevare la soddisfazione degli utenti dividendo la rilevazione tra gli sportelli, il web e il contact center.Leggi tutto

"Mettiamoci la faccia”: l’innovazione nella customer satisfaction

Il Ministro Brunetta presenta l’iniziativa di customer satisfaction “Mettiamoci la Faccia” come un singolo tassello dell’intera riforma della Pubblica Amministrazione, per la realizzazione della quale a suo avviso i tempi sono ormai maturi. “La meritocrazia è finalmente nata” dice Brunetta e gli emoticon permettono di dare voce ai cittadini su ogni transazione che si svolge tra l’utente e la Pubblica Amministrazione.

Misura PA: semplicità, significatività esterna e obiettività. La cultura degli indicatori.

Il Piano eGov 2012 è un progetto di tipo organico che deve guidare le realizzazioni dell'innovazione nella PA. Non è banale: ancora fino a ieri molte attività erano ancora di tipo prototipale e sperimentale e ben poco c'era di realizzato e organico che i cittadini potessero sperimentare e misurare. Il Piano ha 27 obiettivi che si articolano in più di 80 progetti. L'obiettivo 19 si intitola "trasparenza ed efficienza della PA". Esattamente in questo obiettivo 19 si inquadra perfettamente il progetto "Misura PA", un'idea eccellente, dai risultati incredibili.Leggi tutto

Mettiamoci la faccia. Il customer focus del Comune di Bolzano

Come la misurazione della qualità entra nella gestione? Caramaschi risponde illustrando la riorganizzazione del Comune di Bolzano, che ha portato da 13 a 7 dirigenti apicali, attraverso l’aggregazione per macro processi e attività omogenee, il controllo di gestione secondo le indicazioni europee, il piano di sviluppo strategico, il quadro di qualità in cui rientrano carte dei servizi e rilevazione della soddisfazione.

PA 2.0, una metafora utile in tempo di crisi

“Quelli che con una bella dormita passa tutto… anche il cancro, oh yes!” cantava nel 1975 un ispirato Enzo Jannacci in una ballata passata alla storia. Il verso mi torna in mente ascoltando tanti discorsi di esperti e politici che parlano di come uscire dalla crisi. In realtà, a quel che dicono, la panacea ci sarebbe: basterebbe avere fiducia, essere ottimisti, pensare positivo…insomma una bella dormita! Temo che le cose siano invece un po’ più complicate e che la fiducia non cresca come erba spontanea dei campi, ma vada pazientemente coltivata.
Proviamo allora, ancora una volta nel nostro orticello e con tenace caparbietà, a fare un esercizio per capire come può e deve cambiare la PA perché questa fiducia nasca e metta radici. 
Questa volta lo faccio aiutandomi con una parola di moda che è insieme anche una metafora di quel che voglio dire. il “web 2.0” [1]

Leggi tutto
  • Cod. 11S
  • 15/05/2008
  • 10:00 - 13:00

Storia di un impiegato e di una bomba: il lavoro pubblico e la crisi di credibilità della pubblica amministrazione