Cerca: wi-fi e wi-max

Risultati 51 - 60 di 94

Risultati

Messina e l'hot spot gratuito

A fine Luglio Messina ha presentato il primo hot-spot Wi-Fi gratuito della città. L´infrastruttura sperimentale, realizzata nella centrale piazza Cairoli grazie alla collaborazione gratuita dell´operatore Wi-Max Linkem S.p.A., è la prima esperienza offerta ai cittadini che, previa autenticazione, accederanno a costo zero al mondo di Internet.

Leggi tutto

Ad Alghero in spiaggia col Wi-Fi

Il Comune di Alghero ha presentato un’ importante iniziativa nell’ambito del programma SurfInSardinia, il progetto della Regione Sardegna volto a consentire l’accesso a internet e ai servizi on line erogati dalla pubblica amministrazione tramite tecnologia wireless.

Leggi tutto

INAIL Mobile

Il progetto nasce dall’analisi del contesto attuale da cui si evince che il canale mobile rappresenta sempre più strumento di navigazione e fruizione ed un ulteriore elemento di contatto sul quale offrire servizi. La percezione è rafforzata dall’ultima customer satisfaction in cui emerge la richiesta da parte dell’utente di una maggiore possibilità di accedere alle informazioni relative alle sedi ed alle iniziative dell’INAIL. L’erogazione di servizi informativi e dispositivi per “mobile” è possibile mediante un apposito framework tecnologico.

Leggi tutto

"Provincia Wi-Fi": a Roma altri 250 hot spot per navigare gratis

Roma punta a diventare la città con l'area wi.fi libera più vasta d'Italia, e lo fa con un programma di sviluppo ambizioso del piano "Provincia Wi-fi". 7 milioni di euro per raggiungere 3 obiettivi:

Leggi tutto

La Carta dei cento per il libero WiFi

Il 31 dicembre prossimo scadrà il decreto Pisanu (già prorogato di un anno rispetto alla sua scadenza originaria del dicembre 2008) che, sostanzialmente, vietando il collegamento ad internet in forma anonima nei luoghi pubblici, limita in maniera severa l’utilizzo e l’estensione dell’accesso alle reti wi-fi gratuite o pubbliche.
In vista di questa scadenza quattro blogger (Sergio Maistrello, Alessandro Gilioli, Guido Scorza e Raffaele Bianco) hanno lanciato un appello (siglato da 100 professionisti) affinché la legge venga lasciata scadere.
Nel frattempo anche in parlamento qualcuno si muove: è l'Onorevole Roberto Cassinelli (PdL) che ha presentato una proposta di legge per "ammorbidire il Decreto Pisanu.

Leggi tutto

Le azioni della Community Network Emilia-Romagna contro il Digital e Knowledge Divide

Stefano Alvegna riporta le soluzioni adottate dalla Community Network Emilia-Romagna sul problema del Digital e Knowledge Divide. La Community Network Emilia-Romagna vanta ad oggi una copertura del servizio a bada larga pari al 91% della popolazione, con una stima del 95% entro dicembre 2009.Leggi tutto

Servizi a banda larga al centro dello sviluppo

Le Pubbliche Amministrazioni Locali devono giocare un ruolo sempre più importante nello sviluppo di reti e servizi di comunicazione, in quanto rappresentano un elemento primario di qualificazione del territorio. La rete a banda larga è l’infrastruttura fondamentale per dare un ulteriore impulso allo sviluppo economico e sociale del paese, garantendone la competitività futura.Leggi tutto

Il Programma ICT4University

Scuola e università occupano le prime posizioni degli obbiettivi settoriali del piano E-Government 2012. Paolo Donzelli, Coordinatore dell’ufficio II- Studi e Progetti per l’innovazione digitale, presenta il programma ICT4University finalizzato ad incrementare l’efficacia e l’accessibilità dei sistemi di istruzione, a semplificare le relazioni amministrative e a realizzare la condivisione dei dati e l’automazione dei flussi amministrativi.Leggi tutto

ICT4University. Il caso dell’Università La Sapienza.

Dopo un prima fase dedicata all’implementazione delle strutture e quindi al completamento della rete WiFI, l’Università La Sapienza sta convogliando i propri sforzi verso l’implementazione dei servizi, così come richiesto dal programma ICT4University. Il punto focale per l’Università La Sapienza è la verbalizzazione digitale degli esami. Il servizio attualmente offerto, come accade per l’Università di Ferrara, è semi-dematerializzato, ossia prevede la gestione degli appelli e la registrazione dei voti on-line e l’uso del supporto cartaceo per la firma e la conservazione.Leggi tutto

ICT4University all’Università di Ferrara

L’Università di Ferrara – UNIFE – partecipa al programma ICT4University previsto dal piano E-Government 2012 con l’obbiettivo di informatizzare i servizi offerti dall’Ateneo, quali le procedure di verbalizzazione degli esami e lo sviluppo di una rete VoIP per gli studenti, ed estendere la rete WiFi dall’ateneo alla città, attraverso una convenzione con il Comune di Ferrara.Leggi tutto