Cerca: Efficienza, Atti FORUM PA 2008

Risultati 81 - 90 di 204

Risultati

Bilancio e contabilità della Repubblica: strumenti inadatti o male utilizzati?

È necessaria la riforma del bilancio dello Stato? O non c’è piuttosto un cattivo uso degli strumenti già a disposizione, per cui c’è una falsa esigenza di modificare questi strumenti?

Leggi tutto

La valutazione del lavoro pubblico: le problematiche da affrontare

La valutazione dell'attività è uno degli aspetti centrali su cui si dovrebbe puntare per cercare di dare efficienza alla Pa. Tuttavia per raggiungere questo orientamento al risultato le pubbliche amministrazioni devono prima fare un salto di qualità, affrontando alcuni aspetti problematici. L'elemento chiave è innanzitutto l'individuazione di obiettivi, indicatori e parametri sulla cui base fare poi la valutazione dei risultati.

Leggi tutto

Le condizioni per un partnership virtuosa tra pubblico e privato nella costruzione della PA digitale

Per Gianluigi Spadaccia è giusto ripartire dalla partnership pubblico privato per rendere possibili i grandi progetti del Paese. Tuttavia, perché tale rapporto sia corretto il cliente, quindi la PA, deve sapere chiaramente cosa pretendere dal fornitore e deve saper contrattare, anche dal punto di vista tecnico, il livello e la qualità dei servizi e delle prestazioni richieste alle imprese.

Leggi tutto

I risultati della seconda edizione del Premio

Così come nella prima, il Formez è stato coinvolto in modo attivo nella seconda edizione del Premio Qualità promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica. Il Presidente Flamment nota come a fronte del percorso lungo che ha da fare la Pubblica Amministrazione italiana ci siano molti casi di eccellenza su cui contare. Il Premio Qualità si è posto l’obbiettivo non solo di valorizzarne i singoli risultati ma di valorizzare i processi innovativi che hanno permesso il miglioramento continuo delle performance delle Amministrazioni valutate.

Interoperabilità e conoscenza al servizio dell'innovazione

Fabio Pistella spiega come la dimensione informatica possa rappresentare un’opportunità per porre la questione dell’attribuzione di responsabilità. Nella sua visione infatti gli ostacoli per la realizzazione di un sistema che renda davvero disponibili tutti i dati necessari in ogni sportello pubblico non sono di tipo tecnologico ma sostanzialmente di tipo organizzativo, normativo e culturale.

Leggi tutto

Il patrimonio informativo di Sogei come strumento cognitivo di supporto alle decisioni

L’Ufficio Studi di Sogei da settembre 2007 sta lavorando ad uno studio articolato sul federalismo fiscale, il Presidente Gilberto Ricci ne annuncia la prossima uscita e nel suo intervento individua tre aree per le quali il sistema informativo della Società può essere un importante strumento di sviluppo: l’area della perequazione, l’area della cooperazione amministrativa e quella della cooperazione informatica.Leggi tutto

Amministrazione, rendicontazione contabile e rendicontazione sociale: tre piani che devono dialogare

Nel 1993 l’allora ministro della funzione pubblica Sabino Cassese sottolineava: “l’amministrazione vive senza i conti, i conti senza l’amministrazione”, evidenziando come le amministrazioni progettassero le attività senza tener conto delle risorse, mentre le ragionerie si preoccupavano delle risorse senza poter però padroneggiare realtà amministrative molto diverse, conoscibili solo sul campo. Dopo 15 anni resta ancora lo scollamento tra finalità e costi, risultati e risorse, piani di attività e bilancio.

Leggi tutto

GU della Repubblica Italiana: nuovo processo di pubblicazione e archiviazione

Alfonso Andriani, co-attore del processo di dematerializzazione della PA, illustra il progetto GUFlow: un sistema che si inserisce nella strategia generale dell’egovernement della PA del governo italiano, che si allinea alle direttive europee. Il progetto è stato sviluppato tutto in sede del Poligrafico, in base ai nuovi linguaggi, diventati ormai uno standard europeo e un’acquisizione di carattere nazionale, a cui si sta dedicando anche la Presidenza del Consiglio dei Ministri presso il progetto del CNIPA per la trasmissione in via telematica degli atti normativi.

Leggi tutto

Innovare la Giustizia: un modello tra visione e realtà

Per Stefano Zan l’ammodernamento della Giustizia passa per la creazione di tensione all’interno della struttura, ovvero mettendo in movimento la volontà di cambiamento. Propone una applicazione del modello di Normann nella sua stretta relazione tra strategia e struttura, invitando a portare avanti un’attività di pianificazione orientata alla visione e al dato concreto nello stesso tempo. Nella giustizia, la visione è rappresentata dalla digitalizzazione completa, il dato concreto dai progetti già esistenti.

Leggi tutto

Il SIOPE (Sistema Informativo sulle operazioni degli Enti Pubblici) per il monitoraggio della finanza pubblica locale

L’orientamento del Paese verso un modello di Stato caratterizzato da un maggiore decentramento decisionale, amministrativo e fiscale richiede innanzitutto la disponibilità di un sistema informativo affidabile e completo per tutte le amministrazioni pubbliche. Ciò in considerazione del fatto che, nell’ambito della finanza pubblica, l’esistenza di vincoli comunitari implica che al decentramento delle responsabilità deve corrispondere il dovere da parte delle Amministrazioni di fornire una rendicontazione esaustiva veritiera e tempestiva. Leggi tutto