Cerca: Efficienza, fannulloni

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

La battaglia per riformare la PA e il Manifesto di de Finetti. Correva l'anno 1965

"Non bastano individuali ripulse contro l'imperante culto dell'imbecillità: occorre che confluiscano a formare un movimento eretico possente e fiammeggiante, occorre che vengano convogliate in una salutare congiura di quanti «cospirano per il bene dello Stato».  (...) L'azione «ufficiale» e quella «eretica» devono essere convergenti e non contrastanti, pur rimanendo indipendenti".
Riportiamo stralci significativi del Manifesto di battaglia contro il culto dell’imbecillità del matematico Bruno de Finetti, segnalato nel commento di una lettrice. Il Manifesto, del 1965, sottolinea con veemenza ma in modo quanto mai attuale i temi del dibattito su amministrazione dello Stato, responsabilità e orgoglio di esserne parte.

Leggi tutto

La riforma emozionale della PA

Open up and say AHHHH!!!!!

Photo by Michelle Brea

“Se Brunetta porta avanti un discorso di ristrutturazione della pubblica amministrazione non lo fa solo per ragioni di protagonismo, ma perché capisce che questo è il momento per riformare la PA. Penso, però, che non ci riuscirà perché il suo attacco è stato troppo emozionale e le emozioni, per natura, sono destinate a consumarsi, a decadere”.

A parlare è il sociologo Giuseppe De Rita, attento osservatore della società italiana.
Consapevoli che il discorso meriterebbe una trattazione specifica e che il riferimento al tema si innestava nella presentazione del rapporto Censis 2008 abbiamo comunque avvicinato il professore per porgli un paio di domande. 

Leggi tutto

Facciamo chiarezza sul disegno di legge delega “antifannulloni” approvato in Senato

E’ una “riforma epocale”, come dice Brunetta, o un provvedimento sbagliato che abbandona la contrattualizzazione, come dice la CGIL? E’ una vittoria della responsabilità bipartisan sulla PA, come l’astensione del PD porterebbe a credere, o invece si prepara una battaglia parlamentare in Aula? Vediamo di fare un po’ di chiarezza su questo provvedimento legislativo di grande rilevanza per tutto il comparto pubblico e di darvi tutti i documenti disponibili in modo che ognuno possa farsi la sua idea…e anche io non mi esimerò dal dirvi la mia.

Leggi tutto

Facebook, internet e social networking in ufficio, roba da fannulloni?

Un articolo interessante di Vittorio Zambardino ieri su Repubblica raccontava che qualche azienda e pubblica amministrazione italiana e straniera ha deciso di impedire ai propri dipendenti di usare Facebook in ufficio e ha anche chiuso o limitato molto l’accesso agli altri strumenti di social networking e, in alcuni casi, anche la libera navigazione su Internet. Motivo: distrae i dipendenti dal lavoro.
In questi giorni di discussioni sulle regole di base del comportamento nel pubblico impiego mi sembra un tema interessante.

Leggi tutto

Nonsolofannulloni.it: ma ha ancora senso la strategia delle buone pratiche?

Carissimi, mai come in questi giorni il dibattito sul nostro sito è stato acceso e ricco di spunti oltre che di diversi e spesso critici pareri. Nella rubrica “parliamo di…” cercheremo di raccontarveli sommariamente e di trarre qualche conclusione, qui vorrei, invece, dire la mia sulla strategia delle buone pratiche che il Ministro Brunetta ha rilanciato e che, anche con il nostro contributo, ha dato origine al sito e allo slogan “nonsolofannulloni”. Proverò quindi a dirvi come la penso, che c’entra FORUM PA e come pensiamo di proseguire.

Leggi tutto

Parole sue. La fase due illustrata dal Ministro Brunetta in conferenza stampa

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, presenta alla stampa il progetto "Non solo fannulloni" che apre la cosiddetta fase due della sua riforma della pubblica amministrazione. 100 progetti di eccellenza portati avanti da uffici e da dipendenti, funzionari e dirigenti pubblici, tutt'altro che fannulloni, pubblicati sul sito del Ministero per innescare un meccanismo al "rialzo" che spinga le eccellenze ad emergere e a farsi conoscere.

Leggi tutto

Non solo fannulloni!

È partita la fase due del “ciclone Brunetta”: premiare i migliori, riconoscere il merito.

Leggi tutto

Brunetta Fase Due!

Renato Brunetta

by Stefano Corso

Ora che si è consolidata la prima fase del lavoro di riefficientamento della macchina amministrativa, iniziata a pochissimi giorni dal suo insediamento, con quella che lui stesso ha chiamato la “lotta ai fannulloni”, il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha annunciato ieri, alle telecamere di Matrix, l'avvio della “fase due” della sua riforma. Banalizzando potremmo dire: dopo il bastone la carota.

Leggi tutto

'U pisc puzza da la capa

'U pisc puzza da la capa![1]: partendo da questa colorita espressione dialettale, comprensibile credo in tutta Italia, continuiamo la nostra discussione sulle politiche del nuovo Governo per recuperare efficienza ed efficacia nella PA. Grande sintonia, almeno sugli argomenti, tra il dibattito che si è acceso sul nostro sito con decine di commenti e di repliche (se volete lo trovate sulla stessa homepage di www.forumpa.it) e i discorsi ufficiali: entrambi puntano il dito sulla dirigenza pubblica (‘a capa, appunto) e sul modo in cui viene scelta, come causa di molte inefficienze e insieme come fattore chiave di qualsiasi riforma.

Ne ha parlato ieri il Ministro Brunetta aprendo il 4° corso-concorso per dirigenti proposto dalla Scuola Superiore della PA. Nei prossimi giorni riporteremo il testo completo, ma il succo del ragionamento del Ministro è che nella amministrazione manca il “datore di lavoro”.

Leggi tutto

I “fannulloni”: più che sfaticati, demotivati.

Come un fil rouge assolutamente casuale il Forum del Pubblico Impiego di ieri ha ripreso il tema dell’attenzione alle persone che tanto ci aveva colpito nel convegno inaugurale: quello che Isaac Getz chiamava attenzione ai confini dell’organizzazione, che Giuseppe De Rita definiva riconoscimento della responsabilità individuale, il professore della Bocconi, Giovanni Valotti, chiama il bisogno delle persone di sentire che il proprio lavoro è valutato e, in quanto valutato, serve a qualcosa e conta qualcosa.

Leggi tutto