Cerca: Governance, Atti FORUM PA 2009

Risultati 41 - 50 di 86

Risultati

I nodi da affrontare per realizzare gli obbiettivi del libro bianco

Mengozzi esprime l’apprezzamento di Federsanità per il libro bianco sul nuovo modello di welfare ma sottolinea l’esigenza di capire come passare dai contenuti alle azioni con essi compatibili. Integrazione fra le funzioni sociali e quelle sanitarie, integrazione dei processi nazionali e di quelli regionali, risorse certe a sostegno dei LIVEAS, fondo sociale e fondo sulla non autosufficienza sono alcuni dei nodi che Mengozzi indica da sciogliere per realizzare gli obbiettivi prefissi dal libro bianco.

L’industria farmaceutica dialoga con il welfare

Sergio Dompé sottolinea alcune incoerenze del sistema del welfare che reputa insostenibili in una fase importante di riforma come quella inaugurata dalla pubblicazione del libro bianco: la non calibratura fra la spesa previdenziale e la spesa sanitaria, le Regioni che procedono a tre velocità diverse e l’abbassamento del tetto di spesa sanitaria senza un uguale contributo chiesto a tutti i fornitori della sanità.Leggi tutto

Privatizzazione e innovazione tecnologica nel progetto SPC

Riproponendo gli obiettivi di SPC, giunto ormai a un buon grado di implementazione sul territorio nazionale, Caterina Cittadino apre nuove riflessioni: quali funzioni il mercato deve continuare ad espletare? Come definire un governo della rete che ne assicuri piena sicurezza? Quale è la funzione pubblica nel progetto?

Le proposte dei Comuni per il modello unico digitale dell’edilizia

La definizione e realizzazione del MUDE (Modello Unico dell’Edilizia - previsto dalla legge 80/2006) si inserisce all’interno del progetto “ELI_CAT - Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa”, finanziato nell’ambito del Programma Elisa. La relazione presenta la proposta avanzata dall’ANCI all’interno del Comitato che ha il compito di definire uno studio di fattibilità per il MUDE.Leggi tutto

Il federalismo fiscale per il rafforzamento del legame tra potere, consenso e responsabilità

Carlo Vizzini sottolinea come l’approvazione della legge sul federalismo fiscale rappresenti una svolta per l’organizzazione della Repubblica. I passi successivi per il raggiungimento di un nuovo e solido assetto istituzionale devono essere - a suo avviso - l’attuazione della riforma Brunetta sulla Pubblica Amministrazione, il varo della Carta delle Autonomie, la trasformazione del Senato in una Camera delle Regioni, la revisione dei regolamenti parlamentari e una nuova riforma tributaria che superi il ruolo della compartecipazione come strumento principale dell’autonomia finanziaria.

Governo del territorio e fiscalità locale: il ruolo delle Regioni

Quale compito svolgono le Regioni nel governo del territorio e della fiscalità? Prima di tutto le Regioni devono supportare, in piena alleanza, sinergia e condivisione di percorsi e processi, i Comuni del proprio territorio nello svolgimento delle funzioni loro assegnate. Le Regioni, quindi, devono svolgere un’azione di sistema che permetta a tutti i Comuni, anche i più piccoli, di governare al meglio il territorio e la fiscalità.Leggi tutto

Necessità, obbiettivi e strumenti del federalismo fiscale

Garavaglia inquadra la legge sul federalismo fiscale all’interno dei meccanismi di bilancio della Repubblica affermando che essa rappresenta l’unica soluzione perché l’Italia recuperi nel rapporto deficit/PIL. I tre obbiettivi della riforma sono la maggiore responsabilizzazione degli amministratori locali, la riduzione e qualificazione della spesa pubblica e la riduzione drastica dell’evasione fiscale; gli strumenti principali sono l’inserimento dell’istituto del fallimento dell’amministratore che sfora e il passaggio dalla spesa storica ai costi standard.

La dimensione attuativa del federalismo fiscale

Dopo l’approvazione della legge sul federalismo fiscale Vitali sottolinea la necessità di procedere verso altre due tappe fondamentali che possono portare ad una definitiva stabilizzazione dell’assetto istituzionale: la Carta delle Autonomie Locali e la modifica dell’assetto bicamerale.Leggi tutto

Governo del territorio e fiscalità locale: cosa cambia con i progetti ELI_CAT, ELI_FIS e FED_FIS

La relazione illustra alcuni strumenti previsti dai progetti "ELI-CAT- Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa", "ELI-FIS - Federalismo Fiscale: integrazione banche date locali e Nazionali e Cruscotti per la fiscalità" e “FED_FIS - Federalismo Fiscale - Servizi integrati per la fiscalità locale e nazionale”, tutti finanziati all’interno del Programma Elisa (Enti locali innovazione di sistema) gestito dal PORE (Progetto Opportunità delle Regioni in Europa).Leggi tutto

Governo del territorio e della fiscalità: quali alleanze sono possibili?

Carlo Mochi Sismondi modera il convegno e introduce il tema dell’incontro e i relatori, che rappresentano la PA centrale, il sistema regionale e il sistema comunale, ovvero tutti e tre i livelli interessati al tema del governo del territorio e della fiscalità, in particolare legata ai temi immobiliari. Obiettivo dell’incontro: definire quali sono le azioni di sistema e le esperienze in atto e quali sono le ulteriori sinergie possibili tra le diverse sfere di governo.