Cerca: Governance, dirigenza pubblica

Risultati 1 - 10 di 28

Risultati

Le "voci di dentro" e i bisogni dei cittadini

Esattamente un mese fa, in un serrato confronto - promosso proprio da FORUM PA - si discuteva di come si potesse far uscire l’amministrazione pubblica dalla “palude”. Ad elezioni avvenute, e nel contesto che i risultati elettorali hanno definito, la metafora potrebbe essere ulteriormente estesa per chiedersi cosa fare affinché il paese (e non soltanto la pubblica amministrazione) non sprofondi nelle sabbie mobili.

Leggi tutto

Dirigenza pubblica: le tentazioni del nuovo Ministro

Caro Ministro, anche se ancora non ti conosco e neanche so a che schieramento politico farai riferimento, voglio bruciare i tempi e metterti da subito in guardia contro alcune delle principali tentazioni che aleggiano su Palazzo Vidoni, che io bazzico ormai da tanti anni, soprattutto quando si parla di dirigenza pubblica. Non è tutta farina del mio sacco: ieri abbiamo riunito proprio a Palazzo Vidoni un centinaio tra chi, professori e dirigenti della PA centrale e locale, ha passato tutta la sua vita lavorativa cercando di contribuire alla riforma della PA e gli abbiamo chiesto se aveva ancora un senso parlare di management pubblico. Ne è uscito un quadro di grande interesse che è alla base, caro Ministro, di questi mie considerazioni e che fa riferimento anche ad un documento di Mauro Bonaretti che trovi in questo stesso editoriale.

Leggi tutto

Le città a colori: diversità, disomogeneità, relazioni siano valori non problemi

L'Italia ha un drammatico problema di rapporto debito/PIL. Per uscirne occorre ridurre il debito e tornare a crescere. Per fare questo in modo più rapido possibile e in un quadro di competizione globale, le città rappresentano i nodi decisivi di rete da rafforzare, aiutare, stimolare. Questa volta come editoriale vi voglio regalare un breve saggio sul tema di Mauro Bonaretti, direttore generale di Reggio Emilia e presidente di Andigel che i nostri lettori ben conoscono. Mauro parte dallo stato dell'arte, non certo soddisfacente, del rapporto tra governo centrale e autonomie locali per lanciare un appello che è anche un manifesto culturale: abbandoniamo la visione delle città in bianco e nero e abbracciamo il progetto di una città a colori dove diversità, disomogeneità, relazioni sono valori non problemi.

Leggi tutto

Il Ministro Patroni Griffi incontra l'Associazione Classi Dirigenti Pubbliche Amministrazioni - AGDP

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Filippo Patroni Griffi, ha incontrato questa mattina a Palazzo Vidoni una delegazione dell’Associazione Classi Dirigenti delle Pubbliche Amministrazioni (AGDP).

Leggi tutto

Merito, democrazia e etica

Il tema del merito non appartiene esclusivamente alla Pubblica Amministrazione. Anche il mondo privato assiste continuamente, e soprattutto in un momendo di crisi economica mondiale, a casi in cui si premiano dirigenti nonostante questi abbiano prodotto risultati nefasti. Dopo anni in cui si è premiato il merito di massa, oggi diventa necessario premiare chi lo merita e riconoscere i risultati raggiunti: questo è quello che dovrebbe accadere in una democrazia.Leggi tutto

L'etica del leader

La figura del leader, sia all'interno di un ente pubblico che di un'azienda privata, serve da stimolo e da modello per i dipendenti per svolgere le attività lavorative nel miglior modo possibile. Questo presuppone che esista una classe dirigente fatta di persone in grado di far crescere professionalmente i propri dipendenti nel pieno rispetto di importanti valori, primo fra tutti il rispetto. Ma non sempre è così ed etica e affari non sempre si sposano.Leggi tutto

L'educazione come chiave di volta per ottenere il merito

L'individuazione della classe dirigente avviene il più delle volte per il forte legame delle persone alla sfera politica e non sempre per particolari meriti o capacità. Se le scelte avvengono in questo modo, cosa ne è dell'etica pubblica? Come avviene la valutazione della classe dirigente? La risposta di Caligiuri sta nel cambio di cultura da parte della politica e e nella necessità di investire in una maggiore istruzione ed educazione per ottenere successivamente il riconoscimento del merito.

Contaminazione tra pubblico e privato nel mondo del lavoro

A differenza di quanto avviene in altri Paesi europei, in Italia non c'è interscambio tra mondo manageriale privato e pubblico. Secondo Ambrogioni serve più comunicazione tra il mondo imprenditoriale privato e la pubblica amministrazione ed è necessario dare maggiore spazio ai giovani in ambito lavorativo.

La riforma della dirigenza nella legge delega e nei decreti delegati: il punto di vista di ANDIGEL

Michele Bertola, Presidente ANDIGEL, riporta la sua riflessione sulla riforma della Dirigenza Pubblica, legge delega e decreti delegati, ponendo l'attenzione su diversi punti chiave: mobilità dei dirigenti, collaborazione tra pubblico e privato, distribuzione degli incentivi correlati agli obbiettivi raggiunti e, infine, gli aspetti di soggettività e oggettività del processo di valutazione

Le interviste al Tavolo di lavoro sulla sostenibilità del sistema sanitario

Quali sono le leve da attivare perchè il sistema sanitario non crolli e resti, o torni  - a seconda dei casi - ad essere sostenibile?
Abbiamo raccolto le opinioni di alcuni dei partecipanti al Tavolo di Lavoro sul tema. Tra le voci dei direttori generali, direttamente impegnati sul campo della gestione di strutture sanitarie, e gli operatori del mercato che ruota intorno al sistema sanitario, il risultato d'insieme è un quadro composito da cui emergono alcuni "punti critici" condivisi, e approcci soggettivi. Scoprite quali.

 

Leggi tutto