Cerca: social network

Risultati 21 - 30 di 78

Risultati

#TwitterPA 2012: numeri e tendenze dalle PA che cinguettano

Quante sono e cosa fanno le Pubbliche Amministrazioni italiane su Twitter? Le risposte nel Rapporto #TwitterPA 2012 sull’uso da parte delle pubbliche amministrazioni italiane della piattaforma di microblogging più conosciuta al mondo. Il Rapporto curato e reso disponibile in rete da Giovanni Arata si basa su dati aggiornati all’11 novembre 2012. L’edizione precedente era stata rilasciata un anno fa.

Leggi tutto

Responsa e SMART City Exhibition: una partnership per rendere più smart il dialogo con i cittadini

Sarà possibile seguire la manifestazione in diretta streaming? Al termine dell'evento sarà disponibile un report con idee e progetti? Ecco le prime curiosità emerse dalla rete e pubblicate sul sito di SMART City Exhibition (la nuova manifestazione di FORUM PA e Bologna Fiere, in programma a Bologna dal 29 al 31 ottobre 2012) grazie alla partnership avviata con Responsa, startup nata nel Venture Incubator H-FARM Ventures.

Leggi tutto

Dialogo tra Comuni e cittadini sui social media: una misurazione possibile?

I social media offrono alle amministrazioni comunali una grande opportunità per instaurare un dialogo con i propri cittadini. Ma i Comuni riescono davvero a coinvolgere i propri abitanti attraverso questi strumenti? Quanto è efficace il dialogo instaurato su queste piattaforme? Uno studio, condotto nei primi cinque mesi del 2012, ha provato a dare una risposta prendendo in esame 119 comuni italiani capoluogo di provincia e analizzandone la presenza su tre social media: Facebook, Twitter e YouTube. Lo studio è stato curato, per il Politecnico di Milano, da Deborah Agostino che ci anticipa una prima sintesi dei risultati.

Leggi tutto

Quando il vino non è questione di gomito alzato, ma piuttosto di messa all’indice

Le recenti polemiche sul divieto dell’uso dei telefono esterni da parte dei dipendenti della pubblica amministrazione mi ha fatto tornare alla mente, per assonanza e similitudine in termini di “proibizione”, un episodio che mi è stato raccontato qualche tempo fa. Il palcoscenico è quello della Regione Lazio, istituzione che non per la prima volta prende decisioni discutibili rispetto al bisogno ineludibile di una comunicazione pubblica che deve mostrarsi moderna e al passo con i tempi: concetti che la PA nostrana - anche localmente - tarda e ritarda a metabolizzare.

Leggi tutto

Dipendenti pubblici sui social network. Dal “social networking break” alla qualità del lavoro

Perché la PA italiana dovrebbe investire di più sui social network, mettendo i suoi dipendenti in condizioni di frequentare gli spazi social e fare rete on line? Lo abbiamo chiesto a Steve Ressler, fondatore e presidente di GoovLoop, il social network che negli USA mette in rete oltre 60.000 tra dipendenti pubblici e persone a vario titolo interessate all'innovazione della PA, a margine dei lavori del Barcamp InnovatoriPA 2012.

Leggi tutto

PanelPA Social network e Pubblica Amministrazione

Negli ultimi anni i social network hanno modificato le abitudini e i comportamenti quotidiani di gran parte dei cittadini, diventando un canale sempre più importante per informarsi, comunicare, stabilire e mantenere relazioni. Una Pubblica amministrazione che voglia sviluppare il dialogo e il rapporto con i propri cittadini e trarne valore, non può, quindi, ignorare questa trasformazione. Eppure a queste piattaforme sono associati ancora timori e, a volte, pregiudizi, che ne ostacolano l’adozione. Non solo, per sfruttare davvero le potenzialità dei diversi social network e gestirli con consapevolezza è necessario conoscere le regole e le dinamiche che li fanno funzionare e, spesso, ridisegnare alcuni processi sulla base dei nuovi linguaggi ed esigenze. Abbiamo cercato di capire insieme agli iscritti alla community di FORUM PA quali sono i principali punti di forza e le criticità legate all’implementazione dei social network all’interno della PA.

Leggi tutto

Govloop: social network e pubblica amministrazione

Steve Ressler è il fondatore e presidente di GoovLoop, il social network che negli USA mette in rete oltre 60.000 tra dipendenti pubblici e persone a vario titolo interessate all'innovazione della PA. Partendo da questa esperienza, Ressler racconta come e perchè i governi e la pubblica amministrazione dovrebbero mettere i propri dipendenti nella condizione di utilizzare in maniera costruttiva e produttiva il web e i social media.

Leggi tutto

Oil project. Una scuola speciale

Stefano Capezzuto racconta cosa è e come funziona Oil project, una scuola davvero speciale.Una scuola virtuale gestita da studenti, gratuita ed aperta a tutti, in cui si discute di attualità, economia, letteratura, filosofia, Internet e politica. Al centro del progetto la community, che propone temi e lezioni, interagisce con i docenti volontari e giudica la qualità delle lezioni. La divulgazione dell’informazione è  libera, tutti i contenuti sono resi disponibili in CC.

Conferenza stampa: presentazione del volume "I social network nella P.A."

Roma, 18 maggio. ORE 13.00. Conferenza stampa di presentazione del volume "I social network nella P.A. Guida ragionata alla gestione e alla promozione dei servizi pubblici locali attraverso i social media", edito da Maggioli. La presentazione, a cura dell'autore Gianluigi Cogo si terrà all'interno di FORUM PA 2012 (Nuova Fiera di Roma) presso la sala conferenze stampa (Padiglione SC3).

Leggi tutto

Le sirene di Facebook e l’idea dell’amministrazione

Qualche giorno fa un autorevole gruppo di consiglieri regionali lombardi della Lega Nord, tra cui Bossi (Renzo) e Bossetti (Cesare),  ha presentato un’interrogazione scritta all’Assessore competente per chiedere che venga impedito a tutti i dipendenti della regione l’uso di facebook e dei social network. In sé non sarebbe una notizia e al massimo potrebbe far scuotere la testa l’ignoranza profonda che l’interrogazione rivela, lì dove mischia i social network con la pirateria, “emule” e “altri generi di software per il peer 2 peer”; potrebbe poi strapparci un sorriso l’evocata potenza ammaliatrice delle nuove sirene, quando si lamenta che “molti dipendenti non riescono a resistere alla tentazione di collegarsi ai social network del momento, Facebook e Twitter”. Purtroppo la cosa è più seria ed è per questo, non tanto per prendere in giro il folklore politico di certi consiglieri, che vale la pena di parlarne.

Leggi tutto