Cerca: Sviluppo e Competitività, interoperabilità

10 risultati

Risultati

La qualità dei dati e la loro integrazione

In questa sessione, Domenico Natale illustra come l'attuazione di un modello di qualità dei dati, condiviso tra differenti sistemi, può facilitare l'integrazione delle pubbliche amministrazioni, la diffusione di una cultura inter-amministrativa, il coinvolgimento del cittadino per il miglioramento dei contenuti informativi delle banche dati di rilevanza nazionale.

Come estrarre valore dai dati, una soluzione open

Spesso le opportunità offerte dall’apertura dei dati relativi ad un determinato territorio sono difficili da cogliere, a causa della mancanza di interoperabilità tra le banche dati e della carenza di risorse di cui soffrono gli enti locali. Lo sviluppo di soluzioni ad hoc appare impossibile per la maggior parte dei Comuni, così in questa sede proponiamo un modello di conoscenza – sviluppato da DISIT per la Regione Toscana e il Comune di Firenze - che consente l'interconnessione, lo stoccaggio e la successiva interrogazione di dati da fonti diverse.

Leggi tutto

Cliclavoro, il nuovo portale per favorire incontro tra domanda e offerta.

Grazia Strano offre una definizione della rete per l'incontro domanda-offerta di lavoro come il luogo in cui ciascuno attore del mercato occupazionale continua a promuovere tale incontro secondo il ruolo che gli compete, ma condividendo le informazioni con gli altri, in modo da poter migliorare l'azione comune. L'obiettivo è un incontro tra domanda ed offerta che non sia un semplice matching, ma una funzione complessa comprendente un ampio spettro di politiche attive e passive, al fine di collocare il lavoratore sul mercato del lavoro nella maniera più efficace.

Leggi tutto

Il mercato IT e le sue capacità di risposta al Piano e-Government 2012

Il pano E.gov 2012 si presenta come un piano organico strutturato che accompagna, all’indicazione degli obbiettivi da raggiungere, la descrizione di azioni utili da intraprendere per la loro realizzazione. A partire da questa relativa concretezza, Giancarlo Capitani, amministratore delegato NetConsulting, individua e analizza alcuni aspetti del piano che rendono difficoltosa la visibilità e la praticabilità degli obbiettivi indicati.Leggi tutto

La formazione integrativa e la contaminazione interistituzionale per la costituzione di reti e partenariati su aree diverse del territorio

Marina Majello, Università Parthenope di Napoli, presenta il progetto di formazione e collaborazione interistituzionale voluto dal MIUR con l’obbiettivo di favorire la contaminazione, lo sviluppo di reti e partenariati tra le diverse istituzioni. Nel progetto presentato, le istituzioni che sono state aggregate per lavorare alla realizzazione di un prodotto di comune interesse sono: l’Università Parthenope di Napoli, ASL Napoli Nord 2, IRCS, Provincia di Caserta.Leggi tutto

ITACA un gioco formativo per lo sviluppo delle competenze individuali e collettive.

Anna Gammaldi, Formez, presenta “ITACA” – Innovazione Tecnologica per l’Avanzamento della Capacità Amministrativa - un gioco elaborato dal Formez che, simulando lo svolgimento dell’attività amministrativa di allocazione delle risorse, ha come obbiettivo lo sviluppo della capacità decisionale . Il gioco formativo si suddivide in tre fasi che prevedono il graduale passaggio dall’utilizzo delle competenze individuali all’utilizzo delle competenze collettive attraverso la concertazione, comunicazione ecompetizione.

L'azione pilota del MIUR: un ponte fra le due programmazioni

Il programma ricerca e competitività 2007-2013 si propone non solo promuovere l’azione di innovazione e ricerca presso le imprese e territorio, ma anche di dare vita agli esiti della ricerca stessa incorporandoli all’interno di un processo evolutivo che permetta l’integrazione, l’interoperabilità e mutua responsabilizzazione tra gli attori del processo stesso: pubblico e privato.Leggi tutto

Comodità dell'informazione delle procedure di costituzione societarie. La necessità di migliorare l'intera operabilità dei dati.

Oggi la costituzione di un'impresa avviene in tempi estremamente brevi rispetto a quanto accadeva qualche anno fa. Questo è stato possibile grazie alla riforma del diritto societario e alla dematerializzazione del registro delle imprese. Esistono due momenti distinti nella costituzione di un'impresa: l'atto notarile e l'iscrizione al registro d'impresa e l'avvio effettivo all'attività. La comunicazione unica ha l'obiettivo di integrare ancora di più queste due fasi al fine di velocizzare le operazioni da compiere.Leggi tutto

ICT4University e University4ICT

Il piano E-Government 2012 è la chiara interpretazione dello spostamento da una logica dell’ offerta a una logica della domanda. La PA è il soggetto che primo incarna il così detto Know what ossia le richieste, la domanda del mercato; mentre l’industria del ICT rappresenta la risposta in termini di prodotti e servizi. Tra questi due soggetti, PA e industria ICT, troviamo un terzo soggetto, l’università e la ricerca, in grado di offrire il know how, ossia di individuare le soluzioni innovative e più efficienti per dare risposte alla domanda.Leggi tutto

Il polo italiano di Ricerca Scientifica e Tecnologica sull'interoperabilità d'impresa

Michele Missikoff illustra l’ipotesi di un laboratorio europeo per l’interoperabilità realizzato grazie a partner già impegnati nel progetto Interop. Illustra l’organizzazione su tre livelli del laboratorio virtuale. Spiega come il polo italiano, promosso dal CNR e in corso di approvazione, andrà a confluire nel laboratorio virtuale europeo consentendo di dare risposta ai bisogni di interoperabilità nel Paese. Alla fine del suo intervento propone una storia zen per spiegare il senso dell’interoperabilità.