Cerca: Sviluppo e Competitività, Atti FORUM PA 2008, valutazione e misurazione

9 risultati

Risultati

Le cause storiche della scarsa efficacia dei fondi strutturali nel Mezzogiorno

L’esperienza dei fondi strutturali nel Mezzogiorno, sebbene abbia contribuito a creare parte della nuova classe dirigente, è stata sostanzialmente insoddisfacente. Massimo Locicero analizza le cause della scarsa efficacia dei cicli di programmazione europea: il dualismo storico tra Nord e Sud del Paese, la mancanza di una politica industriale ed economica preesistente ai finanziamenti, la scarsa partecipazione di banche, imprese e tecnostrutture alle politiche di investimenti.Leggi tutto

Sviluppo del Mezzogiorno: dalla quantità delle risorse alla qualità della spesa

Il tema del Mezzogiorno non riesce ad assurgere, a prescindere da chi governa, a questione nazionale; non è tuttavia possibile pensare che l’Italia possa ambire ad un ruolo portante nell’economia europea e possa competere sui mercati globali con metà del Paese in condizioni di forte arretratezza economica, produttiva ed infrastrutturale.Leggi tutto

La semplificazione come fattore di competitività, fra promozione della concorrenza e tutela del cittadino-consumatore

Di semplificazione si parla tanto e da anni, con conseguenze positive (il tema è ormai patrimonio comune e condiviso) e rischi (bisogna garantire effettività e risultati ed evitare che il tutto si riduca a slogan comunicativo efficace, ma privo di contenuti).Leggi tutto

Il nuovo modello di rafforzamento delle capacità delle Amministrazioni

Il tema del capacity building (miglioramento delle capacità delle amministrazioni) è da anni al centro delle politiche di sviluppo in Italia, ma i risultati finora non sono stati del tutto soddisfacenti. I fondi di assistenza tecnica alla fine del periodo di attuazione non hanno realmente rafforzato le competenze di governo delle amministrazioni e degli enti attuatori. Quali sono gli elementi di criticità e come affrontarli?

Leggi tutto

Confartigianato: criticità e proposte per gli strumenti di misurazione

Siamo in una fase in cui probabilmente le strategie dovranno essere rivisitate. Condividendo gli ambiti sui quali si intende intervenire con misure correttive, Confartigianato considera la digitalizzazione dei processi un aspetto significativo e prioritario. Nel processo di integrazione tra pubblico e privato ci vorrebbe maggiore coraggio per fare in modo che siano strumenti privatistici a certificare l’adeguamento dell’impresa agli adempimenti normativi e che la PA si dedicasse al controllo della sostanza, piuttosto che alla rilevazione delle informazioni.

Leggi tutto

Misurazione, semplificazione amministrative e reingegnerizzazione dei processi di servizio

Nel panorama internazionale delle politiche di semplificazione e di qualità della regolazione la misurazione rappresenta uno strumento fondamentale. Silvia Paparo nel suo intervento illustra come cambia il modo di fare la semplificazione attraverso la misurazione: in estrema sintesi la misurazione permette di definire parametri oggettivi per individuare in modo sistematico gli adempimenti più onerosi da eliminare e i processi più rilevanti da reingegnerizzare.

Misurare per semplificare: il punto di vista delle Regioni e degli enti locali

Si è discusso di semplificazione e misurazione per materie di competenza statale, ma per essere efficace il processo deve investire le Regioni, ma anche i Comuni. Questi ultimi sono sulla frontiera in quanto sono il principale front-line verso le imprese soprattutto per procedimenti onerosi, ma anche perché sono dei front-runners.

Leggi tutto

Criticità informative e misurazioni da istituire nel quadro del sistema statistico nazionale

Gli argomenti discussi in quest’intervento spaziano dai rapporti tra le PPAA e le imprese agli aspetti sulla competitività per imprese, cittadini e PA, partendo dal posizionamento nazionale dell’indicatore internazionale di competitività fino ai ritardi nei pagamenti e quelle che sono le misurazioni disponibili a livello nazionale e internazionale. L’attenzione è stata focalizzata su quelle che sono delle criticità informative e le misurazioni che si possono istituire nel quadro del sistema statistico nazionale.Leggi tutto

Una PA trasparente, misurabile, al servizio dei cittadini

Tutto quello che non si misura, non si può migliorare e tutto si può misurare. Renato Brunetta, Ministro per l’Innovazione e la Pubblica Amministrazione lancia a Forum PA 2008 il suo piano d’azione per un’amministrazione pubblica che lavori meglio e che costi di meno. Che sia trasparente, misurabile al servizio dei cittadini. Leggi tutto