Cerca: Sviluppo e Competitività, firma digitale

5 risultati

Risultati

Connecting Europe Facility: parere favorevole del Parlamento Europeo

Il 26 Febbraio il Parlamento europeo ha approvato un pacchetto di investimenti dell’ammontare di 1 miliardo di euro per supportare progetti digitali pan-europei e reti a banda larga ad alta velocità.

Leggi tutto

Identità digitale e firma elettronica Europea: le proposte della Commissione

In arrivo dalla Commissione europea un pacchetto di norme che puntano ad agevolare le operazioni economiche elettroniche tra paesi membri dell'unione rendendole più sicure. Il regolamento proposto garantirà che i cittadini e le imprese possano utilizzare i loro regimi nazionali di identificazione elettronica (eID) per accedere ai servizi pubblici negli altri paesi dell’UE in cui la eID è disponibile. Tra gli obiettivi anche quello di cerare un mercato interno per le firme elettroniche e i servizi connessi, che opereranno così attraverso le frontiere con il medesimo valore legale dei processi tradizionali su base cartacea. In tal modo, si darà pieno effetto ai notevoli risparmi potenziali consentiti dagli appalti pubblici online.

Leggi tutto

La Federico II di Napoli adotta la firma digitale.

Guido Russo parla del processo con cui l'università Federico II di Napoli sta adottando la firma digitale, che rappresenta l'elemento irrinunciabile seppur critico della semplificazione dei processi, che sono hanno in genere tempi biblici all'interno della PA. Il relatore evidenzia che in realtà la firma digitale - rispetto alla quale non esiste ancora una cultura nel settore pubblico - rappresenta solo l'ultimo passo di un processo che prende avvio con le fasi di autenticazione ed autorizzazione

Leggi tutto

ICT4University. Il caso dell’Università La Sapienza.

Dopo un prima fase dedicata all’implementazione delle strutture e quindi al completamento della rete WiFI, l’Università La Sapienza sta convogliando i propri sforzi verso l’implementazione dei servizi, così come richiesto dal programma ICT4University. Il punto focale per l’Università La Sapienza è la verbalizzazione digitale degli esami. Il servizio attualmente offerto, come accade per l’Università di Ferrara, è semi-dematerializzato, ossia prevede la gestione degli appelli e la registrazione dei voti on-line e l’uso del supporto cartaceo per la firma e la conservazione.Leggi tutto

Problematiche di dematerializzazione in ambito universitario. La prospettiva del CNIPA

L’informatizzazione e la dematerializzazione determinano sulle amministrazioni un impatto tecnologico e organizzativo. L’introduzione di un codice di amministrazione digitale ha cercato di gestire il passaggio da un sistema amministrativo tradizionale ad un sistema informatizzato. L’università, rispetto a tutte le altre amministrazioni, si trova in una posizione di vantaggio: l’utenza giovane permette di ridurre al minimo il Knowledge Divide.Leggi tutto