Cerca: Sviluppo e Competitività, diritto di informazione

3 risultati

Risultati

Ancora un pasticcio di Governo sulla libertà di espressione in rete

Tra gli articoli del decreto anti-intercettazione attualmente in Parlamento è stata inserita - nuovamente - la norma che introduce l'obbligo di rettifica per qualunque tipo di contenuto sul web (solcial network compresi?) e in rete rimonta la protesta.

Leggi tutto

La parola ai cittadini

Dalla presentazione dati di contesto emerge chiaramente una fotografia del controverso rapporto tra i cittadini e le tante facce della Pubblica Amministrazione, sia centrale che locale, messo in evidenza anche da un incremento di lamentele da parte dei cittadini. A determinare questa situazione le frequenti violazioni del diritto all’informazione, alla tutela, alla trasparenza e ai servizi di qualità. Le principali criticità si riscontrano in aree quali: il fisco, le pratiche amministrative, le multe, il welfare, la sicurezza, e l’autocertificazione.

Leggi tutto

Il ROC, un esempio di come NON regolamentare la rete

Tra la metà di ottobre e l'inizio di novembre la discussione in rete è stata quasi totalmente monopolizzata dal dibattito sul ROC, il Registro per gli Operatori della Comunicazione, uno strumento che un ddl dell'Agosto 2007, approvato il 12 ottobre, rendeva obbligatorio per chiunque producesse informazione, anche in rete. La discussione ha toccato i toni più infuocati e il ddl è poi naufragato, ma al di là della polemica, ciò che ci preme sottolineare è la dinamica che, per la prima volta, ha portato il Governo a fare marcia indietro su un procedimento legislativo a seguito di una mobilitazione autonoma dal basso.
Governare la rete ed i processi di innovazione vuol dire anche questo.

Leggi tutto