Cerca: Sviluppo e Competitività, Atti FORUM PA 2011, gestione documentale

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

Le notifiche digitali

 Maria Grazia Gaspari presenta il sistema elaborato dal Ministero della Giustizia per la realizzazione delle notifiche e comunicazioni telematiche penali, che costituiscono la prima linea di intervento del Piano straordinario. Si tratta di un sistema semplice, ragione per cui la sua diffusione su tutti gli uffici giudiziari italiani è compatibile con i tempi del Piano, e rappresenta un primo passo importante per la realizzazione del fascicolo elettronico penale.

Leggi tutto

La comunicazione telematica dei biglietti di cancelleria: un processo condiviso

 Il Distretto del Veneto – utilizzando le possibilità aperte dal Protocollo d’Intesa Brunetta/Alfano sottoscritto a luglio del 2009 – è stato il primo realizzare interamente il processo di comunicazione telematica dei biglietti di cancelleria.

Leggi tutto

Lo sviluppo del Piano

 Stefano Aprile trae brevemente le conclusioni del convegno, ripercorrendo gli interventi e fornendo un rapido quadro dello stato dell’arte. Adesione degli uffici, fornitura degli strumenti, pagamenti on line, dematerializzazione, workflow, implementazione dei processi: gli step del Piano si stanno succedendo l’uno all’altro in direzione di quella digitalizzazione della filiera giudiziaria che porterà enormi vantaggi ai cittadini, agli avvocati e agli uffici stessi.

Un Piano per fare sistema

 Giuseppe Birrittieri illustra alcuni contenuti del Piano straordinario finalizzato a fornire i sistemi giudiziali, il servizio giustizia e i magistrati, degli strumenti tecnologici più avanzati per poter ridurre i tempi e i costi della giustizia, obbiettivo reso più complicato nel momento attuale dai tempi lunghi e dalla carenza di risorse.

Leggi tutto

I pagamenti telematici per le spese di Giustizia

 Anna Candelieri illustra la particolare declinazione nell’ambito della Giustizia dei processi di pagamento elettronico così come stabilita dagli articoli del Decreto Ministeriale del 21 febbraio 2011. Il modello di pagamento è attivato dal debitore e può essere effettuato sia sul sito web del Ministero che nei diversi Punti di Accesso.

Leggi tutto

Il Coinvolgimento del DDI per la giustizia digitale

 Renzo Turatto sottolinea come il coinvolgimento del DDI nel Piano sia diretto e partecipe, una scelta che parte dalla convinzione che le soluzioni in esso contenute ben si prestino a realizzare gli obbiettivi.

Leggi tutto

La digitalizzazione degli atti

 Alessandra Clemente analizza gli strumenti che il Piano straordinario prevede di mettere a disposizione di tutti gli uffici giudiziari per affrontare il processo di digitalizzazione in quanto trasformazione del fascicolo cartaceo in fascicolo digitale. Gli approcci sono tre: l’acquisizione diretta, il sistema AUROR@ e il sistema SIDIP. Gli uffici potranno scegliere se andare su AUROR@ in quanto si sentono adeguati ad affrontare un cambiamento organizzativo a forte impatto, oppure potranno utilizzare SIDIP come strumento che consente di digitalizzare il fascicolo e creare un’alberatura.

Leggi tutto

Il Progetto operativo

 Fabio Pistella presenta gli step operativi per l’applicazione del Piano straordinario in tutti gli uffici giudiziari: innanzitutto si è partiti dall’invio a tutti gli uffici di schede per l’identificazione dei fabbisogni, poi si procederà per sotto-obbiettivi: notifiche telematiche, pagamenti elettronici e gestione documentale. Tutto il progetto è improntato ai criteri di progressività, concretezza e flessibilità. 

AUROR@: il sistema della Procura di Lecce per la digitalizzazione di atti e fascicoli

 Nel 2004 la Procura di Lecce avviò la prima sperimentazione di giustizia digitale, che fu realizzata grazie ad un cospicuo investimento della Regione Puglia. Cataldo Motta nel suo intervento presenta il sistema AUROR@ che ne è derivato: uno strumento atto alla dematerializzazione del fascicolo penale e alla gestione dei documenti inseriti nel fascicolo.

Leggi tutto

Organizzare e formare per innovare: l’esempio della Procura di Torino

 La Procura di Torino è stata scelta – in virtù della sua costante attenzione all’innovazione – per sperimentare sia procedure di utilizzo delle notifiche telematiche che di digitalizzazione del fascicolo processuale. Giancarlo Caselli si sofferma su gli aspetti normativi e organizzativi che rendono possibile la gestione informatica dei processi, sottolinea l’importanza della formazione del personale ed evidenzia come la scelta degli strumenti sia molto delicata e di decisiva importanza.