Cerca: Sviluppo e Competitività, project financing

Risultati 1 - 10 di 12

Risultati

Ad aprile "Forme di procurement innovativo in Sanità": l'originale corso organizzato da Forum PA e FederSanità ANCI

Per preparare dirigenti e funzionari delle strutture della sanità pubblica all’adozione dei nuovi strumenti per l’acquisizione di innovazione, per fugare i loro timori per l’uso di forme di procurement poco diffuse in Italia, FORUMPA e FederSanità ANCI propongono un originale percorso di formazione, dal titolo Forme di procurement innovativo in Sanità. L'evento è stato annullato per ragioni organizzative.

Leggi tutto

Nuove forme di dialogo pubblico-privato per il settore Ict

Pubblica amministrazione e imprese devono trovare delle modalità di dialogo che facilitino il loro rapporto e consentano di adottare forme contrattuali adeguate al settore Ict e ricerca. Questo settore, infatti, ha delle particolarità per cui un progetto Ict non porta solo all’acquisizione di singoli strumenti innovativi, ma fa parte spesso di progetti più complessi: l’Ict in sé è portatore di conoscenze e innovazione, produce benefici diversi rispetto all’infrastruttura classica.Leggi tutto

Il project financing nel settore Ict

Il project financing è una tecnica di finanziamento che nasce specificamente attorno alle opere pubbliche, agli appalti di dimensioni considerevoli, ed è una tecnica relativamente nuova in Italia. Come calarla nel contesto dell’Ict e come farla funzionare nel nostro Paese? Questo il quesito posto da Maria Grazia Filippini, che nel suo intervento illustra i vantaggi del project financing per la PA e le opportunità che questa tecnica potrebbe offrire per la realizzazione del piano di e-government.Leggi tutto

Ict, project financing e gare pubbliche

Nel suo intervento, Martucci riprende diversi spunti emersi nel corso della tavola rotonda “Pubblico e privato insieme per uscire dalla crisi con l’innovazione”: le difficoltà nell’applicazione del project financing all’interno del settore Ict, i meccanismi di finanziamento alternativi che possono servire per sostenere progetti pubblici di ampia portata, il risk sharing, il ruolo di controparte forte che dovrebbe avere la PA nella gestione dei contratti con le aziende, la semplificazione nella definizione e gestione delle gare, la necessità di diminuire il numero dei contenziosi improduttivi, Leggi tutto

Innovazione: quali sfide per il rapporto pubblico-privato

Tilia riassume le sfide da affrontare nel rapporto pubblico-privato: la semplificazione e omogeneità delle gare; la riduzione del contenzioso; il project financing e lo sviluppo di nuovi modelli di interazione; la ricerca di sinergie. Come possibili strade da percorrere, Tilia cita: il concetto del riuso applicato alle gare; la dematerializzazione; il ruolo forte dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici; una maggiore competenza della PA nell’impostare politiche e strategie di gara; la capacità da parte del privato di fare un’accurata analisi sulla sostenibilità dell’offerta.

Il partenariato pubblico-privato: dalla decisione Eurostat al public sector comparator

Per Massimo Coltellacci, il project financing può essere utilizzato anche per quelle opere nelle quali è la Pubblica Amministrazione ad essere utente, direttamente o indirettamente, dei servizi forniti; per ospedali, scuole ed uffici pubblici, infatti, potrebbe essere vantaggioso passare dal modello tradizionale, che prevede un appalto per la costruzione dell’opera, ad un partenariato pubblico-privato. Il Relatore, quindi, spiega in che modo debba essere strutturato tale modello, ed illustra un metodo per il calcolo della convenienza di questa nuova procedura: il public sector comparator.

Nuovi strumenti per la gestione dei progetti urbani: perequazione, diritti edificatori, accordi con i privati

Secondo Giordano Conti il problema è come guidare i processi trasformazione, facendo chiarezza sul ruolo dei soggetti pubblici e dei soggetti privati. Il privato può giocare una carta determinante nel processo di riqualificazione urbana. A Cesena è stato usato il metodo della perequazione, sono stati fatti degli accordi di programma con i privati, è stato utilizzato il project financing per realizzare il cimitero urbano, sono state istituite le società di trasformazione urbana.Leggi tutto

Le STU come esempio di partnership pubblico privato

Ezio Micelli illustra che modo è possibile per l’amministrazione acquisire le aree necessarie senza ricorrere all’esproprio, spesso inefficace per ragioni finanziarie e procedimentali. La perequazione, per esempio, è uno strumento di politica fondiaria molto utile per recuperare le aree necessarie a promuovere il progetto di “città pubblica”. Altri mezzi possono essere la programmazione complessa, il project financing .Leggi tutto

PPP e Project Finance. Il trasferimento dei rischi e i payment mechanism nei contratti PPP

L’intervento di Cecilia Felicetti verte sui sistemi di monitoraggio e controllo dei servizi e della gestione, e relativi costi, affidati ad un operatore terzo nell’ambito del Project Finance e delle partnership tra Pubblico e Privato soffermandosi sui meccanismi di pagamento (ovvero la ripartizione dei rischi e delle responsabilità in termini finanziari). La Felicetti fa un quadro generale della Finanza di Progetto in Italia ed in particolare facendo riferimento al settore ospedaliero e dei trasporti.Leggi tutto

Le concessioni di Project Financing

Gino Redigolo presenta il convegno “Reingegnerizzazione della struttura informativa e dei sistemi di controllo di servizi in outsourcing, global service, project financing” introducendo il progetto sulla concessione di finanza di progetto relativo alla ristrutturazione, al completamento e all’ampliamento degli ospedali di Castelfranco Veneto e Montebelluna. Nel secondo intervento Redigolo sottolinea l’importanza e l’utilità della finanza di progetto quale strumento per realizzare obiettivi senza il quale non sarebbe potuto essere possibile.