Cerca: Sviluppo e Competitività, Atti FORUM PA 2011, trasparenza

Risultati 1 - 10 di 21

Risultati

Le proposte di Astrid per la lotta alla corruzione

 

Leggi tutto

Open Data e sviluppo economico

Federico Morando offre una sintetica prospettiva su cos'è l’Open Data, qual è il suo potenziale economico, e quali sono i principi che stanno emergendo a riguardo. Le Pubbliche Amministrazioni spesso hanno dei dati che usano per i fini conferiti loro dagli obblighi di legge, ma che possono essere utilizzati anche per scopi inattesi.

Leggi tutto

I cardini concettuali della lotta alla corruzione

Presentando al ricerca Astrid, curata insieme a Francesco Merloni, Luciano Vandelli riepiloga sinteticamente alcuni dei principi cardine a cui rifarsi nella lotta al fenomeno della corruzione amministrativa. Si parte con gli open data, perché le informazioni facilmente disponibili contrastano l’opacità delle misure discrezionali, per arrivare alla valorizzazione della professionalità e del merito.

Leggi tutto

Deformazione del principio di responsabilità politica e diffusione della patologia corruttiva

Giovanni Salvi presenta il volume Astrid sottolineando come la ricerca si rivolga alla trasformazione dell’Amministrazione Pubblica dagli anni ’90 ad oggi analizzandola sotto l’ottica della corruzione, illustrando casi pratici e indagandone i presupposti politici: dalla cattiva concezione dello spoil system alla deformazione del principio di responsabilità politica.

Leggi tutto

Il contrasto della Corte dei Conti alla maladministration

Mario Ristuccia sottolinea come il tema di partenza di qualsiasi strategia di lotta alla corruzione sia l’affondo sul modo di funzionare della PA. Qual è il legame tra efficienza e legalità? Sicuramente il fenomeno della privatizzazione e dell’esternazlizzazione può portare a un miglioramento dei risultati dell’azione amministrativa, ma per esempio le procedure d’urgenza - che permettono di non applicare le regole contabili – rischiano di creare favoritismi e pratiche corruttive.

Leggi tutto

Illusione e realtà nella lotta alla corruzione

Pietro Barrera presenta la ricerca Astrid sul fenomeno della corruzione in Italia sottolineandone l’accuratezza e l’approfondimento e approfittandone per fare un punto sullo stato dell’arte dell’anticorruzione nel nostro Paese. Se il disegno di legge anti-corruzione del 1 marzo 2010 si è inabissato come un fiume carsico, la cosiddetta Riforma Brunetta – pur lodevole dal punto di vista normativo – sembra non aver ricevuto sufficiente applicazione per quel che riguarda i Piani per la trasparenza e l’integrità. Metà delle amministrazioni italiane non hanno neanche iniziato ad impostarli.

Leggi tutto

Misurare per capire: l’approccio open data per un serio programma di lotta alla corruzione

ISTAT ha siglato con la Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione un accordo per avviare un progetto di ricerca finalizzato a misurare il fenomeno della corruzione in Italia. Finora, dice Giovannini, si è fatto poco in questo senso, anche perché la misurazione è tutt’altro che semplice, e non può limitarsi agli episodi di reato. Mettere le informazioni su internet – continua – non risolve il problema della trasparenza, perché solo se i dati vengono messi a disposizione in formato elaborabile possono essere utilizzati per fare accountability.

Leggi tutto

Ridurre la discrezionalità nelle amministrazioni per combattere la corruzione

Rifacendosi alla figura storica dei “Passatori”, Augello fornisce spunti precisi sul tema delle politiche di contrasto alla corruzione. Nonostante la qualità del dibattito sul tema sia gravata dall’eredità di forze politiche che si accusano a vicenda di essere più inclini alla corruzione, Augello invita a rivolgersi alle condizioni oggettive che ne favoriscono lo sviluppo.

Leggi tutto

Il diritto alla piena accessibilità come garanzia dell’integrità: la prospettiva della CiVIT

L’eccesso di controlli preventivi non porta ad evitare gli illeciti, per questo – spiega Martone – ci si è spostati ai controlli successivi. Il contrappeso indispensabile all’eccesso anche di questi ultimi – che rischia di portare nei fatti a una mancanza di controllo – è quello della trasparenza, ovvero della piena accessibilità delle informazioni al di là della dimostrazione dell’interesse qualificato. Ciò porta ad un controllo sociale diffuso sull’operato della Pubblica Amministrazione, indispensabile per la prevenzione dei fenomeni corruttivi.

Leggi tutto

Il contributo della SSPA per la diffusione della cultura della trasparenza

Tra il maggio 2010 e il maggio 2011 la Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione ha realizzato diverse attività formative sui temi dell’etica, della trasparenza e della prevenzione dell’illegalità, alle quali hanno partecipato 1.120 tra dirigenti e funzionari pubblici, per complessive 554 ore di didattica.

Leggi tutto