Cerca: pubblico impiego

Risultati 71 - 80 di 179

Risultati

Emiliano sindaco "sceriffo" e gli spazzini "wanted"

Si è rivelata senz’altro dirompente l’iniziativa del primo cittadino di Bari che ha recentemente “denunciato” attraverso facebook alcuni operatori ecologici (dis)impegnati nell’espletamento delle loro mansioni. Ma è proprio questo che ci si aspetta dall’uso delle nuove tecnologie da parte degli amministratori pubblici? Giova a qualcosa e a qualcuno sollecitare segnalazioni che sfiorano la delazione oppure è lecito piuttosto favorire lo sviluppo di supporti che possano rivelarsi funzionali alla migliore partecipazione attiva al governo delle nostre città?

Leggi tutto

Il d.lgs 150/2009 e il tormentone 25 - 50 - 25. Un paio di cose da chiarire

E’ giusto che il 25% del personale di una amministrazione sia a priori escluso dalla distribuzione degli incentivi? Ne abbiamo parlato con Leonello Tronti  - Direttore Ufficio per la formazione dei dipendenti pubblici, Dfp - Pcm - che ha chiarito: “NON è VERO che il 25% del personale di una amministrazione viene a priori escluso dalla distribuzione degli incentivi”. E allora, chiariamo un volta per tutte come funziona questo tormentone del "25-50-25" nel sistema di valutazione disegnato dal d. lgs 150/2009, riscoprendo quale è la ratio che lo sorregge.

Leggi tutto

Valutare Salute tra mille differenze. La sperimentazione nei Rapporti di progetto

I risultati del progetto pilota “Valutare Salute” sono stati raccolti in due distinti Rapporti, l’uno per i risultati  nelle 22 aziende partecipanti alla sperimentazione su territorio nazionale, l’altro per i risultati nelle 17 aziende siciliane. Dal 20 gennaio, data in cui sono stati presentati ufficialmente i risultati della sperimentazione, i Rapporti sono disponibili on line.  Abbiamo chiesto a Silvia Boni, dirigente per le tematiche sulla salute - Formez PA e coordinatrice del Comitato Tecnico Scientifico, di tracciare per noi il percorso “vissuto dall’interno”, in un progetto che ha impattato su alcuni dei punti critici della realtà aziendale – sanitaria italiana, eterogenea per localizzazione, composizione e culture.

Leggi tutto

Valutazione individuale in sanità. Perché il 25 - 50 - 25 non è il punto

 L’impianto c’è e funziona, le resistenze culturali sono probabilmente meno di quelle che mass media e senso comune ci descrivono. La valutazione in sanità si può fare. Di più, su questa strada non si può tornare indietro. A partire dai risultati incoraggianti della sperimentazione  “Valutare salute” - che ha anticipato in 22 aziende nazionali e nelle 17 siciliane l’applicazione della valutazione individuale prevista dal d. lgs 150/2009 per dipendenti e dirigenti di azienda sanitaria - gli attori coinvolti hanno iniziato, ieri a Roma, a guardare avanti. A fissare le pietre miliari e a individuare i nemici da debellare sulla strada di una valutazione sistemica, coerente e trasparente all’interno delle aziende sanitarie italiane. E il 25-50-25? Si può superare…

Leggi tutto

Attenzione a timbrare fuori sede. Cassazione su mancata autorizzazione e reato di truffa

L’impiegato pubblico che, senza autorizzazione, timbra fuori sede per farsi pagare gli straordinari rischia una condanna per truffa.
Lo ha decretato ieri la Corte di Cassazione con la sentenza n. 38 del 4 gennaio 2011.

Leggi tutto

ON LINE gli ATTI - Valutare Salute. Risultati della sperimentazione valutazione personale nelle Aziende sanitarie

Sono disponibili on line i Rapporti Valutare Salute e gli atti del convegno di ieri, 20 gennaio nel corso del quale sono stati ufficialmente presentati i risultati del progetto “Valutare salute”, condotto dal Dipartimento della funzione pubblica con la collaborazione della Federazione italiana delle Aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso), di FormezPA, del Centro per la formazione permanente e l’aggiornamento del personale del Servizio Sanitario della Regione Siciliana (Cefpas) e dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas). Il progetto ha coinvolto 22 Aziende sanitarie in tutto il territorio nazionale, in aggiunta alle 17 siciliane per uno “studio di caso” . ON

Leggi tutto

Quanta disinformazione e quanta incomprensione sul progetto “Valutare salute”!

Non è possibile leggere senza stupore e rammarico gli sbrigativi commenti diffusi da grandi giornali e forze associative e sindacali nei giorni scorsi sui risultati del progetto Valutare salute, condotto dal Dipartimento della funzione pubblica con la collaborazione della Federazione italiana delle Aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso), di FormezPA, del Centro per la formazione permanente e l’aggiornamento del personale del Servizio Sanitario della Regione Siciliana (Cefpas) e dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas).

Leggi tutto

Valutazione della performance individuale nelle ASL. Conclusa la sperimentazione, tutto chiaro?

 Si è conclusa la sperimentazione della valutazione in sanità, nell’ambito della Riforma Brunetta.

Leggi tutto

E se i fannulloni fossero persone sotto stress lavoro-correlato? La circolare del Ministero del Lavoro

Le risorse umane sono al centro. Dell’innovazione, del cambiamento organizzativo, dell’intero processo di riforma della PA. Così dicono, ultimamente un po’ tutti. Dai guru dell’economia a quelli del management pubblico. I tecnici e gli appassionati della materia concordano. Si tratta di un “trend da conferenza” o qualcosa succede negli uffici? Mentre sul tasso di “retorica frizionale” stendiamo un velo (pietoso), segnaliamo che dal 31 dicembre, di fatto, parte l'obbligo di valutazione dello stress lavoro-correlato per tutti i datori di lavoro pubblici e privati. Nei giorni scorsi il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha diffuso una Circolare per entrare nel metodo. Leggendola, scopriamo che qualcosa, negli uffici pubblici, potrebbe accadere.

Leggi tutto

Legge 104 e dintorni. Cosa cambia con l’approvazione definitiva del “Collegato lavoro”

La scorsa settimana la Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il disegno di legge n. 1441 quater-f in materia di lavoro pubblico e privato (collegato alla manovra di finanza pubblica per gli anni 2009-2013). Tra le principali novità, la modifica della normativa su “Permessi, congedi e assistenza a familiari con handicap”, fino ad oggi principalmente regolata dalla controversa legge 104/1992. Cosa cambia?

Leggi tutto