Cerca: professioni sanitarie

Risultati 11 - 20 di 22

Risultati

I professional nella sanità più manager che operatori.

Al momento attuale la carriera dei professionisti operanti nella sanità è più incentrata sulle funzioni manageriali piuttosto che sanitarie, aspetto che non viene messo abbastanza in risalto nei contratti, per cui si registra un disagio che si vuole approfondire.

Leggi tutto

La professionalità nella Sanità pubblica: il punto di vista di ANAAO ASSOMED - Associazione Medici Dirigenti

Sì al riconoscimento della centralità del tema della valorizzazione dello sviluppo professionale. No alla tendenza, più o meno manifesta, a rinchiudere la professione medica in una sorta di cittadella fortificata di competenze cliniche, mentre tutto il resto è competenza della dirigenza. Questo il punto di vista di Domenico Iscaro, il quale sottolinea come quando si affronta il problema della mancanza di medici, che già nel 2020 sarà clamorosa, si risponde con modelli organizzativi che lasciano molte perplessità come, ad esempio, il modello dell’ospedale di intensità di cura.

Criticità delle linee guida sull'assistenza psicologica

Secondo Leonardi le linee guida sull'assistenza psicologica presentano alcune criticità. Leonardi afferma che è importante tenere separati gli aspetti organizzativi e gestionali di una struttura di psicologia all'interno dell'azienda sanitaria ed ospedaliera dai bisogni dei cittadini di assistenza psicologica. Dal punto di vista delle professioni, secondo il Direttore Generale del Ministero della Salute, una vera integrazione tra professioni si realizza quando l'obiettivo comune è il cittadino in quanto persona bisognosa di aiuto e assistenza.Leggi tutto

Le linee di indirizzo, l'integrazione socio-sanitaria e lo sviluppo delle Professioni

Nel corso degli anni, si è andato sempre più delineando il modello salute in forte contrapposizione con il modello malattia, incentrato sulla malattia come alterazione dello stato psico-fisico. Questo nuovo modello guarda allo stato di salute del paziente, alla qualità della vita e a tutti quei fattori che concorrono alla promozione della salute. Questa visione consente ai professionisti sanitari di avere un approccio, ognuno con le proprie competenze, molto più flessibile.Leggi tutto

Professioni sanitarie e cittadini

Le medicina moderna è caratterizzata dall'autoreferenzialità e questo comporta un distacco tra i professionisti e il cittadino. Secondo Bortone serve più dialogo e interazione tra le parti coinvolte per ricreare quel legame e quella fiducia tra il cittadino e il medico o professionista.

Le Linee guida per l'assistenza psicologica: scopi e risultati

L'incontro ha l'obiettivo di dare vita ad un confronto tra le varie professioni sui temi della qualità, dell'assistenza, delle cure, dei rapporti tra professionisti e della gestione dei servizi clinici. Tutti questi argomenti ruotano intorno al tema principale del governo clinico. Già 5 anni fa Sipsot e Federsanità Anci, promotori dell'iniziativa, crearono le prime linee di indirizzo, oggi revisionate e presentate nell'ambito del convegno "Linee di Indirizzo per l'Assistenza Psicologica.Leggi tutto

Psicologia e promozione della salute

Mario Bertini, facendo riferimento alle linee guida per l'assistenza psicologica, affronta il tema della promozione della salute proponendo un nuovo modello di salute. Secondo Bertini, oggi, si fa ben poco per promuovere la salute in quanto vi è ancora poca chiarezza sul reale significato della parola "promozione".

Management e aspetti organizzativo-gestionali

Enrico Salvi sottolinea quanto l'integrazione tra professioni e la creazione di nuovi modelli assistenziali, a fronte dei nuovi bisogni della persona, siano fattori necessari per una maggiore qualità dell'azienda e dei servizi per i cittadini. Salvi si sofferma inoltre sul ruolo delle strutture complesse di psicologia all'interno delle aziende sanitarie ed ospedaliere e sulle relative competenze.

La cultura e la pratica dell'integrazione

Il processo di aziendalizzazione del SSN presuppone tre aspetti principali: l'aspetto organizzativo dell'azienda, quello strategico e l'aspetto tecnico-professionale. E' proprio quest'ultimo aspetto che vede nell'integrazione tra professioni un elemento necessario e importante per soddisfare i nuovi bisogni di salute della persona. Gli psicologi, nel corso degli anni, hanno assunto una posizione sempre più trasversale all'interno delle aziende sanitarie ed ospedaliere fungendo da pivot dell'assistenza psicologica per tutte le altre strutture.

L'integrazione tra figure professionali

Le linee guida contenute del documento redatto da Federsanità Anci e Sipsot rappresentano un punto di incontro aperto ai cambiamenti, all'integrazione tra professioni e ai bisogni reali della persona. La Centillo si sofferma inoltre sulla figura professionale dello psicologo non sempre riconosciuta come strategica per la cura del cittadino rispetto ad altre figure mediche e alla sua importanza all'interno della sfera sociale.