Cerca: Articolo, Efficienza, donnepa

10 risultati

Risultati

Accordo di Azione Comune per la Democrazia Paritaria

Pubblichiamo un accordo firmato da libere associazioni con l'intento di esercitare un’azione di pressione sulle Commissioni parlamentari incaricate di esaminare le numerose proposte di riforma delle leggi elettorali presentate al Parlamento perchè abbiano bene presente l'importanza della partecipazione paritaria delle donne alla gestione della Cosa Pubblica nei luoghi decisionali, nelle istituzioni pubbliche e nelle assemblee elettive di tutti i livelli.

Leggi tutto

Le azioni per le pari opportunità nelle pubbliche amministrazioni. Il 18 maggio a FORUM PA 2010

A FORUM PA 2010 il 18 maggio alle ore 10.00 un appuntamento per approfondire un item importante legato al tema delle pari opportunità. Il "fattore PO" finalmente e per la prima volta previsto da una legge - la 150/2009 - come fattore di valutazione del merito all'interno degli Enti Pubblici.

Leggi tutto

Pari opportunità e discriminazioni nelle PA: approvato in Senato il DDL che modifica e integra il D.lgs 165/2001

E' passato in Senato il 3 marzo u.s. il Disegno di Legge - già approvato dalla Camera dei Deputati - n. 1167 B "Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l’impiego, di incentivi all’occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro".

Leggi tutto

Il decreto Brunetta e il Fattore PO

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, una riflessione di Valeria Sborlino sulla questione delle Pari Opportunità, il così detto "Fattore PO" che, per la prima volta, entra a pieno titolo in una normativa di carattere generale - il decreto 150/2009 - tra i fattori che condizionano il funzionamento organizzativo.

Leggi tutto

Le donne e la rappresentanza: da Cittalia una lettura di genere nelle amministrazioni comunali

Le politiche di genere, in Italia e in Europa, hanno subito una forte inversione di tendenza nell'ultimo decennio. Soprattutto, si è modificato l'approccio alle politiche di genere non più viste secondo la prospettiva dei meri diritti formali delle donne, spesso limitati a vaghi enunciati sul diritto alla parità in ambito lavorativo.

Tre passi sono risultati fondamentali in questa direzione:

Leggi tutto

“web@lfemminile: 24 hours made in women”

Running ahead of oneself

Foto di Dan Foy

Martedì, 31 marzo 2009 seconda edizione – dopo il successo della prima nel 2008 con oltre 20.000 utenti unici collegati nella sola giornata di on air, 105.000 video visti e circa 5000 corsi online - per web@lfemminile, la maratona live di futuro@lfemminile - il progetto di responsabilità sociale di Microsoft Italia realizzato in collaborazione con ACER - per parlare di Pari opportunità attraverso la lente della tecnologia.

Leggi tutto

Pari opportunità: posticipare l’età pensionabile aiuta? I risultati del nostro questionario.

Hairy furry windy

Foto di Amelie

Il 13 novembre scorso, la Corte di giustizia europea ha dichiarato, con sentenza, l’inadempienza dello Stato italiano per: “mantenere in vigore una normativa in forza della quale i dipendenti pubblici hanno diritto a percepire la pensione di vecchiaia a età diverse a seconda che siano uomini o donne, venendo meno agli obblighi di cui all’art. 141 CE”. Insomma, siamo stati condannati perché l’anticipazione dell’età pensionabile delle donne determina una discriminazione. 

Sulla scia del dibattito seguito, avevamo proposto ai nostri lettori un questionario: la parità di trattamento economico sancita dalla Corte di Giustizia Europea aiuta davvero la donna a vivere la propria vita lavorativa su un piano di parità rispetto all'uomo? 

Leggi tutto

Donne ai vertici nei comuni capoluogo: mediamente una su cinque. E, in qualche caso, va molto peggio.

Foto di stanzak

Nei comuni di Andria, Benevento, Foggia, Crotone e Catanzaro le donne rappresentano appena l’8% della composizione di consiglio, giunta e apparato dirigenziale. Tra le Regioni, questo primato spetta a Basilicata, Sicilia, Calabria, Veneto e Molise con una percentuale media di componente femminile di poco al di sopra del 14%. L’indagine, condotta da FORUM PA su Regioni e Comuni Capoluogo di Provincia, rientra nelle linee di azione per il 2009 dell’Osservatorio Donne nella PA - l’iniziativa promossa insieme con futuro@lfemminile con lo scopo di valorizzare la presenza e il ruolo professionale delle donne nella Pubblica Amministrazione - che ieri ha presentato ad un pubblico di vertici politici e amministrativi, rigorosamente al femminile, le nuove iniziative per il 2009.

Leggi tutto

Osservatorio Donne Nella PA: le linee d'azione per il 2009

L’Osservatorio Donne nella PA nasce nel 2006, da un'iniziativa di futuro@lfemminile, il progetto di Microsoft per le donne realizzato in collaborazione con Accenture e Acer e con la partecipazione di INAIL e FORUM PA, con lo scopo di valorizzare la presenza e il ruolo professionale delle donne nella Pubblica Amministrazione attraverso l’uso delle tecnologie.

Leggi tutto

Donne PA: dalla Ragioneria Generale dello Stato i numeri ufficiali.

My Work Space

Foto di Jeremy Price

Leggi tutto