Cerca: Articolo, cooperazione applicativa

6 risultati

Risultati

Mezzogiorno. Interoperabilità e cooperazione applicativa: crescono attenzione e progetti. I dati dell'Osservatorio ICAR plus

Le regioni del sud condividono con le altre nuovi obiettivi di integrazione e semplificazione, coerenti con la logica dell’interoperabilità e della cooperazione applicativa, al fine di migliorare la condivisione delle informazioni e la qualità nell’erogazione dei servizi. Questa una delle evidenze che emergono dall'indagine sull'interoperabilità e la cooperazione applicativa pubblicata a novembre dall'Osservatorio ICAR plus del CISIS (il Centro interregionale per i sistemi informatici, geografici e statistici). L’Osservatorio raccoglie, nell’ambito del progetto ICAR plus, dati e informazioni sul dispiegamento dell’interoperabilità e la cooperazione applicativa nelle regioni italiane per diffondere la cultura della cooperazione applicativa e condividere le best practice.

Leggi tutto

Nord ovest. Voglia di cooperazione - I dati di ICAR plus sulla cooperazione applicativa

Le regioni del nord ovest manifestano una particolare sensibilità al tema della cooperazione: questa una delle evidenze risultanti dall'indagine sull'interoperabilità e la cooperazione applicativa pubblicata a novembre dall'Osservatorio ICAR plus del CISIS (il Centro interregionale per i sistemi informatici, geografici e statistici).

Leggi tutto

La gestione dei flussi documentali come strumento di reingegnerizzazione dei processi amministrativi

motion gears -team force

by ralphbijker

Ad aprire il convegno e-Government, e-Democracy, il 9 ottobre scorso a Villa Miani, Fabio Pistella, Presidente del CNIPA, che ha offerto un’analisi del tema della gestione dei flussi documentali come fattore abilitante della re-ingegnerizzazione e in molti casi dell’ingegnerizzazione dei processi amministrativi nelle PA. Una corretta implementazione di questi strumenti, organizzativi prima ancora che tecnologici, consente una reale semplificazione delle procedure. Riportiamo i passi più significativi del suo intervento.

Leggi tutto

Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione: a che punto siamo?

Lights

by Thomas Hawk

Proseguiamo questa settimana il nostro percorso attraverso luci e ombre della PA digitale in Italia. Dopo gli articoli usciti nelle due precedenti newsletter – dai titoli poco rassicuranti “PA digitale chi l’ha vista?” e “Perchè fallisce l'e-Government” – questa volta torniamo a parlare dello stato del Sistema Pubblico di Connettività (SPC).

Leggi tutto

Lo stato civile digitale europeo per ridurre i tempi della burocrazia

Race Cube: Daisy Duke

by Nathan Gibbs

Il CNIPA ha sottoscritto l’adesione al Consortium Agreement del “Proget­to ECRN”- European Civil Registry Network che, con investimenti per circa 3,5 milioni di euro e l’aggiudicazione di un finanziamento dell’UE, realizzerà in 30 mesi sia la piattaforma dedicata che i siti pilota per l’integrazione degli uffici di stato civile dei Paesi comunitari e per lo scambio sicuro e certificato degli atti prodotti. L’annuncio è stato dato in occasione del 2° DI-GIDAL-Forum internazionale sull’identificazione digitale, in corso a Castel San Pietro Terme (Bologna).

Leggi tutto

Tuscany Internet Exchange, la Toscana estende la rete

La Rete Telematica della Regione Toscana (RTRT) nasce nel 1997, come infrastruttura dedicata per la Pubblica Amministrazione regionale e locale all'interno del programma "Un Patto per la Toscana", che si poneva di individuare tutte quelle risorse ed i fattori di successo atti a migliorare e rendere stabile un processo di sviluppo della competitività del sistema toscana.

Leggi tutto