Cerca: Intervista, Città e territorio, smart cities

Risultati 21 - 30 di 50

Risultati

Password 2012, una primavera di ascolto e partecipazione

La crisi di risorse pubbliche per la cultura, dato ormai inconfutabile, impone la ridefinizione degli strumenti istituzionali di promozione, sostegno, sviluppo, in sintesi di “politica culturale” delle città, rendendo necessaria una vera e propria rivoluzione, che metta la cultura in testa alle priorità di una città. L’esperienza di Password, un progetto curato da Paolo Dalla Sega (docente di Progettazione culturale e di Valorizzazione urbana all’Università Cattolica di Milano) per l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trento, è un prodotto di questo pensiero contemporaneo sulla cultura e sulle politiche culturali, basato sulla cultura della partecipazione e sulla “partecipazione alla cultura”.

Leggi tutto

Nicos Komninos: la smart city nasce dall'intelligenza collettiva

Nicos Komninos è professore ordinario in Urban Development and Innovation Policy presso l’Aristotele University of Thessaloniki. Inoltre è il fondatore e il direttore dell’Urban and Regional Innovation (URENIO) Research, uno dei principali centri di ricerca a livello mondiale nello studio delle modalità di integrazione delle tecnologie digitali nei contesti urbani, con particolare riferimento ai modelli della digital city, dell’intelligent city e della smart city. Sarà uno dei protagonisti di Smart City Exhibition 2013.

Leggi tutto

Intervista a Juan Pablo Espinosa, Agenda Digitale e sociale Quito 2022

Smart City Exhibition 2013 ospiterà Juan Pablo Espinosa, coordinatore dell'Agenda Digitale e sociale di Quito 2022. Juan Pablo Espinosa è anche il coordinatore del quattordicesimo incontro iberoamericano delle città digitali, XIV Encuentro Iberoamericano de CiudadesDigitales - organizzato da AHCIET (l'associazione americana dei Centri di Ricerca e  delle Aziende di telecomunicazione) con il sostegno del Comune di Quito – che si terrà a settembre e durante il quale verrà presentata anche Smart City Exhibition.

Leggi tutto

Fundao, una piccola Human Smart City. Intervista a Jean Barroca, Alfamicro

La Smart City è fatta soprattutto di persone, di cittadini attivi che prendono parte al processo di cambiamento e rigenerazione della città. Questa la visione fondamentale sulla Human Smart City prospettata a FORUM PA 2013 da Jean Barroca, membro della giunta del Comune di Fundao e ricercatore presso Alfamicro. Jean Barroca è stato relatore del convegno Co-creare soluzione Smart.

Leggi tutto

Parchi scientifici e smart cities. Un'intervista ad Eduardo Moreira a margine del convegno Co-creare soluzioni smart

Eduardo Moreira da Costa è docente universitario e fondatore di 2000ideias, una società internazionale di consulenza su tutti gli aspetti di innovazione, con uffici a Rio e a Florianópolis. Al convegno "Co-creare soluzioni smart" mercoeldì 29 maggio a FORUM PA 2013 ha tenuto un keynote sul ripansamento dellorganizazzione e del ruolo dei parchi scientifici, portando il caso concreto della città di Rio.

Leggi tutto

Oltre la Smart City. Intervista a Tim Campbell

Tim Campbell ha lavorato per più di 35 anni nello sviluppo urbano con esperienza in decine di paesi e centinaia di città in America Latina, Asia meridionale e orientale, Europa orientale e Africa. Le sue aree di specializzazione comprendono la pianificazione strategica urbana, le strategie di sviluppo della città, il decentramento, la politica urbana, l'impatto sociale e la povertà urbana. In questa intervista ci racconta cosa è una Smart City e ci anticipa il contenuto del suo intervento durante il convegnoHuman Smart Cities: la visione” che si terrà il 29 maggio mattina a FORUM PA all’interno della “Periphèria Final Conference”.

Incontrare Tim Campbell a FORUM PA è un’occasione da non perdere. Se avete letto il suo ultimo libro Beyond Smart Cities: how cities network learn to innovate (London: Routledge) pubblicato nel gennaio del 2012 ne conoscete già il motivo.

Leggi tutto

PER LINDE: città intelligente, la tecnologia al servizio della partecipazione, altrimenti è inutile

Costruire una Smart City andando oltre l’aspetto meramente tecnologico per concentrarsi invece sulle interazioni umane e sulla comunità della rete, on e off line, occupandosi di coloro che spesso non sono rappresentati nei processi innovativi, come immigrati o giovani delle aree emarginate. È  un modello di Città Intelligente incentrato sull’innovazione sociale quello proposto dalla città svedese di Malmö, come ci racconta Per Linde, ricercatore in Interaction design della locale università, che al momento si sta occupando del “Living Lab The Neigbourhood”, parte del progetto europeo Periphèria. A Smart City Exhibition 2012, Linde, nella mattinata del 30 ottobre, ha partecipato al convegno “Meet the cities: i progetti delle più importanti città europee verso una human smart city”. [La registrazione video del suo intervento è disponibilt su InnovaTiVi]

Leggi tutto

PABLO SANCHEZ CHILLON: cittadino è spina dorsale della smart city

Pablo Sánchez Chillón, urbanista e ricercatore sul fenomeno Smart City, può essere considerato il pioniere in questo campo in terra spagnola. La sua ricetta per la crescita degli spazi urbani è basata sul modello “Cityzentrism”, che considera i cittadini come la spina dorsale dello spazio urbano, sia nel ruolo di oggetti che di soggetti. E prevede di coinvolgerli, farli giocare, usare la creatività per “catturare” i giovani digitali (digizen), attraverso soluzioni originali per farli uscire dalle loro bolle individuali e trasformarli in pivot della cittadinanza partecipata.
A Smart City Exhibition 2012 Chillon, nel pomeriggio di lunedì  29 ottobre, ha tenuto il key note “Una visione complessiva della città intelligente: le infrastrutture, il piano di comunicazione, il ruolo dei cittadini”. [qui la registrazione video dell'intervento su InnovaTiVi]

Leggi tutto

KARL-FILIP COENEGRACHTS: Ghent, verso una citizen driven Smart City

Karl-Filip Coenegrachts, nel ruolo di capo del dipartimento di Strategia, Coordinamento e Relazioni Internazionali della città belga, è la mente di Ghent 2020, piano verso lo sviluppo sostenibile di cui fa parte anche il Ghent Living Lab, il progetto che, attraverso la metodologia del cittadino come co-creatore, rappresenta uno strumento cruciale del processo di innovazione verso la Smart City. Nella nostra intervista spiega come tale progetto rientri pienamente nello stesso piano Ghent 2020 e rappresenti una parte importante del modello di Smart City,che vede la partecipazione civica e l’empowerment del cittadino come elementi fondanti: una Smart City che sia non solo citizen-centered ma citizen driver. A Smart City Exhibition 2012, Coenegrachts, nella mattinata del 30 ottobre, ha partecipato al convegno “Meet the cities: i progetti delle più importanti città europee verso una human smart city” [qui la registrazione del video di Coenegrachts]

Leggi tutto

JON KINGSBURY: la creatività come chiave del processo smart city

Jon Kingsbury è l’esperto di media digitali che, come responsabile del Creative Economy Innovation Programme dell’organizzazione britannica Nesta, sta promuovendo innumerevoli progetti per l’innovazione del settore. Nella nostra intervista spiega perché le Smart City dovrebbero investire in creatività come chiave di volta del processo che porta alla loro stessa nascita. I settori creativi sono cool, per cui tutti vorrebbero abitare o lavorare dalle parti dei territori in cui operano. A Smart City Exhibition 2012 Jon Kingsbury ha preso parte al dialogo con Roberto Grandi sul tema “Smart City: il ruolo della creatività e dell’industria creativa”, nel pomeriggio di martedì 30 ottobre.

Leggi tutto