Cerca: Intervista, smart cities

Risultati 61 - 70 di 72

Risultati

Gloria Piaggio su Genova Smart City

Quale modello per Genova Smart City? Lo abbiamo chiesto Gloria Piaggio, Coordinatrice del progetto.

Leggi tutto

Bologna verso la Smart city. La racconta Matteo Lepore

Quale modello per una "Bologna smart"? Lo abbiamo chiesto a Matteo Lepore, assessore all'innovazione di Bologna e presidente della Commissione Innovazione ANCI.

Leggi tutto

Smart city, un processo italiano. Intervista a Irene Tinagli

Come si sta muovendo l'Italia sul tema smart city? Lo abbiamo chiesto a Irene Tinagli, economista e docente all'Università Carlos III di Madrid, nonché consulente del Governo Italiano proprio sul tema smart city.

Leggi tutto

Una città smart è come una macchina di Formula1

“Quindici anni fa per vincere una gara di Formula1 era necessario avere una buona macchina e un buon pilota, oggi è necessario un buon sistema di telemetria (oltre alla macchina e al pilota). E’ necessario cioè un sistema che raccolga informazioni dalle migliaia di sensori sulla macchina e le trasmetta a tutti i computer che lavorano nei PIT, dove le info rmazioni vengono analizzate e processate, facendo sì che si possano prendere decisioni in tempo reale. Oggi quello che sta succedendo nelle nostre città è proprio questo: stanno iniziando a funzionare come una macchina di Formula1”. Chiamiamola smart, chiamiamola senseable, ma è questa la città che sta cambiando sotto i nostri occhi. Ne parliamo con Carlo Ratti, professore al MIT di Boston e direttore del SENSEable City Lab, che sarà a FORUM PA 2012, il 17 maggio con un keynote alla Prima Giornata dedicata all’impegno delle amministrazioni per le smart city e le smart community, organizzata in collaborazione con Asset Camera, Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma.

 
Leggi tutto

Cooperazione internazionale per le smart cities del futuro

La settimana scorsa a Bologna è stata presentata SMART City Exhibition, la manifestazione promossa da FORUM PA e Bologna Fiere che si terrà dal 29 al 31 ottobre 2012 e che avrà come tema guida lo sviluppo "intelligente" delle città e le nuove modalità tecnologiche, partecipative ed inclusive di governo del territorio. Iniziamo, quindi, un percorso di approfondimento per scoprire dai protagonisti nazionali ed internazionali cosa si intende nello specifico con i termini "smart city" e "smart communities".

Leggi tutto

Enabling city. L'innovazione sociale (spesso) succede dove meno te lo aspetti

“Enabling” con un termine un po' evocativo di manuali di pedagogia può tradursi in italiano con “abilitante”. Ma è un po’ il contrario di quel che sembra, perché l’enabling city è in realtà una città che sa imparare. Dai cittadini e dalle comunità che la abitano, la animano, la migliorano, risolvendo i problemi che la attraversano. Spesso in modi imprevisti e nei luoghi su cui meno si scommetterebbe. “Enabling City” è il progetto di Chiara Camponeschi che si occupa di innovazione sociale nell'ambito della sostenibilità urbana e della governance partecipativa. “Per me – ci spiega Chiara - una città è veramente “enabling” quando lascia spazio alla collaborazione, alla sperimentazione, alla trasparenza. Quando mette cioé a disposizione fondi, infrastrutture e un progetto politico per stimolare l'empowerment di comunità locali che si attivino per contribuire al cambiamento”.

Leggi tutto

Apps in the City. Quando le apps arrivano in città

La città è per vocazione al centro dell'amministrare 2.0. Così, seguendo il paradigma di una amministrazione partecipata, smart e capace di resilienza le città sviluppano la loro multiforme anima digitale. Cosa succede quando arrivano le Apps? Ne abbiamo parlato in skype video con Paolo Coppola, assessore all'Innovazione di Udine, Lorenzo Marchionni, presidente della fiorentina Lineacomune spa e Elena Rapisardi, esperta Protezione Civile - Emergency management. 

Leggi tutto

"Energia in rete" per Comuni smart: quando ambiente e risparmio vanno a braccetto

È da una piccola isola, anzi da “un’isola nell’isola” che parte una grande sfida, quella di diventare entro il 2014 il primo comune italiano a zero emissioni di CO2. Il luogo della sperimentazione è, infatti, Carloforte, comune di 6.400 abitanti e unico centro abitato dell'isola di San Pietro, situata nell'arcipelago del Sulcis a sud ovest della Sardegna. “Energia in rete” è, invece, il nome dell’innovativa tecnologia per il controllo e il risparmio energetico su cui si basa il progetto. Ideata e realizzata dai ricercatori del CIRPS (Centro interuniversitario di ricerca per lo sviluppo sostenibile dell’Università La Sapienza di Roma), in particolare dall'unità di ricerca AEREL - Applicazioni Energetiche Rinnovabili per gli Enti Locali, la tecnologia è stata presentata il 7 ottobre scorso nell’ambito del Carloforte Green Workshop. Daniele Pulcini, docente di Sistemi Energetici al CIRPS e responsabile di AEREL, ci spiega di cosa si tratta.

Leggi tutto

Nelle città intelligenti si "governa con la rete"

La Rete delle città intelligenti si incontra lunedì 18 aprile ad Ancona. Il tema centrale di questa terza giornata di lavori è “fare rete” e “governare con la rete”, tema che sarà anche al centro di FORUM PA 2011 e che fa riferimento a un nuovo modello organizzativo al centro del quale ci sono la cooperazione, la condivisione di esperienze, la crescita dei beni relazionali e del capitale sociale, la collaborazione virtuosa tra PA, imprese, cittadini e terzo settore. E ancora, lo sviluppo della società della conoscenza e di una cultura dell’open government e degli open data. Con Fiorello Gramillano, sindaco di Ancona, abbiamo cercato di capire cosa significa questo tipo di approccio per una città, quali vantaggi può portare e quali ostacoli si incontrano ancora nell’adottarlo.

Leggi tutto

Una rete per città più sicure

La Rete delle città intelligenti si incontra lunedì 18 aprile ad Ancona. Il tema centrale di questa terza giornata di lavori è il “governo con la rete” - tema che sarà anche al centro di FORUM PA 2011 - con un’attenzione particolare alla sicurezza urbana. Di questo aspetto così delicato – uno dei più sentiti dai cittadini, soprattutto per quanto riguarda i fenomeni di criminalità comune – abbiamo parlato con Giorgio Pighi, sindaco di Modena e presidente del Forum Italiano per la Sicurezza Urbana (FISU). Pighi ci ha anticipato alcune riflessioni che saranno oggetto del suo intervento nell’incontro di Ancona.

Leggi tutto