Cerca: Intervista, Scuola, istruzione e ricerca, Sviluppo e Competitività

8 risultati

Risultati

Le interviste dal KnowMan Camp

Lo scorso 22 giugno a Roma, nell'ambito della quarta edizione di Romascienza, si è svolto il KnowMan Camp facilitato da Artea Studio. Si è trattato di un momento di lavoro condiviso che ha riunito una cinquantina di rappresentanti delle 14 strutture pubbliche che nel Lazio si occupano di valorizzazione della ricerca per favorire la competitività del sistema produttivo locale e nazionale. L'obiettivo era riuscire a creare una rete con obiettivi comuni che mettesse a sistema competenze e strutture per agevolare il lavoro di ciascuna struttura e offrire un servizio alle imprese del territorio. Presentiamo una serie di interviste realizzate a margine dell'evento.

Leggi tutto

Tra 10 anni l'università italiana troverà un suo equilibrio. Nel frattempo...

L’università italiana si trova in uno dei suoi periodi più duri. Costretta a cambiare paradigma sia organizzativo che economico, è in realtà schiacciata tra contraddizioni che generano incertezza e confusione. Quali sono gli strumenti su cui puntare per uscire da questo impasse? Un recente incontro al Politecnico di Torino ha provato a fare il punto analizzando i diversi temi d’attualità, dal trasferimento tecnologico in un paese a crescita zero, alla riforma Gelmini, al ruolo dei privati nell’Università pubblica. Ne abbiamo discusso con il curatore dell’evento Francesco Vaccarino.

Leggi tutto

All'Italia serve una Banca dell'innovazione?

Come vengono utilizzati i 17 miliardi di euro che ogni anno l’Italia (e l’Europa) mette in campo per l’innovazione e la ricerca? Per alcuni male e a pioggia, penalizzando la competitività del sistema paese. Una recente proposta alla Camera punta a riorganizzare la gestione di questi fondi con la creazione di una Banca dell’innovazione che catalizzi le idee migliori e gli investimenti privati. Ne abbiamo discusso con la Deputata Alessia Mosca (PD) co- firmataria, assieme a Beatrice Lorenzin (PDL), della proposta di legge.

Leggi tutto

La Toscana investe sul trasferimento tecnologico

Razionalizzazione e potenziamento del sistema regionale di trasferimento tecnologico. Questo l’obiettivo che la Regione toscana si è prefissata attraverso un percorso che dura già da due anni e che porterà alla selezione e alla qualificazione del rapporto domanda/offerta tra centri pubblici di ricerca e aziende. Ne abbiamo discusso con l'assessore regionale alle attività produttive Gianfranco Simoncini.

Leggi tutto

Il mistero del codice dei brevetti: scompare un articolo e l’Università rimane a bocca asciutta

Il brevetto è la possibilità di avere il controllo sui risultati della ricerca scientifica. Per le Università, dunque, che per fare ricerca utilizzano fondi pubblici, brevettare dovrebbe essere una specie di obbligo. Invece in Italia le cose girano al contrario e la recente riforma del codice della proprietà industriale non modifica questa situazione. Proviamo a capirci qualcosa di più.

Leggi tutto

A Napoli l'innovazione entra nelle imprese sulle gambe dei giovani e con l'aiuto del Comune

La pubblica Amministrazione può avere un ruolo centrale nel favorire l’occupazione dei giovani laureati, basta saper valorizzare il loro “contributo innovativo”. Lo dimostra il Comune di Napoli che, partecipando al programma FIxO, è riuscito a inserire nel mercato del lavoro (privato) 30 giovanissimi neolaureati. Ne parliamo con Mario Raffa, Assessore comunale allo Sviluppo.

Leggi tutto

APSTI a FORUM PA 2010: costruiamo una filiera per l’innovazione

Oggi a FORUM PA si è svolto il Convegno nazionale di APSTI, l'Associazione che riunisce 31 Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani. Alessandro Giari, presidente di APSTI, ci ha spiegato gli obiettivi dell’associazione e il ruolo dei Parchi nello sviluppo competitivo dei territori. La parola chiave è collaborazione e sinergia tra università e centri di ricerca, imprese e pubblica amministrazione.

Leggi tutto

Il mediatore tecnologico: nuove professioni per valorizzare la ricerca

Un professionista in grado di far dialogare imprese e ricercatori, incrociando le esigenze di innovazione delle prime con le competenze scientifiche dei secondi. È il mediatore del trasferimento tecnologico, una nuova figura che potrebbe aiutare il nostro Paese a recuperare posizioni nella corsa all’innovazione. Stefano Ciccone, Direttore del Parco Scientifico Romano, ci spiega di cosa si tratta.

Leggi tutto