Cerca: Intervista, Riforma PA, valutazione e misurazione

9 risultati

Risultati

L’INPDAP e la riforma Brunetta: valutare i dipendenti si può…premiarli anche!

Sembrerà strano, eppure più di una amministrazione è riuscita a rispettare tutte le scadenze previste dalla riforma Brunetta e si prepara ad introdurre i meccanismi di incentivo economico legati alla meritocrazia. Una di esse è INPDAP. Abbiamo sentito il Direttore delle Risorse umane, Vincenzo Caridi, per provare a capire insieme a lui cosa cambia nella gestione di una pubblica amministrazione con l’entrata in vigore della riforma e in che modo è possibile realizzare le “fasce di merito” all’indomani del DL 78 (legge 122/2010), che ha “congelato” gli stipendi pubblici.

Leggi tutto

Dal Comune di Genova un giudizio positivo sulla riforma Brunetta, ma...

Il comune di Genova ha avviato, a metà del 2007, un progetto di riorganizzazione dell’ente in funzione di una migliore gestione del ciclo delle performance. A distanza di due anni e mezzo il segretario e Direttore Generale Mariangela Danzì ne ha presentato i risultati al FORUM DELL’INNOVAZIONE Nord Ovest. Non sono mancati i riferimenti alla riforma Brunetta, giudicato, complessivamente, un intervento positivo, ma bisognoso di alcune aperture al confronto, nella sua applicazione al contesto degli enti locali.

Leggi tutto

Misurare serve… se cambiamo paradigma. Intervista a Mauro Bonaretti

Spostare l’attenzione sulle aspettative dei cittadini, quindi sugli obiettivi di outcome, e partire da qui per impostare la programmazione dell’azione amministrativa e il relativo piano di misurazione delle performance. Mauro Bonaretti in una intervista pubblicata sul portale MisuraPA illustra la nuova strategia che il Comune di Reggio Emilia, di cui è Direttore generale, ha scelto di seguire per dare una reale sterzata in direzione della valutazione e dell’efficienza.

Leggi tutto

"Qui numerare incipit..." La programmazione strategica nel cuore della PA

Legos

Foto di Brandy Shaul

Intervenendo alla IX Conferenza nazionale di statistica, Efisio Espa (SSPA) citava la sintesi morgensteriana del "Qui numerare incipit, errare incipit".
Il paradosso è solo apparente. “Iniziare a sbagliare” è la consapevolezza matura di un approccio integrato alla misurazione e alla valutazione che chiede alla statistica dati congrui per la programmazione strategica in una prospettiva "sintetica" di innovazione amministrativa. Mentre è all’esame della Camera il Disegno di legge 2031 (sulla riforma Brunetta), riflettiamo con Manin Carabba, Direttore CER, sul perché la programmazione strategica, attraverso i meccanismi di misurazione e valutazione che la sorreggono, non può non essere al centro della riforma della PA.

Leggi tutto

La riforma emozionale della PA

Open up and say AHHHH!!!!!

Photo by Michelle Brea

“Se Brunetta porta avanti un discorso di ristrutturazione della pubblica amministrazione non lo fa solo per ragioni di protagonismo, ma perché capisce che questo è il momento per riformare la PA. Penso, però, che non ci riuscirà perché il suo attacco è stato troppo emozionale e le emozioni, per natura, sono destinate a consumarsi, a decadere”.

A parlare è il sociologo Giuseppe De Rita, attento osservatore della società italiana.
Consapevoli che il discorso meriterebbe una trattazione specifica e che il riferimento al tema si innestava nella presentazione del rapporto Censis 2008 abbiamo comunque avvicinato il professore per porgli un paio di domande. 

Leggi tutto

Condivisione degli obiettivi, premio del merito e prospettive di crescita

foto antonino gentile

Premiare i più bravi, chi lavora meglio e, perché no, anche in minor tempo. Avere degli obiettivi e dei sistemi di valutazione che rendano misurabili i risultati per capire se si sta facendo bene o male il proprio lavoro, per sapere cosa occorre migliorare e in quale direzione. Valorizzare al meglio le risorse a disposizione, creando quel clima organizzativo e, forse ancor prima, relazionale che stimola la partecipazione, l'entusiasmo e la voglia di fare. Grazie a questa filosofia, Antonino Gentile, direttore dell’Agenzia delle Entrate del Trentino è stato riconosciuto vincitore del premio innovatori per la caccia agli sprechi: l’altro verso della premialità del merito. 

Leggi tutto

Le responsabilità, i rischi e le competenze della dirigenza

foto Guadenzio garavini

Identikit di un manager: Gaudenzio Garavini, da nove anni a capo della Direzione organizzazione, personale, sistemi informativi e telematica della Regione Emilia Romagna, ha, verso le organizzazioni, un approccio privatistico, maturato in anni di lavoro nel privato, nel campo della formazione e risorse umane, e in attività di negoziazione sul versante sindacale.  

Leggi tutto

L'innovazione comincia dalle persone

Abbiamo fatto una chiacchierata con Luca Attias, dirigente dei sistemi informativi della Corte dei Conti, per conoscere un pò più da vicino il vincitore del premio innovatori del FORUM PA 2008 per la categoria "tecnologie". Quello che abbiamo scoperto è un giovane dirigente che in sette anni di lavoro alla Corte dei Conti ha introdotto nella sua area un approccio basato sulla valorizzazione delle competenze, riorganizzando le attività del suo ufficio in funzione delle attitudini dei singoli collaboratori.

Leggi tutto

Bolzano: la cultura del risultato migliora i servizi

Ne parliamo con Renzo Caramaschi - Direttore generale del Comune di Bolzano

Leggi tutto