Cerca: cooperazione applicativa

Risultati 151 - 159 di 159

Risultati

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze e i servizi del Sistema Pubblico di Connettività: il caso Consip

Renzo Flamini illustra le attività della Consip e i vantaggi che l’adesione alla Rupa ha portato alla struttura per cui ritiene l’adesione al SPC un’evoluzione naturale. Egli passa poi a raccontare lo stato dell’arte e i servizi in progress all’interno della Consip. Spiega come gli attuali servizi di gestione dei sistemi, delle reti, delle postazioni di lavoro e dell’interoperabilità verranno migrati nei corrispondenti servizi offerti dal SPC-Coop e aggiunge che affinché ciò si realizzi occorrono sinergie efficaci e supporti non solo di tipo tecnologico.

La certificazione antimafia per via telematica: un segno di collaborazione tra Ministeri

Flamment illustra il progetto che nasce dalla consapevolezza di un gap di efficienza e efficacia nell’azione amministrativa, nell’ambito del rilascio della documentazione antimafia, mettendo in luce le problematiche pratiche e di coerenza con la disciplina europea. Il progetto è finalizzato a migliorare la tempistica e l’attendibilità del rilascio della certificazione antimafia in una generale prospettiva di servizio agli operatori economici del territorio affinché non si vedano penalizzati da ulteriori oneri procedurali.

Le azioni del Ministero per le Riforme e l’Innovazione per la digitalizzazione della PA

Santa Brancati presenta le azioni che il Ministro per le Riforme e l’Innovazione sta portando avanti attraverso il documento contenente le linee strategiche per la digitalizzazione nella PA.Leggi tutto

Sicurezza di SPC

Mariangela Fagnani spiega quali siano i requisiti principali della sicurezza di SPC, ovvero lo sviluppo di un dominio affidabile (Trusted), costituito da una federazione di domini di sicurezza in cui i diversi soggetti si impegnano reciprocamente nell’attuazione delle misure di sicurezza, e quale sia il ruolo del Centro di Gestione di SPC.Leggi tutto

I progetti di e-government e di e-democracy della Provincia di Roma

Russotto presenta due progetti della Provincia di Roma: la prima iniziativa, in fase di avvio, è lo sportello virtuale che fa seguito al progetto di e-government COMNET; il secondo progetto, che si trova all’inizio della sua fase operativa, è PRODEAS per l’e-democracy. Le maggiori difficoltà nella loro implementazione sono state la difformità e l’eterogeneità dei servizi all’interno dei Comuni della Provincia.Leggi tutto

La prevenzione con il GovCERT ed i CERT-SPC

Gianluigi Moxedano presenta il progetto GovCERT, istituito nel 2005 su proposta del Comitato tecnico nazionale sulla sicurezza informatica e delle telecomunicazioni nelle pubbliche amministrazioni. Il GovCERT rappresenta un punto di riferimento centralizzato per tutti i gruppi di risposta agli incidenti informatici, i cd. CERT-AM, creati nelle pubbliche amministrazioni in osservanza della direttiva 16/1/2002.Leggi tutto

L’e-government in Italia

Osnaghi ripercorre il sentiero dell’e-government italiano, a partire dalle leggi Bassanini degli anni ’90 e dal Piano di e-government avviato nel 2000 dal governo Amato.Leggi tutto

L’introduzione di SPC come strumento di sicurezza nella PA

L’argomento dell’ICT nella PA è di grande rilevanza, sostiene Emilio Frezza, e le attività dell’osservatorio della sicurezza, che il CNIPA svolge da alcuni anni, ci danno un panorama della situazione attuale.Leggi tutto

Tuscany Internet Exchange, la Toscana estende la rete

La Rete Telematica della Regione Toscana (RTRT) nasce nel 1997, come infrastruttura dedicata per la Pubblica Amministrazione regionale e locale all'interno del programma "Un Patto per la Toscana", che si poneva di individuare tutte quelle risorse ed i fattori di successo atti a migliorare e rendere stabile un processo di sviluppo della competitività del sistema toscana.

Leggi tutto