Cerca: partnership pubblico-privato

Risultati 81 - 90 di 279

Risultati

Rifiuti in cementeria. Opportunità per l’ambiente e per l’economia

L’utilizzo di materiali e combustibili alternativi nel ciclo produttivo del cemento è una grande opportunità, che consente di risparmiare preziose risorse naturali, di avere un minore impatto sull’ambiente e di generare un indotto significativo sul territorio. Il recupero dei rifiuti è classificato dalle istituzioni europee, come una delle migliori tecniche disponibili per ridurre l’impatto del settore cemento. Le cementerie sono tra gli impianti industriali più adatti ad entrare nel ciclo del recupero di materie e di energia dai rifiuti.

Leggi tutto

Rifiuti in cementeria. Opportunità per l’ambiente e per l’economia

L’utilizzo di materiali e combustibili alternativi nel ciclo produttivo del cemento è una grande opportunità, che consente di risparmiare preziose risorse naturali, di avere un minore impatto sull’ambiente e di generare un indotto significativo sul territorio. Il recupero dei rifiuti è classificato dalle istituzioni europee, come una delle migliori tecniche disponibili per ridurre l’impatto del settore cemento. Le cementerie sono tra gli impianti industriali più adatti ad entrare nel ciclo del recupero di materie e di energia dai rifiuti.

Leggi tutto

La formazione nel settore marittimo: il Ministero dei Trasporti

 

Leggi tutto

Superare la crisi del settore marittimo: ricerca, innovazione e formazione

Il settore cantieristico sta vivendo oggi una delle peggiori crisi che abbia mai attraversato: la domanda ha subito un crollo che vede la contrazione del 64% degli investimenti con un passaggio da 263 miliardi di dollari registrati nel 2007, ai 18 miliardi registrati nel 2009. Anche il settore nautico, settore a maggiore intensità di occupazione e tra i maggiori contribuenti alla formazione del PIL nazionale, soffre di problemi analoghi: si registra qui una contrazione del 35%.

Leggi tutto

Industria 2015: progetti di innovazione industriale e le tecnologie marittime

Competitività, innovazione e ricerca sono i principi adottati dall’azione delle amministrazioni in linea con la politica europea che, con il documento Europa 2020, indica come fondamentali tre obiettivi: il perseguimento di un’Europa più intelligente, più verde e più inclusiva. Lavorare sulla competitività significa provocare un impatto su queste tre aree e indirettamente agire sulla formazione per fare si che le risorse umane siano preparate alle nuove esigenze di innovazione dei mercati e delle imprese.

Leggi tutto

Dal polo formativo alla fondazione di partecipazione: un canale di formazione alternativo

L’istruzione tecnico superiore è un sistema in fase di organizzazione. Il Dpcm del 2008 permette la costituzione di istituti tecnici superiori che assumono una  configurazione particolare, un modello organizzativo di tipo privatistico: la fondazione di partecipazione. Con la realizzazione della fondazione di partecipazione si vuole consentire ai soggetti pubblici e privati di poter partecipare ad una organizzazione senza scopo di lucro che abbia come finalità la formazione e l’innovazione dei giovani.

Leggi tutto

Il valore economico del settore marittimo e la necessità di un governo forte

Il settore marittimo è uno dei settori a maggiore intensità di occupazione e tra i maggiori contribuenti alla formazione del PIL nazionale. Claudio Lombardi, dopo aver descritto il livello di produttività e il grado di occupazione e l’importanza economica del settore marittimo, denuncia un la mancanza di un’azione di monitoraggio e di governo forte da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Un quadro di riferimento comune per garantire una adeguata formazione marittima

Beniamino Leone sottolinea nel suo intervento l’importanza di disporre di un quadro comune che sia in grado di dare dati certi sulle professionalità del mare  per poter garantire l’adeguata formazione.

Azioni locali nel sistema globale: obiettivi e esperienze del FVG

Il Distretto Tecnologico Navale del Friuli Venezia Giulia nasce nel dicembre 2007 dall’idea che sinergie e collaborazioni di soggetti diversi, che hanno mission e che lavorano su piani diversi, debbano attuarsi secondo una strategia comune. Il distretto si fonda sulla consapevolezza  che il settore della cantieristica regionale e il Cluster della Nautica sono riusciti a ritagliare una posizione di leadership nel tempo, offrendo prodotti di alta tecnologia e design, all’interno di un mercato dalle prospettive favorevoli.

Leggi tutto

Il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine: fare sistema per superare la crisi

In un contesto di crisi economica è necessario mettere in atto iniziative a sostegno di una ripresa che non riproduca le distorsioni di sistema e che migliori, quantomeno sensibilmente, la qualità della vita attraverso azioni di sostenibilità ambientale. E’ dunque necessario puntare su una economia della conoscenza, dell’innovazione tecnologica e sulla capacità di fare sistema, ovvero di creare delle piattaforme che consentano di mettere a comune l’esperienza di tutti i soggetti che intervengono a vario titolo nel sistema economico.

Leggi tutto