Cerca: open government

Risultati 271 - 280 di 301

Risultati

eGov europeo. Abbastanza "open"? David Osimo su Action Plan 2011-2015

Nella dichiarazione di indirizzo politico dello European eGovernment Action Plan 2011 -2015 viene citata, accanto alla Dichiarazione ministeriale e a quella dell'Industria, l'Open declaration on public services, nata dal "basso", in rete e presentata lo scorso anno a Malmo.
David Osimo, tra i fautori della Open declaration, commenta da Bruxelles l'Action Plan: le dichiarazioni, le azioni, la governance, le prospettive per l'Italia. Aldilà dei contenuti, l'accento sul metodo e una proposta di azione per "aprirlo", ancora una volta, dal basso.

Leggi tutto

Internet riguarda tutti. Voci dall’Internet Governance Forum Italia 2010

Internet riguarda tutti.  Imprese, informatici, università e centri di ricerca, pubbliche amministrazioni, organizzazioni sociali, cittadini di tutte le età e latitudini. Riguarda le persone. Quelle che lo usano, quelle che vorrebbero usarlo a condizioni migliori e soprattutto quelle che non lo usano. Così l’Internet Governance Forum Italia 2010 mette al centro, con un fuori programma, il “diritto ad internet”.

Leggi tutto

Manifesto per l’Open Government - La presentazione

Il 2010 è stato, senza ombra di dubbio, l’anno dell’Open Government. A fronte del sostanziale disinteresse governativo per l’Open Gov, negli ultimi mesi anche nel nostro Paese è nato - dal basso - un vero e proprio movimento di studiosi ed esperti che ritengono che il Governo dovrebbe aprirsi ai cittadini e alle imprese, iniziando con la liberazione dei dati pubblici. Per armonizzare i differenti progetti, conferendo maggiore efficacia alle rivendicazioni dell’intero Movimento nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni, è nata l’Associazione dell’Open Government che il 30 novembre nell’ambito di IGF 2010 Italia ha presentato il Manifesto per l’Open Government.

Leggi tutto

Capitolo 5. Dal Castello alla Rete, ovvero la PA nell'era Facebook

Il più recente è il "caso Lazio": a metà ottobre scorso il Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, vieta, tramite due specifiche direttive, l'accesso a Facebook e ad altri siti "non rilevanti" ai tremila dipendenti della Regione Lazio. La motivazione a sostegno della decisione è stata tanto semplice quanto disarmante: gli impiegati passano troppo tempo, in orario di lavoro, sui social media. Le reazioni sono state molteplici con l'inevitabile tendenza a posizioni manichee.

Leggi tutto

L’Italia e l’Open Budget Index. Trasparenza, partecipazione e...open data?

E' legittimo che, come sembrano suggerire anche i risultati in progress del sondaggio su opengov.it, in vetta alle urgenze di trasparenza sui dati pubblici ci siano i bilanci delle pubbliche amministrazioni. L’iniziativa legata all’OBI - Open Budget Index, la cui rilevazione su scala mondiale ha portato allo Studio sulla trasparenza del Bilancio 2010, non arriva a “reclamare bilanci aperti” ma si pone l'obiettivo di bilanci conoscibili e partecipati. Pur rimanendo a questo stadio di trasparenza, si scopre che c’è moltissimo da lavorare in tutto il mondo. Molto da lavorare in Italia. Vediamolo insieme.

Leggi tutto

Anche in Italia il civil haking è possibile: Linked Open Camera

La discussione italiana sugli open data e sul loro utilizzo si è arricchita, da un paio di settimane, di un nuovo progetto che ha suscitato curiosità e aspettative. Si tratta di Linked Open Camera il portale che riorganizza i dati del bilancio della Camera e li rende disponibili per un nuovo utilizzo. Dopo gli USA e la Gran Bretagna anche l’Italia ha il suo portale dedicato ai Linked Data pubblici. Ne abbiamo discusso con l’ideatore dell’iniziativa Michele Barbera.

Leggi tutto

Google finanzierà la pa trasparente.

Google ha pubblicato la lista dei 5 vincitori del concorso 10^100 (si legge dieci alla centesima), un concorso di idee che ha l'obiettivo di cambiare il mondo. Nella lista anche un progetto per garantire l’accesso ai dati e ai documenti delle pubbliche amministrazioni.

Leggi tutto

Gov 2.0, facciamo il punto

Il vantaggio per un paese come il nostro che sui temi dell’innovazione insegue, un po’ arrancando, gli altri è che ha la possibilità di arrivare sulle cose quando in altri paesi già si fanno bilanci. E così, mentre in Italia stanno arrivando i primi evangelisti dell’open government, proliferano i post e si rivendicano improbabili primogeniture sui temi emergenti, negli Stati Uniti è tempo di fare il punto sulle cose fatte. Approfitto allora di due eventi recenti per cercare di interpretare lo stato dell’arte.

Leggi tutto

Come riutilizzare i dati pubblici? L'Europa lo chiede ai cittadini

La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica sulla direttiva UE relativa al riutilizzo dell'informazione del settore pubblico. 

Leggi tutto

Linee guida per Dummies (*)

Uno degli strumenti più utili per la diffusione di saperi e competenze tecniche o riconducibili a strumenti innovativi, è stata la linea editoriale For Dummies. Libri e manuali “per stupidi” che hanno permesso l’alfabetizzazione informatica di centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo. Leggendo la versione definitiva delle Linee guida per i siti web della PA pubblicate qualche settimana fa sul sito del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione mi è venuto immediatamente ed inevitabilmente l’accostamento con la nota collana. 

Leggi tutto