Cerca: Città e territorio, poste italiane

4 risultati

Risultati

Il Turismo per lo sviluppo dei territori e l'internazionalizzazione delle imprese - ON LINE GLI ATTI

Se ogni turista si trasformasse da consumatore occasionale a consumatore "nel tempo" i vantaggi per la nostra economia sarebbero notevoli. Il 4 dicembre a Roma FORUM PA e Poste Italiane hanno proprosto una giornata di riflessione e confronto, su come riuscire a trasformare il turismo in un vero e proprio "settore industriale". Sarà questa la sfida che il Paese dovrà affrontare nel prossimo futuro. Sono disponibili on line le registrazioni audio della giornata.

Leggi tutto

I premi di "Best practice patrimoni pubblici 2011"

Per il quinto anno consecutivo il riconoscimento, realizzato nell’ambito dell’iniziativa PatrimoniPA NET(il Laboratorio creato da FORUM PA e TEROTEC), ha messo in risalto le migliori iniziative (5 vincitori e 4 menzioni speciali) relative alla valorizzazione dei patrimoni pubblici e all’incremento di efficienza. Si tratta di progetti sviluppati in partnership tra enti pubblici e imprese private per la gestione e la valorizzazione dei patrimoni immobiliari, urbani e territoriali di proprietà o interesse pubblico. La premiazione a FORUM PA 2011.

Leggi tutto

La gestione di un patrimonio immobiliare "a rete": l’esperienza di Poste Italiane

Il patrimonio immobiliare di Poste Italiane è particolarmente eterogeneo e diffuso sul territorio, quindi molto complesso da gestire: si tratta di 15.000 immobili (di proprietà e in locazione), che vanno dai piccoli uffici postali ai grandi immobili direzionali a complessi industriali di varie dimensioni. Un patrimonio “a rete”, quindi, sul quale vengono fatti ogni anno circa un milione e mezzo di interventi, tra quelli di manutenzione programmata e quelli dovuti a guasti.

Leggi tutto

Sulla scia di “Reti amiche”: nel Lazio parte il progetto "Municipio Diffuso"

multi ladybird

by Peter Birch

“Vicino è bello”: si potrebbe scegliere questo slogan per spiegare lo spirito del progetto “Municipio Diffuso”, presentato il 16 ottobre scorso a Roma, e per collocarlo sulla scia di un’altra iniziativa, più ampia, lanciata dal ministro Brunetta nel giugno scorso: il progetto “Reti amiche”. Entrambi i progetti, infatti, rispondono all’esigenza di avvicinare il servizio pubblico ai cittadini, in una logica di prossimità e appoggiandosi, per ottenere questo obiettivo, a reti telematiche e relazionali già esistenti e diffuse su tutto il territorio nazionale. Maggiore offerta nella fruibilità dei servizi e tempi ridotti per ottenere ciò di cui si ha bisogno: questi i benefici che ne dovrebbero scaturire.

Leggi tutto