Cerca: Città e territorio, nimby

6 risultati

Risultati

Aste per le localizzazioni. Tra TAV e NO TAV, la terza via

Scorrendo gli aggiornamenti su Tav e NoTav, fino alle dichiarazioni del neo Ministro Passera, l’idea vincitrice del concorso Italiacamp “La tua idea per il Paese”, firmata da Christian Iaione e adottata da Cassa Depositi e Prestiti, sembra proprio attuale. Emergendo tra 700 progetti raccolti, “Aste per le localizzazioni”  vuole colmare, attraverso meccanismi concorrenziali, il gap tra cittadini e istituzioni nel settore delle infrastrutture. “L’idea - ci spiega Christian - è quella di mettere in competizione tra loro i territori per ottenere l’insediamento delle infrastrutture”. Sarà possibile nel Belpaese dove sono 320 le opere pubbliche oggetto di contestazione e dove il premio Pimby (antiNimby) 2011 è andato deserto?

Leggi tutto

Infrastrutture e cittadini: un rapporto da reinventare

Esiste un disagio diffuso in tutto il mondo, nel rapporto fra i cittadini e la realizzazione di nuove infrastrutture. Questa tensione sottesa, e, tuttavia, continuamente percepibile, trova in Italia un territorio particolarmente fertile, che rischia di paralizzarne lo sviluppo infrastrutturale e socio economico. Lo scenario è complesso e non si può prescindere dai molteplici aspetti che lo caratterizzano.Leggi tutto

Il ruolo centrale delle analisi delle aspettative del territorio

Le aziende, capita l’importanza del rapporto con gli stakeholders, l’informazione e le relazioni con il pubblico, dovrebbero fare autocritica e cominciare a capire le esigenze del territorio preventivamente alla definizione del progetto, suggerisce Comin. Per quanto riguarda il NIMBY, una volta analizzati i fattori che lo provocano, le soluzioni devono tener presente e non offuscare le voci del dissenso, e riportare il tutto anche ad una più ampia condivisione.

Leggi tutto

Introduzione, Presentazione Manifesto Pimby "Partecipare per Decidere"

È possibile raggiungere decisioni strategiche legittimate in materia di infrastrutture? E come si colloca la possibilità effettiva di costruire infrastrutture con il coinvolgimento dei cittadini e il rispetto dell’ambiente? La mission dell’associazione PIMBY è proprio quella di promuovere questo dialogo. Tema ricorrente è quello del superamento della cosiddetta “Sindrome NIMBY” e l’affermazione di una cultura diversa, positiva rispetto a quelle infrastrutture di cui l’Italia oggi ha bisogno.

Leggi tutto

Un processo decisionale efficace e democratico per le realizzazioni infrastrutturali

Per coniugare la necessità di colmare il gap infrastrutturale italiano con la giusta richiesta di partecipazione al processo decisionale di tutti i livelli istituzionali e dei cittadini dei territori interessati Astrid ha elaborato da tempo la proposta di una semplice procedura innovativa. Bassanini ne illustra i due aspetti, che ruotano sulla fase di decisione strategica e su quella di localizzazione, e la aggiorna esprimendo la necessità di una legge sul dibattito pubblico.

Contrastare l’incapacità di assumere decisioni impopolari costruendo un processo partecipativo

La neonata associazione Pimby tra i suoi obiettivi primari propone fondamentalmente un cambiamento culturale. Una delle prime riflessioni è incentrata sulle infrastrutture e sull’importanza del coinvolgimento di tutti nei processi decisionali. Pimby si vuole contrapporre alla Sindrome Nimby, e di questo fenomeno socio-culturale si analizzano cause ed effetti. L’associazione interviene su due livelli: la rivisitazione delle procedure a livello nazionale (Manifesto Pimby) e la promozione delle buone pratiche a livello locale, per cui è stato istituito il Premio Annuale Pimby.Leggi tutto