Cerca: Merito, innovazione ed efficienza, appalti pubblici

4 risultati

Risultati

Il performance auditing in contesto dirigenziale

Giuseppe Cogliandro presenta l’“Analisi sul costo del lavoro pubblico”: relazione svolta ogni anno dalla Corte dei Conti raccogliendo i dati di tutte le diecimila Amministrazioni Pubbliche italiane. Partendo dai risultati dell’Analisi, Cogliandro offre un panorama dell’evoluzione storica delle responsabilità dirigenziali, ne evidenzia le criticità, e suggerisce i benefici che si posso trarre nel passaggio dalla cultura della circolare ministeriale e dei controlli preventivi a quella degli obbiettivi e della valutazione di risultato.

Le nuove incombenze dal punto di vista del responsabile del procedimento: profili di responsabilità civile, amministrativa e contabile

Il decreto legislativo 53/2010 impatta fortemente sulle incombenze del responsabile di procedimento. Leonardo Miconi espone le innovazione apportate dal decreto legislativo 53/2010 al codice dei contratti pubblici sottolineando gli aspetti più critici ai quali il responsabile del procedimento è maggiormente esposto. Sulla base di dati qualitativi, individua le fattispecie più ricorrenti, descrive le anomalie e i vizi che caratterizzano in modo particolare la fase di aggiudicazione e gli effetti di questi sulla responsabilità dell’RP.

Leggi tutto

Presenta e introduce il convegno “Direttiva ricorsi e processi rapidi per gli appalti”

Bernardo Primiani presenta e introduce il convegno “Direttiva ricorsi e processi rapidi per gli appalti”, sottolineando come il decreto legislativo 53/2010 sia un decreto fortemente impattante sul ruolo e le responsabilità del responsabile di procedimento. Il decreto prevede infatti dei tempi di reazione piuttosto brevi per procedure che devono essere condotte con doverosa e dovuta diligenza per evitare il rischio di rimanere intrappolati in una maglia di responsabilità e sanzioni capaci di incidere e condizionare gli appalti futuri.

L’informativa ed il termine per proporre ricorso: l’inefficacia del contratto, la tutela in forza specifica e per equivalente

Il decreto legislativo 53/2010 deve essere inteso come il tentativo del legislatore di normare la buona fede nei rapporti contrattuali. Questa necessità nasce da casi in cui le amministrazioni, in sede di stipula del contratto, non sono state in grado di rispettare i termini di stipula accelerandoli o prolungandoli, recando di fatto una distorsione del mercato e un danno all’interesse pubblico.

Leggi tutto