Cerca: Corsivo, partecipazione

4 risultati

Risultati

A Livorno il taglio della spesa è uno sforzo collettivo, anzi un vero e proprio concorso

Con lo slogan “Partecipiamo tutti alla spending review” l’amministrazione della città toscana ha lanciato un’iniziativa che prevede il coinvolgimento di tutti i suoi impiegati, chiamati a riunirsi in gruppi di lavoro per tentare di formulare progetti concreti e concorrere ad un risparmio che, per i prossimi quattro mesi, dovrebbe ammontare ad almeno 5 milioni di euro. Come premio non sono previsti stanziamenti in denaro o promozioni, ma “semplicemente” attestati di merito. Secondo il sindaco Cosimi si tratta di uno sforzo che deve essere compiuto “per evitare di essere costretti alla compressione dei servizi”. Presto un analogo contributo in termini di idee verrà richiesto anche a tutti i cittadini livornesi.

Leggi tutto

La "Primavera di Vernazza", splendido esempio di collaborazione per la rapida ricostruzione di un posto da sogno

Sono bastati meno di 150 giorni per restituire alla sua originaria bellezza una delle perle più luminose delle Cinque Terre distrutta dall’alluvione dello scorso ottobre. Alle (forzatamente) scarse risorse messe a disposizione dalle istituzioni si è sopperito con l’enorme impegno dei volontari giunti da tutta Italia. Adesso può avvicinarsi la stagione turistica - l’attività principale di tutta quella fascia costiera del levante ligure - con maggiore tranquillità. Un invito ad andare sul posto, rispettando però al massimo luoghi e ambiente. Come da… tradizione consolidata.

Leggi tutto

Lotta fra media: tv e radio francesi mettono al bando i social network. Ma i veri "nemici" siamo tutti noi

Il Conseil Supérieur de l’Audiovisuel ha stabilito che nelle trasmissioni non si possono più pronunciare le parole “Facebook” e “Twitter”: utilizzare questi termini equivale a fare pubblicità tout court a quei marchi a scapito della concorrenza, quindi delle stesse emittenti. Una presa di posizione dura in difesa della categoria dell’informazione, che però testimonia la sempre più crescente influenza della comunicazione in rete. Con queste iniziative si certifica di fatto la crescita di un fenomeno i cui contorni futuri, nella loro imponenza, sono ancora tutti da definire.

Leggi tutto

Emiliano sindaco "sceriffo" e gli spazzini "wanted"

Si è rivelata senz’altro dirompente l’iniziativa del primo cittadino di Bari che ha recentemente “denunciato” attraverso facebook alcuni operatori ecologici (dis)impegnati nell’espletamento delle loro mansioni. Ma è proprio questo che ci si aspetta dall’uso delle nuove tecnologie da parte degli amministratori pubblici? Giova a qualcosa e a qualcuno sollecitare segnalazioni che sfiorano la delazione oppure è lecito piuttosto favorire lo sviluppo di supporti che possano rivelarsi funzionali alla migliore partecipazione attiva al governo delle nostre città?

Leggi tutto