Cerca: Città e territorio

Risultati 1931 - 1938 di 1938

Risultati

Il Progetto ‘Oltre l’indulto’

Monica Buonanno presenta il progetto ‘Oltre l’indulto’, finalizzato al reinserimento socio-lavorativo dei beneficiari del provvedimento ai sensi della Legge 241/2006, una legge che ha rappresentato un grosso punto di svolta per il sistema carcerario e ha avuto un grande impatto su territori quali quello della Provincia di Napoli.Leggi tutto

Piano Strategico Comune di Sassari

Il Piano intende riposizionare in modo lungimirante, in uno scenario almeno decennale, la città e l'area in cui è inserita, per assicurare un miglioramento durevole della qualità della vita dei cittadini e uno sviluppo sostenibile della piattaforma produttiva locale.

Il Piano Strategico della Spezia: un primo bilancio della città che cambia.

L'amministrazione comunale a partire dal 1999 ha sentito la necessità di avviare un nuovo percorso di governance urbana che consentisse alla città di uscire dalla crisi economica e sociale dei primi anni '90. La caduta di un modello di sviluppo basato su una monocultura produttiva legata alle grandi imprese statali, specializzate nel settore difesa e armamenti, lasciava infatti alla città un vuoto, non solo in termini di crisi occupazionale e imprenditoriale, ma anche e soprattutto in termini di identità locale.Leggi tutto

'Guadagnare salute'' in un'Azienda sanitaria: il programma ''Prevenzione e promozione della salute'' dell'Azienda USL di Modena

Il progetto ha l'obbiettivo di contrastare le crescente diffusione di abitudini di vita non salutari, attraverso strategie intersettoriali e multidisciplinari, che consentano di intervenire in modo efficace sui diversi determinanti di salute (ambiente, condizioni sociali ed economiche, stili di vita e accesso ai servizi, intendendo non solo la sanità, ma anche la scuola, i servizi sociali, i trasporti ...).

Vantaggi collettivi dell’inclusione sociale

I tempi di inclusione di un percorso di inclusione sociale e lavorativa sono indubbiamente più lunghi dei tempi della carcerazione, afferma Luca Sorrentino. Ciononostante è molto più conveniente per la collettività, sia da un punto di vista economico sia in termini di ricaduta sociale, intervenire con programmi di recupero sociale e lavorativo degli ex-detenuti piuttosto che abbandonarli a se stessi, creando le basi di un circolo vizioso che li riporterà in breve tempo ad affollare nuovamente le carceri da cui sono appena usciti.

Messina 2020 - Verso il Piano Strategico

La città di Messina ha intrapreso un percorso di pianificazione strategica al fine di promuovere un processo di governance urbana che mira al coordinamento di attori, gruppi sociali, istituzioni per il raggiungimento di obiettivi condivisi tesi a sviluppare in modo integrato sia gli assetti economici, sia quelli sociali che culturali.

Piano Strategico Territoriale

La sfida è quella di promuovere Barletta come città di incontro tra culture, tradizioni ed etnie, coniugando tradizioni ''forti'' e capacità di cambiamento, valorizzando la città come ambiente di vita, patrimonio e fonte di benessere, investendo in qualità, efficienza ed attrattività del sistema ''città/territorio''.

Ulisse - percorsi di salute in ambiente penitenziario

Il progetto prevede la creazione di un percorso integrato all'interno dell'ambiente penitenziario, mediante l'unificazione della cartella sanitaria del detenuto, in grado di seguirlo nei suoi spostamenti fra le strutture, sia per trasefrimento che per effettuazione di prestazioni specialistiche o ricoveri. L'obbiettivo è anche quello di creare un canale di collegamento tra l'ambiente penitenziario e la sanità territoriale.