Cerca: Lavoro e welfare, Governance

Risultati 111 - 120 di 133

Risultati

Le opportunità della certificazione energetica degli edifici

Roberto Moneta affronta la questione della certificazione energetica degli edifici indicando i benefici ambientali e i vantaggi fiscali che è possibile avere. Naturalmente affinchè la certificazione venga adottata su larga scala è necessaria una programmazione energetica adeguata attraverso norme e leggi che siano di sostegno a quelle già esistenti come la Direttiva 2002/91dell'Unione Europea. Necessario è un migliore coordinamento tra Amministrazione Centrale, Regioni e Enti Locali.

I rapporti con la Politica e i contratti dei dirigenti

Francesco Ripa di Meana risponde alle domande di Roberto Turno sui rapporti dei Direttori Generali con la Politica indicando la posizione e il punto di vista della FIASO sul tema. Per Ripa di Meana è normale che le Regioni scelgano i manager dal proprio interno sulla base dell'indirizzo politico ma è auspicabile tuttavia un confronto a livello nazionale. Ripa di Meana si esprime inoltre sul management in sanità, sui rapporti con i clinici e con la Politica e sulla formazione di una classe dirigente adeguata.

L'azione degli enti Locali per il raggiungimento degli obiettivi di Kyoto

Dario di Santo presenta il punto di vista degli Enti Locali e alcune esperienze realizzate in materia di utilizzo di fonti rinnovabili e di efficienza energetica indicando alcune possibilità di intervento e di finanziamenti.

Il punto di vista dei medici dirigenti e la richiesta di un'amministrazione migliore

Carlo Lusenti, dopo una premessa al suo intervento sul Sistema Sanitario Nazionale visto come uno degli aspetti centrali di un paese per il suo sviluppo economico e come luogo di cultura, risponde alla domanda di Roberto Turno sulla mobilitazione dei medici mettendo in evidenza le ragioni che hanno portato allo sciopero tra cui la mancanza di qualità dell’amministrazione che crea, a sua volta, instabilità e incertezza delle norme da applicare. Oggi in sanità è necessario garantire una buona governance.Leggi tutto

Le programmazioni regionali per la riqualificazione energetica degli edifici

Luciano Calvarese presenta il punto di vista e l'attività delle Regioni relativamente alla riqualificazione energetica degli edifici sottolineando quanto in questi ultimi anni si stia avvertendo un maggiore coordinamento e collaborazione con il Ministero. Secondo Calvarese è necessaria una maggiore comunicazione e informazione verso i cittadini/utenti per far conoscere le enormi possibilità offerte dai sistemi di risparmio energetico.

Una cabina di regia per la definizione del Piano Nazionale forestale: la proposta dell’Uncem

Oreste Giurlani sottolinea la necessità della presenza dell’Uncem nella cabina regia per la definizione del piano nazionale di forestazioni. Sostiene che è fondamentale capire come si collega la programmazione regionale a quella nazionale. L’esperienza toscana dimostra, a suo parere, che la gestione delle comunità montane del patrimonio forestale produce semplificazione delle procedure nei confronti dei cittadini.

L'ammodernamento per la FIMMG: integrazione sociale e continuità assistenziale

I Medici di famiglia guardano all’ammodernamento del Sistema Sanitario Nazionale con estremo interesse sottolineando però la necessità di non soffermarsi solo sul punto di vista tecnologico. Secondo Giacomo Milillo la situazione, a cui devono far fronte i medici di medicina generale, vede una forte instabilità sociale; oggi è auspicabile una maggiore integrazione sociale dei soggetti a rischio (giovani, anziani ecc..), una migliore continuità assistenziale (vedi Casa della Salute), individuare sistemi per risolvere il problema delle cronicità.Leggi tutto

Le attività svolte dalla sede della Regione Veneto a Bruxelles

Gianlorenzo Martini racconta come oggi tutte le Regioni abbiano a Bruxelles una propria sede e come le attività svolte dipendano dalla volontà del legislatore regionale. La Regione Veneto, in sede legislativa, ha dato un’interpretazione del tutto particolare delle funzioni e degli obiettivi che la propria sede ha il compito di perseguire. Tale struttura ha l’obiettivo di portare in Europa gli interessi collettivi della Regione, provenienti non soltanto dalle Amministrazioni degli Enti Locali, ma anche dalle associazioni di categoria, dai sindacati, dal mondo della cultura.Leggi tutto

I fondi tematici ed il P.O.R.E., Progetto Opportunità delle Regioni in Europa

Paolo Zocchi racconta come il Ministro per gli Affari Regionali, Linda Lanzillotta, abbia deciso di utilizzare il P.O.R.E., Progetto Opportunità delle Regioni in Europa, per fornire un supporto a Regioni ed Enti Locali nella relazione con l’Unione Europea su alcuni temi particolari come i fondi tematici. Il Relatore spiega la differenza tra i fondi strutturali ed i fondi tematici e sottolinea come questi ultimi richiedano iniziative progettuali che provengano dal basso e coinvolgano non solo strutture pubbliche, ma anche imprese ed università .Leggi tutto

Il punto di vista delle aziende farmaceutiche. Partenariato pubblico/privato per rilanciare il settore

Daniel Lapeyre presenta il pensiero delle aziende farmaceutiche relativamente alla visione di una sanità come motore di sviluppo per un paese. In passato, in Italia, il settore farmaceutico è stato sempre visto come semplice fornitore e come produttore di costi e mai come risorsa o partner con cui affrontare le problematiche della popolazione; negli altri paesi la situazione che si presenta è decisamente differente.Leggi tutto