Cerca: Lavoro e welfare, Governance

Risultati 31 - 40 di 133

Risultati

“Favoriscono”: come, quando e perchè

Secondo Alessandro Montebugnoli il tema della sussidiarietà va affrontato con metodo empirico, ragionando su esperienze concrete, anche attraverso procedure concorsuali che sollecitino i cittadini ad esprimere le loro capacità ideative. Un approccio scelto in quanto a suo dire la sussidiarietà non è una ricetta, ma uno schema che bisogna riempire, nel tentativo da parte del relatore di dare significato a quel “favoriscono” dell'art 118 riferito ai poteri pubblici rispetto alle autonome iniziative dei cittadini.

Leggi tutto

L'alleanza tra lavoro e famiglia.

Per Francesco Belletti partecipare a FORUM PA 2011 come rappresentante di una rete di associazioni familiari rientra nella logica di essere con orgoglio uno dei nodi di una rete plurale che nei nostri territori è quella che fa la cittadinanza. Passando al tema dell'occupazione femminile, per il Forum delle Famiglie la prima sfida è quella di riconoscere la necessaria alleanza tra lavoro e famiglia come due diritti-doveri di questa cittadinanza. Al contrario essi sono considerati in contrapposizione, è per questo che si parla di conciliazione.

Leggi tutto

Sussidiarietà ed efficacia delle politiche sociali nella pubblica amministrazione sociale.

Natale Carlo Lauro illustra l'indagine sulla sussidiarietà 2010, incentrata sul rapporto con la PA locale, realizzata dalla Fondazione per la Sussidiarietà. Dopo un excursus storico, viene data la definizione di sussidiarietà per la PA più vicina al dettato dell'articolo 118 della Costituzione, che la distingue in verticale ed orizzontale.

Leggi tutto

A FORUM PA 2011 è di scena la sussidiarietà orizzontale

Come abbiamo più volte ripetuto il tema di FORUM PA 2011 “Siamo tutti nodi della stessa rete” punta sulla valorizzazione ed il rafforzamento delle reti come fattore di innovazione e di sviluppo. È per questo motivo che nel corso dei quattro giorni della manifestazione particolare risalto sarà dato al tema sussidiarietà orizzontale: uno dei temi portanti di questa 22^ edizione.

Leggi tutto

Collaborazione tra UNAR e Linea Amica

Linea Amica si avvale molto del sistema territoriale integrato ovvero di una rete tra le varie strutture del territorio per una collaborazione operativa  che dia forza all'intero sistema di risposta al cittadino. Linea Amica rappresenta un punto di riferimento per il cittadino grazie all'attenzione per la qualità del servizio e alla quantità delle opportunità di raggiungerlo.

Leggi tutto

Il Network giovanile contro il razzismo

Paola Di Lazzaro racconta il progetto Network anti discriminazioni razziali che mira ad una possibilità di intervento su target giovani che, come risulta da recenti analisi, è quello più colpito da paura e pregiudizio verso gli  stranieri.

Nasce quindi l'idea di un network di volontariato civico.
 Si partirà con una formazione di livello normativo e dalla realizzazione di iniziative cittadine a forte impatto emotivo e comunicativo con l'obbiettivo di creare delle antenne territoriali che garantiscano un ulteriore aiuto per l'attività dell'UNAR.

Il Portale Unar.it

Edoardo D'Angelo parla del sito UNAR.it spiegando come si è giunti alla creazione di uno strumento che serve per combattere le discriminazioni.

Leggi tutto

Dal call center al contact center

Paolo Ferrari illustra una delle attività dell'UNAR, cioè quella di rimozione e monitoraggio delle situazioni di discriminazione raziale.

L'UNAR ha dei criteri di intervento ben precisi relativi alla Direttiva 2000/43 e al D.Lgs. 215/03.

Ferrari illustra il progetto, gli attori che ne fanno parte, le modalità di lavoro, gli obbiettivi prefissati e come si intenda raggiungerli.

La rete territoriale: UNAR, Regioni ed Enti locali. L'esperienza della Provincia di Pistoia.

Barbare Beneforti racconta l'esperieza del Centro di osservazione, informazione e assistenza legale alle vittime di discriminazione nato nel 2004 sulla base dell'art.44 del Testo unico sulle discriminazioni. Il Centro inizialmente si è inserito all'interno di un Protocollo di intesa con la Regione Toscana che si concentrava maggiormente sulla questione dell'immigrazione ma c'era la volontà di istituire un centro con un carattere più universale che riguardasse tutti i cittadini.

Leggi tutto