Cerca: pianificazione di area vasta

Risultati 1 - 10 di 17

Risultati

Pianificazione strategica: immaginare il futuro per creare sviluppo

Every year is getting shorter, never seem to find the time

by monkeyc.net

Non un semplice sguardo rivolto al futuro, ma una capacità quasi “visionaria” di tracciare scenari e proporre soluzioni di lungo periodo, mettendo in gioco tutti i diversi aspetti che influenzano lo sviluppo dei territori. La pianificazione strategica chiede questo agli attori chiamati a partecipare a un processo che investe orizzonti temporali sempre più estesi. Di pianificazione strategica, e in particolare delle prospettive di trasformazione e sviluppo delle aree del Mezzogiorno, si parlerà martedì 23 settembre a Bari, in occasione del terzo convegno internazionale organizzato nell’ambito delle attività della ReCS – Rete delle Città Strategiche, in collaborazione con Comune di Bari, Ba2015 (Piano Strategico Metropoli Terra di Bari) e Intesa Sanpaolo. 

Leggi tutto

Obiettivo 20-20-20: il ruolo delle Province

L’Italia è ancora lontana dagli obiettivi di risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento stabiliti dall’Unione Europea. Per raggiungerli va sottolineata l’importanza di elementi come la declinazione territoriale delle politiche ambientali ed energetiche, la cooperazione interistituzionale, la capacità di programmare politiche di lungo periodo. La dimensione provinciale si rivela ideale per la penetrazione e declinazione delle politiche ambientali su area vasta, offrendo opportunità di coordinamento e progettazione condivisa con i Comuni e gli altri attori del territorio.Leggi tutto

Governare la complessità: il Piano strategico BA2015 (Metropoli Terra di Bari)

Il Piano strategico Metropoli Terra di Bari è un atto volontario di condivisione degli scenari futuri di sviluppo del territorio e di pianificazione degli obiettivi e delle strategie da attuare, da oggi al 2015, per tutti i 31 Comuni coinvolti. Si realizza attraverso l'aggregazione e il coinvolgimento di tutte le comunità locali e, perciò, costituisce un’occasione per costruire un futuro partecipato. Vengono infatti individuati non solo gli obiettivi da perseguire, ma anche le azioni concrete da mettere in atto.Leggi tutto

I contenuti strutturali nel Nuovo Piano e la Metropolizzazione del territorio

Federico Oliva illustra i contenuti strutturali del Nuovo Piano intendendo con esso non il modello della riforma – e cioè l’articolazione del Piano in componente strutturale e componente operativa – ma l’aggiunta a quel modello di nuovi temi e nuove responsabilità che vengono da uno scenario territoriale che nel frattempo si è evoluto a causa della metropolizzazione del territorio, ovvero di quel fenomeno di insostenibile esplosione della città che mette in crisi il concetto di Piano Comunale strettamente riferito ai confini amministrativi tradizionali.

Area vasta Lecce 2005/2015: strategie per uno scenario in evoluzione

Lecce Porta d'Europa, città del Mondo, sistema di area vasta, raccordo al sistema Salento. Paolo Perrone, Sindaco del Comune salentino, ci parla di come la sua amministrazione cerca di promuovere una gestione integrata del territorio jonico-salentino dal punto di vista economico, sociale, ambientale, turistico e culturale, e ci illustra obiettivi e stato di attuazione del "Piano Strategico dell'area vasta Lecce 2005/2015".

Leggi tutto

Piano Strategico dell'area vasta Lecce 2005/2015

''Un ponte verso lo sviluppo economico-sociale e culturale'' è lo slogan del Piano Strategico dell'area vasta Lecce 2005/2015, definito dall'Amministrazione comunale di Lecce - in qualità di ente capofila - e dall'area vasta del comprensorio Leccese. Con questo progetto si vuole consolidare e rafforzare la logica di integrazione allargata e di sviluppo del territorio.

Leggi tutto

Il Piano Strategico della Provincia di Belluno

Irma Visalli racconta come la Provincia di Belluno abbia iniziato, da circa un anno, un processo di pianificazione strategica producendo un documento preliminare, costituito da assi e obiettivi strategici, azioni e progetti. L’Amministrazione è impegnata in uno sforzo di riflessione sul futuro e sulla ridefinizione del proprio modello di sviluppo, che ha vissuto un momento di crisi legato a fenomeni di industrializzazione e di spopolamento delle aree dell’arco alpino.Leggi tutto

Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. Attuazione dei Progetti Integrati 1 e 4. Un nuovo processo di pianificazione strategica.

Il vigente PTC si configura come uno strumento di programmazione e concertazione che consente alla Provincia di collaborare con gli Enti Locali, le aziende pubbliche e le categorie economiche per realizzare obiettivi di sviluppo sostenibile condivisi. L'Amministrazione Provinciale ha assegnato priorità all'attuazione di due progetti integrati: -PI 1 ''Progetto integrato per la connessione logistica della Val Bormida con la piattaforma dei porti di Savona e Vado e riorganizzazione del comparto energetico''; -PI 4 ''Progetto integrato per la costruzione della città delle Bormide''.

Il Programma Integrato di Sviluppo della Valle del Tevere e della Sabina Romana

Favorire lo sviluppo delle potenzialità della Sabina e della Valle del Tevere in chiave di marketing territoriale, non solo per veicolare interesse in direzione di potenziali investitori esteri, ma soprattuttoin chiave di rinascita dell'interesse ad investire da parte dell'imprenditoria più vicina al territorio.

Campus Val Calore

L'Unione dei Comuni Val Calore, area cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano - Patrimonio Mondiale dell'Umanità, Riserva di Biosfera, Green Globe, Diploma Europeo della Biodiversità - detiene un patrimonio di diversità culturale e naturale di rara ed unica bellezza. Su tale patrimonio si intende puntare in termini di valorizzazione culturale, formativa, informativa attraverso la realizzazione di una ''Università del Turismo Sostenibile'' pubblico/privata, concepita come campus territoriale strettamente legata alle diverse vocazioni dei Comuni.