Cerca: città metropolitane

Risultati 11 - 20 di 31

Risultati

Una proposta di riassetto per il governo del territorio

In questo interessante intervento del Ministro per gli Affari Regionali e delle Autonomie Graziano Delrio, si propone una riorganizzazione delle amministrazioni locali che renda più prossime le istituzioni ai cittadini, sulla scia del ddl relativo al riordino territoriale che lo stesso Ministro ha proposto e di cui parliamo anche in questo editoriale del nostro presidente.

Leggi tutto

Una strategia nazionale per lo sviluppo urbano

Secondo Valentino Castellani, Vice presidente di Torino Strategica, occorre superare l’alta frammentazione del nostro paese. Il piccolo comune all’interno dell’area metropolitana ha dei vantaggi in termini di funzioni e servizi, ma bisogna costruire un “pensatoio” nazionale delle politiche urbane per mettere insieme nicchie di eccellenza (amministrazione, centri di ricerca, università) e proseguire step by step.

La smart City va oltre la sfera politica

È importante lavorare sui modelli istituzionali. È necessario allargare i confini, collaborare e non comprimere l’identità delle comunità locali. Secondo Mauro Bonaretti, Capo di Gabinetto del Ministro per gli Affari Regionale e le Autonomie, una smart city nasce solo se vi sono progettualità, sfide strategiche, software e hardware per competere con le altre città europee. La legge deve essere il quadro di opportunità e opzioni, poi saranno gli attori sul territorio a decidere come muoversi.

Città metropolitane: i fondi UE come supporto alle politiche

Secondo Marco Magrassi, Coordinatore per le politiche urbane dell’Unità di Valutazione degli investimenti pubblici del Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero Sviluppo Economico, sulle 14 aree metropolitane ricadono 41,8miliardi di fondi. Tuttavia solo l’1% di questi viene gestito direttamente dai Comuni e solo su questo hanno impegnato e concretizzato le loro azioni. Occorre che tutte le città metropolitane utilizzino i fondi UE, non solo negli ambiti tradizionali, ma anche in quelli metafisici.

Leggi tutto

Città metropolitane: grande opportunità, ma ancora enormi deficit

Oggi la competizione è tra sistemi locali, non vince l’azienda ben organizzata, ma i diversi sistemi esistenti se integrati e coordinati. I 2/3 del Pil sono localizzati nelle città metropolitane, come anche le iniziative di innovazione, ma c’è una grande contraddizione al loro interno, divise come sono tra potenzialità e arretratezza. Secondo Enzo Bianco, Sindaco di Catania, è insopportabile il deficit della governance e dei meccanismi istituzionali di queste aree urbane.

Leggi tutto

Città metropolitane: un processo condiviso e un lavoro culturale

Intervenendo all'incontro "Programmazione europea e città metropolitane" in programma a SCE 2013, il vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano denuncia la mancanza di una strategia nazionale che guidi il processo costituente delle città metropolitane. Un vuoto che ha delle ricadute importanti sul territorio, alimentate da una situazione di incertezza dovuta anche alla frammentazione delle compentenze.

Leggi tutto

Aspettando le città metropolitane

Le città metropolitane sono le maggiori aree urbane del Paese nelle quali si concentrano grandi potenzialità di sviluppo insieme a problemi e contraddizioni - sociali, economiche ed ambientali - che la crisi ha acuito. Da come si avvierà il percorso non solo istituzionale, ma di effettiva integrazione territoriale e di pianificazione strategica condivisa, dipenderà la possibilità di farne un veicolo fondamentale per la ripresa dell'Italia.
Abbiamo chiesto a Marco Magrassi, esperto di politiche urbane dell'Unità valutazione degli investimenti pubblici del Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero dello Sviluppo economico che interverrà nel convegno “Programmazione europea e città metropolitane” di raccontarci a che punto è la norma che delinea le città metropolitane e come cambierà il governo locale.

Leggi tutto

Quanto costa vivere in una città: indagine sui costi di cittadinanza

Usufruire dei servizi pubblici in una città metropolitana italiana costa circa 3000 euro a famiglia. È quanto emerge dal rapporto sui “costi di cittadinanza” realizzato dalla Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica del Ministero per lo Sviluppo Economico in collaborazione con l’Ipi.

Leggi tutto

Autonomie locali e città metropolitane, si accelera sulla strada delle riforme

Working Together Teamwork Puzzle Concept

by lumaxart

Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha incontrato ieri al Viminale i sindaci e i presidenti di Provincia delle nove “Aree Metropolitane” individuate dalla legge 142 del 1990: Roma, Milano, Torino, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Bari. Le città metropolitane, livello istituzionale previsto anche dalla nostra Costituzione a partire dalla riforma del Titolo V del 2001, hanno incontrato fino ad oggi grandi difficoltà sulla strada della realizzazione concreta e il disegno di legge attuativo non è mai stato varato. Ora sembra che l’obiettivo possa essere finalmente raggiunto in tempi brevi: quello di ieri è stato il primo di una serie di incontri in vista della definizione del “Codice delle Autonomie”, a cui il ministro Maroni vuole giungere entro la fine di settembre. 

Leggi tutto

Città metropolitane: una necessità per una governance semplice

Nicola Zingaretti

La città metropolitana, livello istituzionale corrispondente al concetto internazionale di metropoli, risponde alle nuove esigenze dettate da alcuni mutamenti nel modo di vivere e percepire la città e, quindi, di “abitare” un territorio. Il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ha manifestato la sua disponibilità affinché si possa tornare a parlare seriamente dell’istituzione, per la città di Roma, di questo nuovo ente, ipotizzato fin dal 1990 e previsto dalla Costituzione a partire dalla riforma del Titolo V del 2001.

Leggi tutto