Cerca: formazione

Risultati 381 - 390 di 407

Risultati

Piani di formazione: un confronto tra pubblico e privato

Mancini, consigliere del consorzio Mipa pone attenzione sul ruolo e sul livello che la formazione svolge oggi nelle pubbliche Amministrazioni.Leggi tutto

Ruoli fondanti dei percorsi tecnico-scientifici nelle scuole

Nel suo intervento, Sedioli evidenzia come si renda necessario valorizzare il metodo induttivo e affermare l’essenzialità della pratica dei laboratori. Il tema della gestione dei laboratori è altamente delicato in quanto investe la responsabilità della scuola in materia di aggiornamento, non solo di tipo materiale e strumentale quanto piuttosto di evoluzione della tecnica che, di per se, è in grado di cambiare il rapporto formativo tra conoscenze teoriche e capacità di tradurre tali conoscenze in operatività.

Usabilità dei sistemi informativi territoriali e la certificazione ECDL-GIS

I risultati ottenuti con la certificazione ECDL-GIS testimoniano la necessità, in Italia, di acquisire competenze informatiche in maniera individuale, organizzata e sistematica. Nonostante oggi, lo sviluppo della società della conoscenza richieda una preparazione informatica sempre maggiore, essa non viene supportata sempre in maniera adeguata.Leggi tutto

Certificazione European Computer Driving Licence Geographic Information Systems

Salvemini illustra il processo di certificazione degli skills e delle caratteristiche che una persona deve avere per l’utilizzo dei GIS. Il processo, durato circa 2 anni e mezzo, ha ottenuto ottimi risultati, ricevendo l’endorsement, dalla fondazione internazionale, come patente valida in tutto il mondo. L’ECDL-GIS è stata realizzata con l’obiettivo di incentivare le competenze nella PA relative all’utilizzo dei sistemi informativi territoriali.Leggi tutto

Twinning Light project

La Dottoressa Ekaterina Amova ha illustrato il progetto Twinning light in corso tra la Bulgaria, il Ministero dello Sviluppo Economico e il Formez, diretto ad assistere il Ministero bulgaro nello sviluppo della capacità amministrativa con azioni di monitoraggio, di valutazione e di gestione dell’Operational Programme Administrative Capacity attraverso un supporto diretto. Grazie alla collaborazione sono state sviluppate procedure per la verifica e il controllo ed è stato elaborato un nuovo programma di comunicazione dell’OPAC.

L’esperienza di Microsoft Italia nella promozione della cultura tecnologica

Stiamo assistendo, oggi, ad una profonda trasformazione dal punto di vista sociale che ha come denominatore comune la tecnologia. Se pensiamo alla comunicazione con strumenti di messanging, al processo di pubblicazioni di idee tramite blog possiamo vedere come il fenomeno stia cambiando le attività sociali. La scuola, in qualità di sottosistema, si è ambientata in questa realtà sociale, anche se, ancora oggi, non si è diffusa quella tecnologia che permette di supportare la conoscenza nelle forme più avanzate a disposizione.Leggi tutto

Contro il declino…promuovere la cultura scientifica e tecnica

Gli esiti della ricerca OCSE del 2003 dimostrano che in Italia il mancato raggiungimento di un’alta cultura scientifica va rintracciato all’interno delle scuole e delle Amministrazioni. Il calo di attenzione verso le materie scientifiche in Italia scaturisce da una serie di fattori tra i quali spiccano la non adeguata preparazione del corpo docente, una non positiva immagine dello scienziato e del matematico e le scarse prospettive professionali.Leggi tutto

Ricerca e formazione per la valorizzazione dei beni archeologici

Marcello Guaitoli ribadisce la necessità di lavorare con sistemi rigorosi ed interoperabili che consentano la migliore concoscenza della esistenza e ubicazione del reperto archeologico. Occorre raccogliere dati in maniera precisa, ma soprattutto non dimenticarsi di quel contenitore di dati, il terreno, che contiene la maggior parte dei dati, ma che è ancora inesplorato. Proprio per questo, risulta fondamentale indirizzare la formazione verso le attività pratiche e l’intervento sul campo, per una migliore conoscenza, conservazione e valorizzazione dei beni archeologici e culturali.

L’esperienza della Romania

L’intervento di Radu è volto anzitutto a sottolineare l’importanza, il successo e i benefici tratti dalla Romania dalla collaborazione, attraverso il Formez ai progetti di Twinnings portati avanti negli ultimi anni. Sono stati, infatti, creati training center che hanno dato un grande contributo alla riforma della Pubblica Amministrazione.Leggi tutto

Compiti ed obiettivi dei Laboratori Francovic

I laboratori Francovic, istituiti presso il Dipartimento Archeologia e Storia delle Arti dell’Università di Siena, nascono con la strategia comune di studiare, in modo più omnicomprensivo, il dato archeologico, nel suo contesto e paesaggio di riferimento. Campana ribadisce, pertanto, l’importanza che riveste la conoscenza del dato archeologico e l’esigenza di sviluppare metodologie unificate per la sua ricerca, identificazione e localizzazione nel terreno.Leggi tutto