Cerca: Saperi PA, valutazione e misurazione

Risultati 31 - 40 di 303

Risultati

Il Comune di Verona e a gestione del ciclo della performance: i punti di forza

"Il Comune di Verona  - spiega Marco Crescimbeni -  arriva agli adempimenti in materia di gestione del ciclo della performance da una tradizione di gestione amministrativa abbastanza segmentata". Nel suo intervento ripercorre le tappe della riprogettazione dei processi nel Comune veneto, mettendo l’accento sull’attuazione delle indicazioni che riguardano premialità e fasce di merito e concludendo con una considerazione sugli elementi ritenuti fondamentali per una efficace gestione del ciclo della performance: buon livello di informatizzazione e forte spinta politica.

Leggi tutto

Il governo dei contratti ICT

A beneficio dei piccoli Comuni e dei Centri servizio territoriali, DigitPA, in collaborazione con ANCI, organizza un Master sui temi della gestione dei contratti ICT finalizzati alla realizzazione di progetti e per la fornitura di beni e servizi, in termini di struttura organizzativa, ruoli, attività, metodi più diffusi, documenti di pianificazione e di controllo, sistema di comunicazione tra il fornitore e l’amministrazione. Saranno fornite indicazioni operative riguardo le fasi che compongono il ciclo di vita della Verifica dei Risultati degli Interventi ICT d’ Innovazione.

Leggi tutto

Il governo dei contratti ICT

A beneficio dei piccoli Comuni e dei Centri servizio territoriali, DigitPA, in collaborazione con ANCI, organizza un Master sui temi della gestione dei contratti ICT finalizzati alla realizzazione di progetti e per la fornitura di beni e servizi, in termini di struttura organizzativa, ruoli, attività, metodi più diffusi, documenti di pianificazione e di controllo, sistema di comunicazione tra il fornitore e l’amministrazione. Saranno fornite indicazioni operative riguardo le fasi che compongono il ciclo di vita della Verifica dei Risultati degli Interventi ICT d’ Innovazione.

Leggi tutto

AIR, semplificazione e oneri della regolazione

 Martelli sottolinea come quello dell’analisi d’impatto della regolamentazione sia un fondamentale momento di accountability. Tutti, quando legiferano, fanno l’AIR – dice Martelli – il problema è che spesso il processo non è trasparente. Quindi in primis trasparenza e poi analisi costi/benefici, riduzione degli obblighi informativi inutili, coinvolgimento degli end users nel processo decisionale e momenti di apertura dell’azione amministrativa per raccogliere sempre maggiori indicatori utili alla valutazione.

I rapporti tra AIR nazionale e AIR comunitaria

Francesco Sarpi illustra le relazioni tra l’Analisi d’Impatto della Regolamentazione italiana e quella comunitaria per indicare procedure virtuose atte a un rafforzamento del ruolo dell’Italia attraverso l’AIR in fase ascendente. Il suo intervento approfondisce il funzionamento del sistema di AIR della Commissione Europea, evidenzia la necessità di migliorare il rapporto di questa con l’AIR italiana e individua alcune specifiche del ruolo del governo nazionale e di quelli regionali in questi processi. Il tutto confrontando i due sistemi con quello dell’UK e di altri Stati membri. 

Interazione professionale e competenze multidisciplinari per una better regulation

 L’intervento della Prof.ssa Calvosa si concentra sulle nuove competenze necessarie all’interno della Pubblica Amministrazione per passare da una cultura del controllo a una cultura dei risultati, solo all’interno di quest’ultima si può infatti sviluppare un’azione di migliorazione della regolamentazione.

Leggi tutto

L’INPDAP e la riforma Brunetta: valutare i dipendenti si può…premiarli anche!

Sembrerà strano, eppure più di una amministrazione è riuscita a rispettare tutte le scadenze previste dalla riforma Brunetta e si prepara ad introdurre i meccanismi di incentivo economico legati alla meritocrazia. Una di esse è INPDAP. Abbiamo sentito il Direttore delle Risorse umane, Vincenzo Caridi, per provare a capire insieme a lui cosa cambia nella gestione di una pubblica amministrazione con l’entrata in vigore della riforma e in che modo è possibile realizzare le “fasce di merito” all’indomani del DL 78 (legge 122/2010), che ha “congelato” gli stipendi pubblici.

Leggi tutto

La riforma? Eppur si muove (un po’… almeno lo speriamo)

Come sapete mi rifiuto di abiurare la mia fede ferrea nella necessità di una riforma coraggiosa della pubblica amministrazione basata su innovazione, merito, professionalità e conseguentemente mi rifiuto anche, con pervicace tenacia, di accettare l’assioma corrente che vuole che il tempo di crisi non sia tempo di riforme, ma di piccolo cabotaggio e di piccole ambizioni. Guardo quindi con interesse qualsiasi, seppur piccolo, movimento che rompa la crosta di rassegnata e un po’ cinica indifferenza in cui sta rischiando di essere soffocata, non senza la soddisfazione di molti, la stagione delle riforme che, dopo il ’93 e il ’97 del DL 29 e delle Bassanini, era ripartita con il DL 150/09. Ho letto quindi con grande interesse la Delibera n. 89 della CIVIT (è la Commissione indipendente per la valutazione voluta dal DL 150) dello scorso 24 giugno che propone alla consultazione pubblica gli “Indirizzi in materia di parametri e modelli di riferimento del sistema di misurazione e valutazione della performance(articoli 13, comma 6, lett. d e 30, del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150)”.

Leggi tutto

Produttività e innovazione: firmato un Protocollo Brunetta-INPDAP

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta e il Presidente dell'INPDAP Paolo Crescimbeni hanno firmato questa mattina a Roma il ‘Protocollo d'intesa per l'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e la realizzazione di programmi di innovazione digitale’. La durata dell'intesa è di tre anni, eventualmente rinnovabili.

Leggi tutto

Per un sistema di valutazione dei servizi sanitari

copertina pubblicazioneUn Quaderno curato da Carla Collicelli, con il contributo di Antonio Veraldi, che raccoglie le testimonianze dei percorsi effettuati da regioni con collaudati sistemi di valutazione e il contributo dell'Agenzia nazionale per i servizi regionali (Agenas). Una riflessione sull’importanza della condivisione di criteri e indicatori (salvaguardando l’autonomia nella scelta degli strumenti valutativi) e sull’utilità del confronto per la diffusione delle esperienze più avanzate nel resto della Penisola.

Leggi tutto