Cerca: Saperi PA, Sviluppo e Competitività, e-learning

9 risultati

Risultati

MoULe (Mobile and Ubiquitous Learning)

mouleNome applicazione - MoULe (Mobile and Ubiquitous Learning)

Amministrazione proponente - Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto per le Tecnologie Didattiche di Palermo

Leggi tutto

Scuola digitale in Emilia-Romagna

Nel 2002-2004 è stata creata in Emilia-Romagna un rete a banda larga con una copertura della totalità dei territori emiliano-romagnoli con una altissima percentuale di collegamenti in fibra ottica. L’aspetto strategico e politico del progetto è stato quello favorire la nascita e la diffusione di un approccio integrato da parte di tutti gli Enti della regione per l'adozione di finalità e processi comuni. Da questa premessa è nato PiTER – piano telematico dell’Emilia-Romagna – capace di inquadrare in modo pragmatico le modalità con cui vengono gestite tutte le progettazioni della regione.Leggi tutto

L’innovazione tecnologica cambia la scuola

Rossella Schietroma, Direzione Generale per gli Studi e la Programmazione e per i Sistemi Informativi del MIUR, percorre le tappe significative dell’intervento del Ministero in materia di innovazione tecnologica, evidenziando tre diverse generazioni: 1985-2000 periodo in cui l’azione del Ministero è stata quella di avvicinare i docenti e gli insegnati all’uso del computer; la generazione 2000, in cui si è assistito all’esplosione della rete e, infine, la generazione 2007 in cui emerge una frattura tra generazioni, tra coloro che vengono definiti digital

Leggi tutto

Piano E-Government 2012: obbiettivo scuola. L’innovazione tecnologica cambia la scuola

Il piano E-Government 2012 prevede, tra gli obbiettivi settoriali, un intervento in ambito scolastico e universitario.Leggi tutto

Un particolare uso della LIM - lavagna interattiva multimediale. Marettimo e l’istruzione in videoconferenza

Giusi Cannella, ricercatrice ANSAS, illustra un progetto relativo ad una particolare utilizzazione della LIM – lavagna interattiva multimediale – nel contesto dell’ isola di Marettimo. Per ovviare ai problemi connessi all’isolamento geografico e sociale e ai relativi svantaggi che si ripercuotono sull’apprendimento degli studenti di Marettimo, il progetto ha realizzato in via sperimentale un gemellaggio di scuole attraverso un sistema di video conferenze. Giusi Cannella espone i punti di forza, le difficoltà, gli sforzi richiesti e gli esiti di questa iniziativa.

La multimedialità a scuola. L’impatto della LIM – lavagna interattiva multimediale - sulla didattica

Daniele Barca, docente di area umanistica, presenta la simulazione dei potenziali usi della LIM – lavagna interattiva multimediale – in un classe didattica, mettendo in evidenza i punti di forza dello strumento. In particolare, la LIM, si presenta come uno strumento di interazione, collaborativo e flessibile, capace di prestarsi a lezioni sia di stampo tradizionale che innovative. Sottolinea inoltre il significato e l’impatto della multimedialità in una lezione didattica e la grande capacità dello strumento di poter integrare l’aspetto relazionale con l’aspetto didattico

Interior Architecture Online (IAOL): un percorso formativo integrato su metodi e tecniche di progettazione nell’area dell’architettura di interni

L’iniziativa IAOL è nata dalla cooperazione tra la Facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano, l’Università di Tianjin e le imprese di Assolombarda, afferma Chiara Molina. Obiettivo del progetto era studiare e sviluppare la ricerca e la didattica nel campo dell’Architecture Design e questa esperienza si è dimostrata estremamente innovativa, grazie proprio al rapporto instauratosi tra il Politecnico di Milano e le aziende radicate nel territorio, che ci hanno dato notevole supporto nell’interpretazione delle esigenze delle città.

Qualità e valorizzazione dei prodotti agro-alimentari tipici italiani: progettazione ed erogazione di un percorso formativo

Andrea Fantini espone i contenuti del progetto che ha coinvolto le Facoltà di Agraria delle Università di Teramo e Bari. Il progetto si è articolato in diverse fasi, dall’indagine sulla conoscenza dei prodotti tipici agroalimentari italiani, in particolare l’olio extravergine d’oliva e il vino Montepulciano d’Abruzzo, condotta sui consumatori del Brasile all’organizzazione di un corso di formazione a distanza della durata di 150 ore, al termine del quale - Ottobre 2006 - è stato offerto agli allievi un periodo di stage da svolgere in Italia.

L’aspetto ‘online’ del progetto IAOL

Susanna Sancassani spiega l’aspetto metodologico del lavoro online e l’ambiente digitale messo a punto. La piattaforma online e-project, sviluppata per questo progetto, consente di visualizzare con grande semplicità i profili di tutti i soggetti coinvolti, sia studenti, sia tutor, sia italiani sia cinesi.Leggi tutto