Cerca: Saperi PA, Sviluppo e Competitività, sviluppo sostenibile

Risultati 1 - 10 di 41

Risultati

Regione Lombardia lancia il concorso Fattori@pp: la Rete delle Fattorie Didattiche in un'app

Regione Lombardia apre il 30 settembre un contest rivolto a giovani tra i 18 e i 35 anni per lo sviluppo di una app mobile per la promozione della Rete delle Fattorie Didattiche.

Leggi tutto

L'efficienza energetica per le Comunità Sostenibili: criteri e metodi del POI Energia

“Il percorso avviato da Formez PA in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente in attuazione delle Linee 1.5 e 2.3 del POI Energia 2007-2013 ci vede impegnati con grande entusiasmo nell’individuazione di comunità cosiddette sostenibili”. È quanto ha affermato Arturo Siniscalchi, responsabile Direzione Pianificazione Risorse Umane e Progetti di Formez PA, nella sua relazione al convegno dal titolo “L’efficienza energetica per le Comunità sostenibili: criteri e metodi del POI Energia”, organizzato l'11 maggio nell’ambito del Forum PA 2011.

Leggi tutto

I Comuni più sostenibili d’Italia premiati da Ancitel Energia & Ambiente

 Sono 9 le amministrazioni locali insignite del Premio sostenibilità ambientale e sociale per il Comune - Efficienza energetica e innovazione nell'edilizia, edizione 2010, promosso da Ancitel Energia & Ambiente e dal Gruppo Saint-Gobain, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dell'Anci, nell'ambito della XXVII Assemblea nazionale dell'Anci.

Leggi tutto

Milgiorare la qualità della regolazione nelle regioni della Convergenza. Il progetto POAT

"Le difficoltà per le imprese sono più alte nelle regioni che hanno più necessità di attrarre imprese Nel Sud  l’intermediazione pubblica è altissima”. Così  Amadio Salvi apre il suo intervento in cui da un lato traccia un quadro a tinte fosche sulle difficoltà delle imprese nel rapporto con lo Stato e la pubblica amministrazione, dall’altro presenta le iniziative di miglioramento e supporto messe in campo nell’ambito del QSN 2007 -2013. Si sofferma in particolare sul progetto POAT, rivolto alle quattro regioni della Convergenza.

La rilevanza di una migliore regolazione per i destinatari delle norme

Martina Mondelli sottololinea come la buona regolazione sia da considerarsi un fattore strategico di competitività. Tracciando lo sconfortante quadro delle vessazioni amministrative a cui le imprese italiane sono sottoposte, sintetizza le esigenze e le richieste più pressanti. Al primo posto la riduzione di burocrazia (9 imprenditori su 10), seguita da uniformità applicativa di norme regionali.  Conclude “l’ analisi dell’impatto della regolamentazione deve diventare una priorità politica. Ma è fondamentale assicurare il coinvolgimento dei destinatari delle norme.”

Conoscere i destinatari della regolazione. Il punto di Rete Impresa Italia

 “Quando parliamo di better regulation dobbiamo innanzitutto capire quali imprese abbiamo davanti.” Così parla Andrea Stabile per la neonata Rete Impresa Italia. Ricordando che l’impresa media italiana è composta da quattro addetti (dati Istat 2010), riporta la riflessione alle reali esigenze del nostro tessuto imprenditorale. Per farlo, usa l’esempio concreto di un acconciatore che, nonostante le recenti liberalizzazioni, è sottoposto ad una media di 23 adempimenti per il solo avvio di attività. Tra le richeste di Rete Impresa Italia, il divieto di introduzione di nuovi oneri.

Better Regulation: strumento di sviluppo e competitività nel quadro di collaborazione Stato - Regioni. Presentazione dei temi

Claudio Zucchelli  propone una riflessione sulla natura e gli scopi della regolazione dei mercati e, sposando un approccio evoluzionista, introduce il tema dell’utilità e dell’appropriatezza dell’AIR. “ L’AIR– spiega – va inteso innanzitutto come strumento per capire quali siano i problemi e i meccanismi di autoregolamentazione, poi per capire perché essi non funzionano o deviano dal corretto funzionamento.” La sfida  - conclude – è per lo più culturale, confessando di credere molto poco nelle leggi.

Una riflessione sul ricorso alla clausole valutative di proposta dell'esecutivo

Gli Statuti recano disposizioni riguardanti la valutazione delle leggi che può avvalersi dell’apposizione di specifiche clausole valutative. Esse sono tra i principali strumenti individuati per dettare i tempi e le modalità del controllo dell’attuazione e della valutazione dell’efficacia di un intervento normativo. Maria Buono presenta alcune riflessioni ed esperienze sul ricorso ad una nuova modalità di valutazione di proposta dell'esecutivo.

Leggi tutto

ELI - ComUni – Comunicazione Unica. Progetto vincitore ELISA III

Angelo D’Ottavio presenta il  progetto "ELI - ComUni” – Comunicazione Unica, coordinato dalla Provincia di Pescara e tra i vincitori del programma Elisa III.

ELI4U – Enti Locali Innovazione for User. Progetto vincitore ELISA III

Vittorio Severi presenta il  progetto" ELI4U” – Enti Locali Innovazione for User, coordinato dal Comune di Cesena e tra i vincitori del programma Elisa III.