Cerca: Saperi PA, Qualità della vita, donnepa

Risultati 1 - 10 di 62

Risultati

Roma, la Provincia e Futuro@lfemminile insieme per l'informatica insegnata alle donne

Presentata la terza edizione dei corsi gratuiti di informatica di base, riservati alle donne romane, frutto della collaborazione tra la Provincia e futuro@lfemminile. C'è tempo fino al 22 gennaio 2014 per iscriversi.

Leggi tutto

Presentata "Smart City di genere?", la nuova ricerca FORUM PA - futur@lfemminile

Esiste la Smart City in ottica di genere? Dove si, cosa significa? Da questi punti interrogativi, attraverso le risposte di 20 donne, tra amministratriclocali ed esperte sui temi di genere, si è generata una riflessione più ampia, su quanto le nostre città possano guadagnare ogni volta che si dimostrano capaci di includere le donne nei processi di innovazione e partecipazione urbana.

Leggi tutto

Smart City in ottica di genere? Riflessioni in rosa, ma non troppo

Esiste la Smart City in ottica di genere? Dove si, cosa significa? Da questi punti interrogativi, attraverso le risposte di 20 donne, tra amministratrici locali ed esperte sui temi di genere, si è generata una riflessione più ampia, su quanto le nostre città possano guadagnare ogni volta che si dimostrano capaci di includere le donne nei processi di innovazione e partecipazione urbana.

Leggi tutto

Lavoro per giovani e donne, subito disponibili 230 milioni di euro

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero ha firmato il decreto interministeriale che consentirà di riconoscere ai datori di lavoro privati incentivi da destinare al sostegno dell’occupazione dei giovani e delle donne. La misura, che ha carattere straordinario e può contare su risorse finanziarie di oltre 230 milioni di euro, riguarderà i rapporti di lavoro stabilizzati o attivati entro il 31 marzo 2013.

Leggi tutto

Corte dei Conti: inadeguata presenza femminile in posizioni di vertice nella PA

''Normativa e giurisprudenza in materia di Parita' di genere: il ruolo della magistratura contabile nell'attuazione dell'art. 51 della Costituzione''. Questo il tema di un incontro di studio dei magistrati della Corte dei Conti, svoltosi la settimana scorsa.

Leggi tutto

Il Comune di Venezia per la conciliazione di vita e lavoro.

Premesso che la vera questione alla base della disuguaglianza di genere è di tipo culturale, Tiziana Agostini illustra le iniziative messe in campo dal Comune di Venezia per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle donne, testimoniando un'attenzione che la distingue ormai da trent'anni. E oltre alla collaborazione con il dipartimento delle Pari Opportunità, ora sono previsti accordi anche con Confindustria.

Leggi tutto

Il progetto futuro@lfemminile.

Roberta Cocco illustra futuro@lfemminile, il progetto di responsabilità sociale con cui l'azienda Microsoft da anni è attiva in Italia sulle tematiche femminili, promuovendo la diffusione della tecnologia. Un'iniziativa di successo tutta italiana , che funge da esempio anche all'estero.

Leggi tutto

I Comitati Unici di Garanzia (CUG): on line gli atti del convegno

Vi proponiamo gli atti del convegno:

I Comitati Unici di Garanzia (CUG):
un nuovo strumento a sostegno delle pari opportunità, del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni
Martedì, 10 maggio 2011

 

Chairperson:
Laura Menicucci (Direttore coordinamento e relazioni istituzionali - Dipartimento per la Funzione Pubblica) - l'intervento audio

Leggi tutto

Quote rosa: dialogo tra un'impegnata e un "non so"…

Cronaca di un dialogo nel mio ufficio.

[Impegnata:] Grande vittoria: il Senato finalmente ha approvato le quote di genere nei consigli di amministrazione. Dal 2015 le aziende quotate e quelle pubbliche devono avere il 25% di donne nei CdA. L’Italia si allinea alle principali Paesi europei.
[Non so:] Non so perché, ma quella delle “quote rosa” è una notizia che non mi appassiona. Quando viene sancito per legge quel che dovrebbe essere frutto di convincimento e di sensibilità, sento un prurito …quasi una specie di allergia.[continua...]

Leggi tutto

I nidi aziendali nella PA, un’incompiuta bloccata… sul nascere

In tempi di crisi i soldi mancano sempre, eppure anche quando le risorse ci sono... non vengono sfruttate.
E' il caso del progetto per gli asili aziendali nelle pubbliche amministrazioni che nonostante uno stanziamento di 18 milioni (quasi un anno e mezzo fa) ha portato solo il 4% delle amministrazioni pubbliche a dotarsi di un nido aziendale. Solo il 10% dei possibili beneficiari dall’iniziativa sta progettando o ha mostrato interesse per aprire un nuovo asilo. I bambini che usufruiscono delle strutture sono circa 3500, in luogo degli 80mila previsti entro dieci anni dall’avvio del progetto, a fronte di un numero di figli di dipendenti pubblici interessati alla fascia in questione che supera le 100mila unità. Un ritardo francamente incomprensibile.

Leggi tutto