Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2010, sviluppo regionale

7 risultati

Risultati

WorkFlow e Document Management a supporto della gestione del PON GAT

Renato Santelia presenta il Sistema di document e workflow management a supporto della gestione del PON GAT 2007-2013. I principali obiettivi dell’intervento sono: la creazione di un nuovo modello organizzativo/operativo per la gestione documentale; la dotazione di un nuovo sistema di gestione elettronico documentale per la struttura; la creazione delle condizioni per avviare l’attività di dematerializzazione dei documenti cartacei pregressi” Segue una dettagliata presentazione del contesto di riferimento, dei benefici attesi, della strategia d’intervento e del piano delle attività.

AGIRE POR 2007-2013 – Azioni di Gemellaggio

Giancarlo Terenzi presenta il progetto Gemellaggi AGIRE POR. "Il progetto – ricorda - è stato avviato nel 2005 al fine di rafforzare le capacità e le conoscenze delle amministrazioni “beneficiarie” operanti nei territori delle 7 regioni dell’obiettivo 1, attraverso l’attivazione di gemellaggi con amministrazioni “offerenti”, operanti nell’intero territorio nazionale”. Pur sottolineando i risultati positivi conseguiti, offre una serie di indicazioni per risolvere le criticità emerse.

La valutazione quale strumento per migliorare la qualità, l'efficacia e la coerenza degli interventi della politica regionale

L’intervento di Alessandra Nicita è centrato su due questioni:”perché la valutazione è importante nel QSN” e “cosa fa il Programma Governance per la valutazione”.Entrando nel dettaglio di ciascun aspetto, nella sua presentazione spiega che il Programma Governance per la valutazionesupporta le innovazioni introdotte dal QSN per la valutazione, sostiene la valutazione del QSN e sostiene la valutazione del Programma e della Priorità “Governance””

E.T.I.C.A. pubblica nel SUD

Leonello Tronti presenta il progetto E.T.I.C.A. pubblica nel SUD, che mira ad aumentare efficacia, trasparenza ed innovazione.  "Il progetto – spiega - si muove perfettamente in linea con la riforma della PA in atto”. “Si tratta – continua - di ricostruire l’etica della PA, rafforzando la funzione del dirigente pubblico, conferendogli maggiore responsabilità  e autonomia rispetto alla politica e al sindacato.” Prosegue riportando in maggior dettaglio gli obiettivi del progetto.

Rafforzamento delle capacità nella PA: un primo bilancio delle attività avviate

Sabina De Luca taccia un bilancio dettagliato dei primi due anni di lavoro del P ON Governance e Assistenza Tecnica FESR 2007-2013, ricordando la finalità  del programma:  migliorare le capacità istituzionali che sono al centro delle politiche di coesione. “ In quanto a livello di attuazione, dal punto di vista quantitativo non abbiamo grandi criticità – spiega – ma vanno decisamente affrontati  alcuni punti critici”. Tra questi segnala il rapporto Stato – Regioni, che vede una nociva tendenza inerziale nella PA centrale.

PON Governance e Assistenza Tecnica FESR 2007-2013. Introduzione ai lavori

Il PON governance 2007 -2013 era stato presentato a FORUM PA 2008. A trarre le linee generali del bilancio dei primi due anni di lavoro, Aldo Mancurti, che orgogliosamente rivendica  il ruolo fondamentale della pubblica amministrazione nel dare efficacia alle politiche di  competitività, sviluppo e coesione sociale. "Nella capacità di gestione di queste politiche – riconosce  - dobbiamo rafforzare  gli  strumenti e il ruolo della governance multilivello”.

Risultati e Prospettive del programma Elisa. Tavola rotonda

La Tavola rotonda, articolata in modalità talk show, riporta una serie di interventi e considerazioni da parte di amministratori e soggetti pubblici coinvolti nelle precedenti edizioni del programma ELISA.  Le domande attorno a cui ruotano i contributi riguardano la messa a sistema dei progetti, l’efficacia del modello di innovazione bottom up proposto da ELISA, la sostenibilità finanziaria del programma e i ritorni in termini di innovazione.